Esplosione alla Adler Plastic di Ottaviano, un morto e due feriti

Primo bilancio dei carabinieri e del sindaco di Ottaviano Napoli, 5 maggio - Una persona è deceduta nell'esplosione della fabbrica Adler Plastic di Ottaviano (Napoli). Lo si apprende dal sindaco del comune vesuviano, Luca Capasso giunto sul luogo dell'esplosione poco dopo il boato, e da fonti del Comando provinciale dei carabinieri. Secondo un primo bilancio, quindi, le persone coinvolte sono tre: un ferito grave portato nell'ospedale di Nola, un altro, ferito lievemente, al Cardarelli di Napoli, e la persona deceduta. Lo si apprende dal sindaco Luca Capasso giunto sul luogo dell’esplosione poco dopo il boato, insieme ai carabinieri. La fabbrica aveva riaperto ieri con personale ridotto secondo le indicazioni dell'ultimo decreto Covid. Secondo testimonianze verso le 16 di oggi si è sentito

Covid19 e racket della camorra, Sandro Ruotolo: “Il religioso mi contatti, denuncio io”

Il senatore, dopo aver ascoltato al programma Sono le Venti (canale Nove) la testimonianza anonima di un parroco sugli affari della camorra ai tempi del coronavirus Covid19, si è detto pronto a raccogliere la sua denuncia e portarla dinanzi ai magistrati “Dico a questo sacerdote che se non se la sente di andare a denunciare, io gli propongo di contattarmi, gli garantirò l'anonimato. Se sente questa mia intervista gli dico: mi faccio garante della sua denuncia e andrò direttamente alla magistratura a denunciare questi strozzini”. A dirlo il senatore Sandro Ruotolo (Gruppo Misto) nel corso della trasmissione Sono le Venti di Peter Gomez andata in onda su canale Nove, dopo aver ascoltato la testimonianza di un parroco di Napoli (in forma