Navigare, 15mila presenze nel primo weekend

“Nautica e beneficenza”, l’associazione del presidente Gennaro Amato impegnata in una doppia azione di solidarietà con le Onlus: 30 bimbi del Santobono-Pausilipon in gita in barca con l’ANRC Napoli, 24 ottobre – Due yachts da 50 piedi, messi a disposizione dall’organizzazione del Navigare - l’evento nautico in svolgimento al circolo Posillipo sino a domenica 28 - hanno ospitato trenta bambini dell’ospedale Pausilipon per una giornata di spensieratezza e felicità. Una delegazione dei piccoli ammalati, accompagnati dalla dottoressa Laura Catapano, musicoterapista del nosocomio, è salita a bordo delle imbarcazioni per una gita nel golfo di Napoli e successivamente sono stati ospitati a pranzo sulle terrazze del circolo. “Nautica e beneficenza”, questo il messaggio voluto da Gennaro Amato, presidente Anrc, che   dichiara: “Da anni

#VentiRighe – Violenze sessuali, non è per l’Italia maglia nera

  Rallegriamoci, strappiamo applausi alla platea e richieste di bis: in Italia, ogni giorno, solo undici donne di ogni età denunciano di aver subito la violenza dello stupro E che volete che sia. In Germania il dato è ben più alto, oltre 29 mila e non è il top, perché la civilissima Great Britain detiene il primato con circa 36 mila denunce, seguita dalla Francia (quasi 20mila), dalla Svezia (11mila) da Spagna e Belgio (più di 8.000 e 7.000). E l’Italia? È un Paese “virtuoso”se valutato in termini di stupri, con sole quattromila denunce. Detto così potremmo complimentare, ma attenti, non ve n’è ragione, perché rimane impressionante sapere dagli statistici che nel nostro Paese undici donne, giorno dopo giorno, subiscono violenze sessuali. Se poi, com’è

#VentiRighe – Uragani e terremoti. Madre natura, o natura matrigna?

Madre natura, o natura matrigna, questo il dilemma che credenti e atei dibattono senza venirne a capo Le imperfezioni del nostro pianeta sono però vistose. Ghiaccio ai poli, terre bollenti, aride, inutilmente sabbiose in Africa e non solo, devastanti inondazioni, terremoti, tsunami, uragani, drammatiche siccità. Poteva far meglio chi dicono che abbia creato l’Universo? L’ultimo insulto sconvolge per vie senza nesso tra loro, ma ugualmente distruttive, il centroamerica, con venti di 300 chilometri-ora che spazzano ogni cosa al loro passaggio. A proposito, Trump dichiara “Sono molto preoccupato, venti mai visti". E ci si chiede come osi dopo aver rifiutato di sottoscrivere il progetto mondiale per la riduzione dei gas tossici nell’atmosfera, responsabili dei mutamenti climatici. Il Messico, la terra che Trump vorrebbe

#VentiRighe – L’apocalittica Irma arriva sulla “Miami di Trump”

Il sindaco di Miami Beach lo ha definito “uragano nucleare” Giovanotti e signorine in età inferiore ai trenta, poco sanno di “Irma la dolce”, romantico musical e film degli anni sessanta, ma sono informati dell’Irma devastante uragano, delle sue vittime, di incalcolabili danni che provoca a intere aree squassate dal terribile evento. Impossibile non pensare alla truculenta indifferenza di Trump per la ribellione della natura agli insulti dell’uomo che appesta l’atmosfera e sconvolge il clima. Complice di petrolieri e inquinatori per profitto, che hanno contribuito con milioni di dollari alla sua incredibile elezione, il presidente americano si è dissociato dalle scelte mondiali di ridurre le emissioni di gas tossici. Ora deve vedersela con un’Irma per nulla dolce, che dalle sue parti uccide

#VentiRighe – Apocalisse nucleare?

