Sesso in cambio esami, sospeso docente

Misura cautelare gip, accuse di falso e induzione indebita Prestazioni sessuali in cambio di esami. E' l'accusa per cui la polizia giudiziaria del Nucleo di polizia economico-finanziaria di Napoli ha eseguito un'ordinanza del gip del Tribunale di Napoli che dispone, nei confronti di un docente di prima fascia - titolare dell'insegnamento di Diritto processuale civile nell'Università "Giustino Fortunato" di Benevento e all'Università "Federico II" di Napoli - la sospensione dall'esercizio del pubblico ufficio di docente universitario per 9 mesi come misura cautelare interdittiva. Le ipotesi di reato contestate sono induzione indebita a dare o promettere utilità e falsità ideologica. Risultano indagati anche diversi giovani di ambo i sessi che avrebbero accettato le offerte del professore, al quale non viene contestata infatti l'accusa

Coronavirus e crisi economica, de Magistris al Governo: “Datevi una mossa”

Secondo il primo cittadino di Napoli il Governo si è dimenticato delle città e dovrebbe agire “per immettere subito liquidità”, perché è a rischio “la tenuta sociale del Paese” “C'è un'esasperazione sociale che rischia di diventare tensione e conflitto, ma il Governo sta agendo molto lentamente e con poco coraggio. Sono preoccupato per l'Italia”. A dirlo il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, ai microfoni del programma Coffee Break di La7. “Il Governo non fa reddito di emergenza, non immette liquidità per le attività produttive, si è dimenticato dei sindaci e quindi dei servizi essenziali”, ha aggiunto il primo cittadino. “In Italia – ha proseguito – c'è un tema di contagio criminale che il Governo sottovaluta, altrimenti agirebbe in maniera più rapida,