Navigator Campania: “Anpal e Regione, quanto vale la vostra parola?”

Ci scrivono i vincitori della selezione Navigator per la Campania. Di seguito il loro comunicato stampa "Il 17 ottobre 2019, con l'accordo tra il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca e il Presidente di Anpal Domenico Parisi, abbiamo creduto fosse finalmente giunta la fine di un incubo che andava avanti da mesi. Quella stretta di mano rappresentava per la Campania, per i Navigator e per i percettori del Reddito di cittadinanza una nuova pagina per il mondo del lavoro, fatta di speranze, di buoni propositi e diritti finalmente riconosciuti. E invece, dopo le passerelle, i post sui social media e le dichiarazioni rese dai vari interlocutori coinvolti- che con tanta enfasi avevano annunciato il buon esito della questione-abbiamo scoperto amaramente di essere

Prostituzione e sversamento di rifiuti fuori al cimitero di via Terracina

"La via è completamente abbandonata a sé stessa” La denuncia dell’imprenditore Gennaro Tammaro: “Abbiamo in affidamento un’aiuola e ogni mattina ci tocca fare gli straordinari. Comune e Municipalità intervengano”. Un luogo di nessuno, che di notte diventa ritrovo di prostitute e sversatoio di rifiuti ingombranti a cielo aperto. Praticamente di fronte all’ingresso del cimitero di Fuorigrotta, via Terracina. Uno smacco, una situazione paradossale, ai limiti della decenza del vivere civile. È quanto denuncia l'impresario funebre Gennaro Tammaro con riferimento alla situazione igienico-sanitaria delle aiuole a lui affidate in quel tratto di strada. Per assicurare un minimo di decenza e di accoglienza a chi si reca a salutare e ricordare i propri cari, infatti, Tammaro ha da tempo adottato lo spazio verde con la volontà di

Rischia il carcere l’ex coniuge che non versa l’assegno di mantenimento

Art. 50 bis del codice penale: quanto pattuito in sede di separazione diventa un obbligo, pena un anno di reclusione Con l'entrata in vigore dell'articolo 570 bis del codice penale (previsto dal decreto 21 del 2018), l'assegno di mantenimento diventa obbligatorio: carcere fino a un anno e multa fino a 1.032 euro per l'ex coniuge che non paga quanto pattuito in sede di separazione o di divorzio in favore dell'altro coniuge o dei figli. La nuova disposizione ha l'intento di fare maggiore chiarezza rispetto al già esistente art. 570 ('Violazione degli obblighi di assistenza familiare') e secondo gli avvocati rappresenta una vera e propria "rivoluzione". Con l'introduzione dell'art. 570 bis "si amplia la tutela legale che il codice penale offre in ambito familiare,

Comitato di cittadini: soddisfazione e perplessità per l’inizio dei lavori per il tratto da piazza Mazzini a piazzetta Cariati

Pubblichiamo di seguito il comunicato stampa del Comitato Cittadino “Uniti X Corso Vittorio Emanuele”  “E’ da tempo che chiediamo al Comune di Napoli, un intervento risolutivo di rifacimento stradale e restyling - afferma il Presidente Ettore Ranieri - poiché troppi sono stati gli incidenti stradali ed è davvero inconcepibile il degrado ambientale a cui si è giunti lungo l’antica tangenziale di Napoli”. "C’è piazza Mercadante dimenticata, piazza Mazzini da riprogettare e la stessa piazza Cariati da risistemare, parcheggi da realizzare, etc.  (non si può pensare di migliorare la viabilità senza considerare gli incroci). "Già durante la conferenza, tenuta lo scorso aprile al Grand Hotel Parker’s, si è sottolineata l’importanza dell’arredo urbano, di un’illuminazione più efficiente, di aree a verde e di sosta delle autovetture

Dillo a #NapoliTime – Vomero-Arenella: NO a parcheggi privati su suolo pubblico

Si rinfocolano, in questi giorni, i dissensi e le polemiche, in atto da diverso tempo a questa parte, nei quartieri collinari del Vomero e dell'Arenella, sulla realizzazione di nuovi parcheggi interrati privati su suolo pubblico Tra i parcheggi più discussi quello in piazza degli Artisti, per il quale il TAR Campania ha dato il via libera ma la cui realizzazione sta suscitando veementi proteste tra residenti e commercianti che culmineranno in una manifestazione pubblica che si terrà il 20 aprile prossimo nella stessa piazza. A scendere ancora una volta in campo è Gennaro Capodanno, ingegnere, presidente del Comitato Valori collinari, già presidente della Circoscrizione, fondatore, già anni addietro, sul social network  Facebook  del gruppo: “La collina dice basta a cantieri e