Ventimila bombe nucleari con una potenza media trenta volte superiore a quella di Hiroshima. Duemila sono montate su missili pronti al lancio La Terra, non lo ha pronosticato Nostradamus, ma lo dice la cronaca di questo bislacco terzo millennio, potrebbe sparire presto dall’Universo e regalare quiete eterna a quanti si affannano da sempre per capire l’impossibile, ovvero cosa ha generato il creato. Su cosa si deve puntare per scongiurare il boooooom!!! che sbriciolerà il nostro pianeta con il tiro incrociato di missili nucleari e altri orrendi strumenti di morte collettiva? Risposta non pervenuta. Il destino dell’umanità potrebbe dipendere dal dito indice di Trump e Kim-Jong-in che preme sul bottone rosso del “go” al lancio di ordigni dal potenziale distruttivo immensamente superiore

#VentiRighe – La faccia immorale del calcio

Non si fa errore se si scrive una cifra con nove zeri. Come direbbe Totò, non sono quisquilie gli euro e i petrodollari trasferiti da cassa a cassa di quello che nel mondo balordo del calcio non ci si vergogna a chiamare “mercato”, considerato che si tratta di giocatori, cioè di persone I padroni del gioco più diffuso e praticato del pianeta, al tempo dei Borghi, Lauro, Ferlaino, Agnelli, Moratti, Berlusconi, erano industriali appassionati ai primi posti nella graduatoria delle ricchezze aziendali e personali. Quindi nessuna casualità se nelle bacheche di Juventus, Milan, Inter fanno bella mostra di sé coppe e testimonianze di scudetti vinti. I numeri? 33 sono juventini, 18 interisti, altrettanti del Milan. Per tutti gli altri briciole, primati

#VentiRighe – Allarmi, son neofascisti

Eccesso di pessimismo? Vediamo. Cari figli e nipoti, niente o poco c’è nella vostra mente distratta dal bene e dal male del modernismo di quanto l’Italia e il mondo hanno patito, vittime dell’onda anomala del nazifascismo, di uno tsunami apocalittico Molti di voi non condividono il chiaro, netto, perfino violento antifascismo dei vostri padri, dei vostri nonni, che quell’infame dittatura hanno vissuto sulla loro pelle. Scalfisce poco l’agio di vivere in questa democrazia il racconto dei superstiti di pagine di storia scritte dal fanatismo di popoli plagiati, perciò non coscienti, dalla megalomania disumana di Hitler e del suo servo sciocco Mussolini. Allora, vi ricordiamo la tragedia di sei milioni di ebrei sterminati, il carcere e l’esilio dei dissidenti, l’olio di ricino

#VentiRighe – Più inferno che carcere

Ho provato. Ho chiuso gli occhi e mi sono ritrovato virtualmente nella cella di un carcere [Sono in attesa di giudizio, indagato per spaccio di droga. In realtà ne faccio uso personale e me ne sono fornito in una certa quantità in Colombia durante un viaggio mirato a procuramene piuttosto agevolmente. Mi sono illuso di farla franca. Sbarcato in Italia, hanno scoperto nella valigia venti dosi di eroina, fiutate dal pastore antidroga di un finanziere. Arresto e trasferimento in carcere nel furgone della polizia penitenziaria. Ad occhi chiusi, dalla memoria fotografica sono emerse le drammatiche immagini di Rudolf Kruger: celle lager, detenuti in condizioni subumane, spazi angusti, servizi igienici senza privacy. Con gli occhi chiusi ho scorso le righe di articoli

#VentiRighe – Siorini (Noi con Salvini), uno da album fotografico di Lombroso

Osservate con attenzione la fotografia dell’ominide al fianco di Salvini. Non è forse compatibile con il campionario di subumani messo insieme con pazienza scientifica da Lombroso? Nessun dubbio, sì. Il leghista, all’anagrafe Saverio Siorini, segretario della Lega di San Giovanni Rotondo, esponente foggiano di “Noi con Salvini”, ha osato parlare, non avendone evidentemente diritto. In riferimento all’orrenda violenza subita da una giovane turista sulla spiaggia di Rimini, stuprata da quattro malviventi, ha manifestato la seguente riflessione, che esistesse il carcere per scempiaggini immonde lo avrebbe dovuto accolto e ospitato a lungo: “Ma alla Boldrini e alle donne del Pd quando dovrà succedere?... Auguro una castrazione chimica a tutti gli stupratori e la rabbia del popolo a tutti i complici del Pd”. Ma c’è davvero una parte

