Nel Cappello, opera prima di Cira Sorrentino, presentazione del cortometraggio

Nel Cappello è l'opera prima di Cira Sorrentino, attrice e regista vesuviana, già nota per i suoi sagaci videoclip postati sui social network. Il cortometraggio ha il Patrocinio dell’Assessorato ai Giovani e Politiche Giovanili del Comune di Napoli https://www.youtube.com/watch?v=RE1zqYBKUw0 Se si vuole dare voce a una piazza o a una stazione o una strada, è sufficiente metterci una telecamera e un microfono. E registrare. Se però di una strada, di una stazione o una piazza vuoi registrare i sentimenti, allora devi metterci te stesso. Una piazza, una fermata della metro, le suepanchine: un luogo che vive del passaggio di centinaia di persone che però, a questo luogo, non pensano. È un luogo che condividono per caso, momentaneo palcoscenico. Finché in questo spazio

VIDEO – Un giorno all’improvviso, m’innamorai di te. E’ Juve-Napoli o San Valentino?

L'ironia scanzonata de Gli Scusateci film-makers napoletani Ancora una volta nel weekend di S.Valentino, la festa degli innamorati, entrano in competizione due amori diversi: quello per una donna e quello per il Napoli. E’ cosa nota che contro la Juventus, per i tifosi partenopei, non è mai stata una partita come le altre. Figurarsi con la posta in palio che c’è adesso. Così, anche stavolta, Gli Scusateci, film-makers napoletani, non si sono fatti sfuggire l’occasione di ironizzare sul "conflitto" d’amore che ci sarà sabato: un fidanzato, pur di non far scoprire alla propria lei che il desiderio di vedere il match con i bianconeri è più forte di quello di trascorrere un romantico fine settimana insieme, le dedica una poesia, scritta apposta per l’occasione. La

“Vieni a vivere con me?” VIDEO de gliScusateci

Continua il filone sull'amore del divertente gruppo di filmakers made in Naples https://www.youtube.com/watch?v=Kp8iNELAKA8 gliScusateci, dopo aver spopolato in rete con video in cui ironizzavano su come le donne lasciano gli uomini e su come gli uomini tentano di lasciare le donne, in quest'ultimo "Vieni a vivere con me" si divertono a farci vedere gli "effetti" della convivenza su una giovane coppia. Risate, ma anche tanta "amara" verità. Almeno per il cosiddetto "sesso forte".

“Ti assumo. Ti licenzio. Ti…”. Il Jobs act visto da gliScusateci – VIDEO

In che modo il Jobs Act incrementerà le assunzioni in Italia? Aiuterà di più gli imprenditori oppure i lavoratori dipendenti? E soprattutto che tipo di percorso lavorativo garantirà ai giovani? Queste sono le domande al centro di “Ti assumo. Ti licenzio. Ti...” video de gliScusateci, gruppo di film-maker napoletani che con i loro videostanno conquistando il web. https://www.youtube.com/watch?v=JtoDb_msVF0 Con un mix di ironia e satira, gliScusateci mostrano alcune delle contraddizioni della recente riforma del lavoro emanata dal governo Renzi: la possibilità per le aziende di avere uno sgravio fiscale soltanto nel caso in cui assumano un dipendente “ex-novo” e non se trasformano un contratto di tipo determinato, che magari va avanti da 36 mesi, in uno indeterminato, e la cancellazione dell'articolo 18, nonostante

Come lasciano le donne (e gli uomini): VIDEO de gliScusateci

Ho bisogno di parlarti, riflessioni semiserie di film-maker napoletani “Meriti di meglio”, “Ho bisogno di una pausa di riflessione”, “Non sei tu, è il momento”. In quanti modi una donna può lasciare un uomo? E un uomo è in grado poi di lasciare una donna? Da questi due interrogativi nascono “Ho bisogno di parlarti” ed “Ho bisogno di parlarti... anch'io” video lanciati da gliScusateci gruppo di film-maker napoletani, che stanno spopolando sul web. Con la loro solita ironia, nel primo episodio Gli Scusateci si divertono ad enfatizzare le diverse tipologie di donna che, usando sempre le solite scuse, stroncano una relazione d'amore; mentre nel secondomettono in risalto la scarsa inventiva degli uomini nel trovare motivazioniplausibili alla rottura di un rapporto. Una cosa, però, che tutti

Torna ‘O Curt – il Festival del Cortometraggio 2014, occasione per i giovani cineasti

Alla sua XIV edizione si terrà al'Istitut Francais di Napoli, dal 19 al 22 novembre 2014. C'è tempo fino al 15 settembre 2014 per l'invio dei cortometraggi Napoli - 'O Curt - Festival del Cortometraggio, alla sua XIV edizione, destinato ai giovani cineasti ed appassionati di "corto", si pone nuovamente come appuntamento di rilievo nel panorama nazionale dei Festival cinematografici. Presentata il 27 giugno scorso al Convento di San Domenico Maggiore, la rassegna si svolgerà all'Istitut Francais di Napoli, dal 19 al 22 novembre 2014. L'iniziativa, nata nel 1996 come esperimento di vetrina locale per i giovani cineasti napoletani, consolidatosi nelle corso delle varie edizioni, si ripropone dopo due anni sempre all'insegna delle nuove tendenze e come occasione per la presentazione di forme cinematografiche e produzione audiovisivi brevi di qualsiasi genere (senza

“A Terra Madre”. Bagnoli come Terra dei fuochi, una video-denuncia artistica di Lello Traisci e Sasà Cosenza

"A Terra Madre". Bagnoli come Terra dei fuochi, una video-denuncia artistica di Lello Traisci e Sasà Cosenza Video testimonianza e denuncia del grave problema della terra dei fuochi. Esempio di grande collaborazione di artisti partenopei coesi nell'intento di fare Arte e cultura per svegliare gli animi del popolo. Ringraziamenti degli autori a tutti gli amici del LIDO POLA di Bagnoli (Na).