Dillo a #NapoliTime – Vomero: la primavera è arrivata, la potatura no

I rami di alcuni platani, che in diverse strade sono privi da tempo della necessaria potatura, arrivano oramai fino ai piani alti degli edifici, raggiungendo finestre e balconi Un nuovo pressante appello viene lanciato dalla collina del Vomero all’amministrazione comunale. “Con l'arrivo della primavera, le prime belle giornate, i platani secolari che adornano molte strade e piazze del quartiere collinare, sono oramai gemmati ed in qualche caso sono spuntate anche le prime foglioline, ma a tutt’oggi non è ancora iniziata l’operazione di potatura -  afferma Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari -. Un’operazione che si sarebbe già dovuta fare nei mesi scorsi anche in considerazione dei problemi che hanno afflitto, anche in un recente passato, tali alberature“. “I rami di alcuni

Dillo a #NapoliTime – Vomero: imbrattato muro di cinta della Floridiana

Necessaria una campagna di sensibilizzazione che coinvolga le scuole “Adesso basta! Si è superato ogni limite anche per un'eccessiva tolleranza verso questi imbrattatori che nel capoluogo partenopeo  deturpano e degradano non solo il patrimonio artistico ma anche le mura di fabbricati pubblici e privati. Bisogna tutelare il decoro urbano, mettendo in campo tutte le iniziative tese a individuare gli autori e a comminare le sanzioni del caso, anche con il ripristino, a loro spese, di monumenti, edifici e mura imbrattate“. E’ l'ennesima segnalazione di Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, rivolta alle autorità competenti affinché vengano presi provvedimenti, non più procrastinabili,  nei confronti di coloro che, da un poco di tempo a questa parte, si divertono ad imbrattare i muri,

Dillo a #NapoliTime – Vomero: troppe deiezioni canine per strada

"Dite ai vostri incivili padroni di raccogliere i vostri escrementi" "Al Vomero monta di nuovo la protesta di residenti e di commercianti, accomunati, nell’occasione, in una battaglia di civiltà, visto che molti marciapiedi della municipalità collinare sono diventati intransitabili per i pedoni, per la presenza di un notevole mole di deiezioni canine, lasciate sul posto anche per un lungo lasso di tempo, senza che si provveda a rimuoverle". A dar voce ai cittadini è ancora una volta  Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari. "Purtroppo il fenomeno è determinato dall’inciviltà di una parte dei padroni degli animali, che non vogliono proprio saperne di munirsi di scopino, paletta e sacchetto per rimuovere dal suolo gli escrementi depositati dai propri cani – puntualizza Capodanno

Dillo a #NapoliTime – Vomero: quartiere invaso da accattoni e questuanti. Richiesta di un’ordinanza sindacale contro l’accattonaggio molesto

Restituire decoro e dignità al quartiere collinare, questa la richiesta del Comitato Valori collinari  "Non ne possiamo più! Le autorità preposte devono assolutamente intervenire rispetto a un grave problema la cui soluzione non è più ulteriormente rinviabile – esordisce Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari -. Il Vomero da quartiere bene della Città si è trasformato in una sorta di Corte dei miracoli, un quartiere con un numero sempre crescente di accattoni, di mendicanti e di venditori di calzini e di articoli vari, che esercitano la mendicità in maniera invasiva, tartassando continuamente i passanti con richieste insistenti e petulanti, le quali, non raramente,  esasperano le persone al punto che in qualche caso si è assistito anche a diverbi piuttosto accesi. Non

Dillo a NapoliTime – Funicolare Centrale: si allungano i tempi del fermo!