#VentiRighe – Vade retro Satana

Per i più, e ne faccio parte, il culto di satana è un angolo buio della società multiculturale e politeista che altre sette, di ben altra dimensione per numero di credenti, condannano come pratica sacrilega In termini esattamente opposti gli adoratori del demonio (“angelo cacciato dal Dio dei cattolici”) addebitano a Cristo i mali del mondo. Eguali discriminanti connotano altri culti, ciascuno autoreferenziale, fino all’estrema ratio di scatenare guerre di religione. Come definire altrimenti le crociate, il fondamentalismo islamico o per contiguità, seppure indiretta, l’arianesimo nazista? Di queste millenarie ostilità si appropriano i poteri forti del mondo e li esibiscono come alibi per legittimare la rapina di risorse in danno di aree del mondo assoggettate con la violenza delle armi. Ha

#VentiRighe – Sgombero a Roma. Colpa di tutti, cioè di nessuno?

“Extracomunitari ladri stronzi dovete morire subito. Se mi date della razzista non me ne frega un c…o” L’aria che tira nel guazzabuglio della politica italiana ha il marchio del caos indotto dal sistema dei partiti per mascherare la colpevole incertezza sul futuro prossimo e a lungo termini. A questa premessa fa capo la nebulosa contrapposizione tra chi difende la violenza della polizia, che a Roma ha operato lo sgombero di abitazioni occupate da migranti e chi mette in stato di accusa le cariche di agenti in assetto anti sommossa. Nello scambio di accuse si inserisce la polemica partitica sulle responsabilità. L’ordine di sgombero si deve alla Raggi, a cui spetta l’assistenza agli immigrati, il tipo di intervento è competenza di Questura

#VentiRighe – Sciacalli

Sciacallo nel mondo della fauna è sinonimo di profittatore, di cinico parassita che si nutre senza alcuno sforzo per procacciarsi il cibo, che azzanna i cadaveri di altri animali Un suo pari è l’avvoltoio che si vede volteggiare nel cielo in attesa di piombare su corpi inanimati. I celebri linguisti Devoto e Oli di là dalle caratteristiche dei due animali, sentenziano: “Sciacallo, squallido saccheggiatore di rovine, losco sfruttatore di sventure”. “Avvoltoio, persona avida e rapace”. La realtà corrisponde con precisione alle definizioni e non bisogna risalire ai tempi andati per condividerle. Solo un cenno al passato, quando alcuni saccheggiatori in divisa toglievano ai nemici uccisi in guerra orologi, portafogli, anelli; quando delinquenti facevano razzia di quanto rimaneva nelle case bombardate e incustodite.

#VentiRighe – Un miracolo chiamato Ciro

Abbiamo vissuto tutti, ma proprio tutti, la tenerissima età di undici anni. Per chi alle spalle ha molti lustri di permanenza sulla terra quella tappa del vissuto evoca ricordi di ingenuità, mammismo, poca scaltrezza e scarsa indipendenza Il tempo non si è fermato e i fanciulli di oggi, per loro fortuna, alla stessa età se la cavano con intelligenza precoce nelle più ardue difficoltà. Ieri, per complesse motivazioni, la terra ha tremato a Casamicciola, cioè in una propaggine dei Campi Flegrei, terra ad alto rischio sismico. Per cause molteplici ha violato l’area collinare dell’isola. Esperti di vulcanologia e geologia, proveranno a spiegare perché ne sono usciti quasi indenni i luoghi al livello del mare. Una spiegazione parascientifica sostiene, ma è da

#VentiRighe – Sindaco, ti scrivo questa lettera che spero leggeraiv

Da recapitare a Federico Sboarina neo sindaco di Verona, eletto da Lega Nord, Forza Italia e Fratelli d’Italia cioè dal peggio della destra: in un elegante pacco rivestito da carta di pregio con impresso in bella evidenza il logo del Vesuvio, Sboarina troverebbe una grande medaglia di latta e la dedica “Alla città leader del razzismo nazionale”, con l’attestato di adesione all’invio firmata “i napoletani” Non accadrà. Dalle nostre parti non esiste un razzismo al contrario e ci basta aver compassione per i veronesi amministrati da Sboarina. Ieri, niente di nuovo allo stadio Bentegodi del Verona, dove il Napoli ha umiliato con il suo gioco spettacolare, creativo, autoritario un avversario pavido, inutilmente difensivista, a disagio nel confronto impari con gli azzurri