La stanza

Coffee Break, i Racconti di NapoliTime Succede così. Conosci persone che per lungo tempo fanno parte della tua vita e ti riempiono la vita. E poi prendete strade diverse, per un lungo periodo siete divisi. E non si sa come mai, vi ritrovate, per uno strano e stupido gioco del destino, del

Granelli di Sabbia

Coffee Break, i Racconti di NapoliTime  In questo mondo corrotto, grigio e sporco, esiste un posto ancora incontaminato, che non è stato scoperto, toccato da mano occidentale. E’ un piccolo villaggio che vive nascosto tra la vegetazioni. Per accedervi, si dice che bisogna affrontare un lunghissimo e tortuoso cammino nel deserto, scalare

Le ceneri di Elena

Coffee Break, i Racconti di NapoliTime  E’ lunedì pomeriggio, il lunedì più brutto della mia vita. Ho qui davanti a me le ceneri di mio marito Carlo, morto giovedì in un brutto incidente d’auto. E’ stato un colpo dritto al cuore, avrei scommesso che saremmo invecchiati insieme, che la prima ad

Ciliegi rosa, in cucina

Coffee Break, i racconti di NapoliTime  La piccola stanza dell’ospedale, nel reparto di ortopedia è a nostra completa disposizione, la gentilissima infermiera mi ha detto che posso anche dormire qui, visto che è libera, cosa che certamente farò, non lo lascio mio marito da solo! Lui mi guarda dal suo letto, con

L’espiazione di Graziana

Coffee Break, i Racconti di NapoliTime Sto leggendo l'e-mail che pare uscita da un messaggio in bottiglia, ritrovato dopo anni che vagava in mare... Mi stupisco, vado su Facebook per scoprire se chi mi ha scritto ha preso da lì il mio indirizzo di posta ed in effetti, sciocca che sono,

La cattiva madre

Coffee Break, i Racconti di NapoliTime  Sono qui fuori dal pronto soccorso, fumo una sigaretta dietro l’altra, cazzo! Non mi sono mai vergognata così tanto. Sono sporca, ho le mani sporche, le unghie nere, sicuramente il mio odore sarà schifoso e al di là delle barriere del pronto soccorso c’è mia

Il dubbio di Silvana

Coffee Break, i Racconti di NapoliTime Sto suonando il campanello di una casa signorile, in pieno centro di Napoli. Al di là del portone che mi verrà aperto, troverò e conoscerò per la prima volta mia madre. Sono stata una bambina adottata, l’ho saputo presto, prima di affrontare la scuola e il

Elisabetta dagli occhi blu

Coffee Break, I Racconti di NapoliTime Mi stavo godendo l’ultima serata dell’anno, stravaccata sul divano , coi piedi sul tavolo da fumo avvolti in un plaid caldissimo, la tv accesa su un film che io e Marco avevamo serbato proprio per una serata speciale, e questa lo era per definizione.

Gli F24 e il biancocandy

Coffee Break, i Racconti di NapoliTime Il tir sta arrivando e non riesco a muovermi, sta per piombarmi addosso senza che io possa far niente, sono inchiodato a terra e per quanto tenti di tirarmi su non ce la faccio, sento il suono disperato e prolungato del clacson, mi riparo