Il fermo dura dal 1° agosto dello scorso anno. Dai dieci mesi iniziali, già si passa a un anno Gennaro Capodanno presidente del Comitato Valori collinari, si dichiara insoddisfatto e deluso, esprimendo, ancora una volta, forti dubbi e perplessità sull'eccessiva durata dei lavori alla funicolare Centrale, con un fermo che dura dal 1° agosto dell'anno scorso per la revisione ventennale, fermo che purtroppo, a seguito delle notizie sortite dall'odierno sopralluogo, invece di ridursi, come auspicato da più parti, aumenta, passando da dieci mesi a un anno. "E' vero - afferma Capodanno - che si tratta di lavori d'una certa entità che riguardano la ristrutturazione e l'ammodernamento della linea, la revisione delle carrozze, della sala macchine, la sostituzione di componentistica e dell'impiantistica di rete,

Lettera alla Redazione – Sindacati scuola poco credibili, hanno abbandonato i docenti precari

Gentile direttore, sono una docente precaria, e mi definisco vittima della Buona Scuola di Renzi. E non solo, non mi sento rappresentata da nessuna sigla sindacale. Mi chiedo spesso se ha ancora senso continuare a pagare l'iscrizione e le relative quote. Purtroppo, tutti i sindacati a tutela del settore della scuola e dei docenti precari, abilitati e non, sono diventati centri di servizio, soprattutto studio legale e agenzie di aggiornamento. I sindacati scuola hanno ormai da tempo abbandonato la lotta e la battaglia sindacale, anche a favore dei docenti precari della scuola italiana, siano essi abilitati e non, e spesso si sono trasformati in burocrati dediti ai tavoli sindacali delle norme che la burocrazia ministeriale scrive con loro. I  sindacati dovrebbero essere associazioni

Lettera alla Redazione – Saldi: formula superata, occorre liberalizzarli

Al via i saldi in Campania, proseguiranno fino al 2 marzo. 250 milioni di potenziale spesa nella nostra regione. Qui l'invito di Confesercenti Campania: "Si spendano nelle attività commerciali sotto casa, ogni giorno chiudono 16 aziende" Napoli, 5 gennaio - "Le polemiche di questi giorni, generate dalla diversa data stabilita dalle regioni italiane per la partenza dei saldi invernali,  sono l'ennesima testimonianza della necessità di superare una formula di vendita che risulta oramai obsoleta e superata". E' quanto afferma Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari. "Nel corso dell’ultimo quarto di secolo – puntualizza Capodanno -, i saldi hanno subito una vera e propria rivoluzione. Se fino agli anni novanta rappresentavano per i clienti ed i negozianti la fine di una

Dillo a #NapoliTime – Tangenziale di Napoli: abolite il pedaggio

Ad aggiungersi al coro anche un'associazione territoriale del Vomero con un gruppo su Facebook Napoli, 27 dicembre - Come ogni fine d’anno ritorna alla ribalta delle cronache la notizia di un possibile ulteriore aumento del pedaggio sulla Tangenziale di Napoli (vai all'articolo), che potrebbe scattare con l’inizio dell’anno nuovo. L'aumento potrebbe portare il balzello, versato da lustri dai napoletani, dagli attuali 95 centesimi, per i veicoli a due assi, a un euro tondo. "L’unica strada di questo tipo in tutta Italia, se non in tutta Europa, dove gli automobilisti per transitare devono pagare un oneroso balzello – afferma Gennaro Capodanno, fondatore anche su Facebook di un gruppo che chiede da tempo l’abolizione del pedaggio sull’importante arteria cittadina -. Sarebbe davvero troppo continuare

Dillo a #NapoliTime – Arenella: dove sono finite le luminarie di piazza Medaglie d’Oro?

Le vie delle luminarie di Natale 2016, inserite nel programma reso noto dall'amministrazione comunale, sono spente "Dove sono finite le luminarie che dovevano essere installate nel quartiere Arenella, segnatamente in piazza Medaglie d'Oro, in via Tino di Camaino, in via Mario Fiore e in piazza Fanzago, tutte comprese tra le vie delle luminarie per il Natale del 2016, nel programma reso noto dall'amministrazione comunale, a fine novembre, che prevedeva una spesa complessiva per tutti i quartieri di Napoli di 800mila euro, così come diffuso dagli organi d'informazione?". A porre la domanda è Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, anche su sollecitazione dei residenti e dei commercianti della vasta area posta nei dintorni di piazza Medaglie d'Oro, dove a tutt'oggi non è