Idee in corto. Due identità, il nuovo video di Walton Zed fa luce sulla società odierna

Video arte di Walton Zed Vi siete mai chiesti quanto i Social Network influiscano sulle vostre scelte, sui vostri interessi e sulla vostra vita? Nasce Due Identità, il prodotto di video arte di Walton Zed dal taglio ironico che pone l'accento sull'impossibilità di rimanere immuni ai trend dell'oramai web 3.0. Share, like, comments, viral sono termini del gergo comune ormai, rientrati a forza in un sistema valoriale colletivo senza nemmeno che ce ne rendessimo conto. L' uomo moderno, come l'attore del video, si oppone e tentando inutilmente di sfuggire ad una visione quasi forzata di quello che accade nel web e cosa succede? Si ritriva "infettato" da quella che potremmo definire un'epidemia di "normalità" . Un'epidemia che si insinua a poco a

“Ma Quale Cazzo Di Happy”, per chi vuole sentirsi Happy senza negare la realtà

Crescono i contributi "Happy" inviati alla redazione di NapoliTime. Napoli, 13 maggio - E dopo Happy di Pharrell Williams e i tantissimi video amatoriali di gente felice intenta a ballare sulle note dell'allegria, ecco spuntare una divertente parodia dell'ormai tormentone di YouTube: "Ma Quale Cazzo Di Happy", un video realizzato a costo zero con passione e professionalità per divulgare un pensiero tristemente comune a molti giovani. "Non ho soldi e non ho amore, vivo a casa con mammà".Quale ragazzo italiano, dai 20 ai 35, non si riconosce in almeno un elemento di questa descrizione?Ecco come un gruppo di casertani spiega la realtà tra risate ed un pizzico di cinismo sulle note della ormai famosissima Happy di Pharrell Williams. L'idea, nata come parodia dei

NapoliTime vi vuole Happy

Inviaci il tuo filmato happy  Il brano di Pharrell Williams dal titolo Happy che è anche colonna sonora del film Cattivissimo Me2, sta riscuotendo consensi sia in campo musicale che in quelli videomusicali. La particolarità del brano, oltre al testo che è un chiaro invito alla felicità talvolta frutto di un amore lieto, risiede nel video. Questo è composto da un collage di persone normalissime che ballando esprimono la loro gioia ed al termine appare il chiaro invito “Where Happy You From?” ovvero “Da dove viene la tua felicità?" cui hanno risposto numerose città con iniziative in corso in tutto il mondo, visibili sul canale Youtube. In Italia, Firenze ha fatto da battistrada e NapoliTime vuole lanciare l’iniziativa per la pubblicazione

Idee in Corto: “Dies Irae”

Il cortometraggio di NapoliTime "Dies Irae" Diretto da Walter Rastelli. Scritto da Antonio Basile, Walter Rastelli e Alessio Mirra. Con Antonio Basile, Isabella Lubrano, Domenico Esposito, Gianluca Di Meo, Antonio Savino, Sara Scotto di Luzio, Sara Guardascione, Rita De Giovanni e Lucienne Perreca. Musiche di Raffaele Rastelli. Missaggio audio di Walter Rastelli.

Idee in Corto: “Nonsenso”

Il cortometraggio di NapoliTime "Nonsenso" Diretto da Walter Rastelli e Daniele Marcello. Scritto da Daniele Marcello. Con Antonio Basile, Gianluca Di Meo, Antonio Savino, Domenico Esposito, Walter Rastelli, Matteo Veronese, Daniele Marcello e Valentina Rizzo. E con le voci di Raffaele Rastelli e Gaetano Basile. Musiche di Antonio Basile, Raffaele Bennato e Walter Rastelli. Missaggio audio di Walter Rastelli.

Idee in Corto. Inviaci il tuo cortometraggio e sarà online con la nostra WebTV

I cortometraggi di NapoliTime NapoliTime premia la vostra passione. Siete autori o collaboratori per la produzione di un cortometraggio? Da oggi NapoliTime, attraverso la nuova WebTV, vi offre l'opportunità di vedere online i vostri progetti, con visibilità illimitata attraverso il giornale on line all'indirizzo http://www.NapoliTime.it. Mediante il quotidiano, che vanta già numerosi partner, la visibilità del vostro progetto è garantita. Per professionisti e non, se hai realizzato un cortometraggio, non esitare a contattarci, vedrai finalmente materializzarsi la tua passione e ne coglierai i frutti. Per info contatta la Redazione