Muore di fame Amal, la bambina di 7 anni diventa simbolo dello Yemen

L'Onu: "la peggiore crisi umanitaria nel mondo". Simbolo della tragedia che sta vivendo lo Yemen e dei 400 mila bambini yemeniti che soffrono la fame È morta di fame Amal, una bambina di soli 7 anni ed è diventata così il simbolo di un Paese, lo Yemen, e della sua guerra dimenticata che ha provocato "la peggiore crisi umanitaria nel mondo" denunciata dal segretario generale dell'Onu Antonio Guterres che ha chiesto una "tregua immediata". Una foto dura e di cui il New York Times ha rivendicato la pubblicazione: "sarebbe stato un torto per le vittime di questa guerra pubblicare immagini ripulite che non riflettessero appieno la loro sofferenza". Il giornalista Declan Walsh e il fotografo Tyler Hichs hanno trovato Amal in un

Iran, attacco terroristico dell’Isis: nel mirino degli attentatori Parlamento ed mausoleo di Khomeini, 12 morti

Doppio attacco terroristico con un bilancio provvisorio di 42 feriti, alcuni in gravi condizioni e 12 morti. Due assalitori si sono fatti esplodere nei due obiettivi. L'Isis rivendica l'azione criminale Terrore a Teheran questa mattina. Un commando di 4 persone ha assaltato il palazzo del Parlamento iraniano ed il mausoleo di Khomeini sparando su chiunque capitasse a tiro. Due kamikaze si sono fatti esplodere in entrambi i luoghi assaltati. Drammatico il bollettino delle vittime, almeno 12 morti e 42 feriti. Molte delle persone rimaste ferite sono ora ricoverati in quattro ospedali della capitale in gravi condizioni. La situazione all'interno del Parlamento iraniano è ora sotto controllo. A confermarlo è stato il presidente del Parlamento iraniano, Ali Larijani, che ha presieduto oggi una seduta a porte

Attentato contro la Jame-Mosque di Herat City, 7 morti e circa 20 feriti

Non sono state ancora accertate le cause dell'esplosione Kabul, 6 giugno - Il ministero dell'interno a Kabul ha reso noto il bilancio provvisorio dell'attentato realizzato oggi contro la Jam-e-Mosque di Herat City, capoluogo della omonima provincia occidentale afghana. 7 morti ed una ventina di feriti è il primo bilancio delle vittime. Ancora non è chiaro cosa ha determinato l'esplosione che non è stata ancora rivendicata. In mattinata, un razzo è esploso nell'area dall'ambasciata indiana nella capitale afghana, mentre si aprivano i lavori della Conferenza internazionale per la pace e la cooperazione per la sicurezza.

Brexit, conto salato per Theresa May

La rude May: pensava di andarsene senza grandi penali Conti sbagliati in casa May, prima ministra di Great Britain nel turbine di un ciclone anti Brexit che l’investe in patria e non solo, con ventate inaspettate anche di parte dei connazionali che hanno detto sì all’esodo dalla Ue. Succede che l’Europa non fa sconti e pretende il pagamento dei debiti che la “perfida Albione” ha contratto con la Comunità. Bruxelles li calcola in cento miliardi di euro, il governo inglese contesta la dimensione del credito avanzato da Ue e la May prova a respingere al mittente le linee guida dell’Europa sul negoziato per il divorzio. Ma a che titolo? Le regole del “gioco” le detta Bruxelles che nella trattativa impugna il

#VentiRighe – Grazie America

Ha vinto un ignorante in sintonia con le lobby del petrolio, dei produttori e commercianti di armi, della potente comunità ebraica, del dittatore turco Erdogan, della Russia di Putin, delle destre di mezzo mondo Considerato il buonismo di politici eccellenti e giornalisti blasonati che a tambur battente hanno gareggiato nella corsa per accaparrarsi la benevolenza del vincitore, come accade dai tempi dei cavernicoli, l’attesa è per l’incognita del primo che conquisterà il privilegio di stringere la mano e magari abbracciare Donald Trump, con tanto di rito di consacrazione dell’ipocrisia mondiale. Personalmente suggerirei a mister John R. Phillips, ambasciatore USA d’Italia, di cercarsi un’occupazione alternativa. Egli ha osato dichiarare empatia con Hillary Clinton. Ai musulmani integrati nella comunità americana, minacciati di espulsioni in

#VentiRighe – Trump e Clinton, due impresentabili con diverse sfumature di grigio

L'"insalata mista", ricca di insulti, volgarità, spiate, corna, sessismo, omofobia, razzismo, gossip, intrusioni di hacker, è servita Sulla tavola degli americani e del mondo il piatto del menu fisso è stato per l’allucinante durata di troppi mesi l’“insalata mista” ricca di insulti, volgarità, spiate, corna, sessismo, omofobia, razzismo, gossip, intrusioni di hacker delle due sponde, furibondi botta e risposta di fanatici ultra pro Trump ed esaltati tifosi della Clinton. Liberarsene è certamente un sollievo che sottrae l’opinione pubblica degli States e dell’intera umanità al supplizio di titoli, editoriali, dossier, che hanno saturato come invasioni barbariche il mondo dei media. Vista da altra angolazione la fine della competizione per succedere a Barak Obama apre scenari preoccupanti. Qualcuno, interprete di sentimenti diffusi, si è chiesto

Strage di Pasqua in Pakistan: 15 arresti. Intanto il bilancio delle vittime è salito a 72 e 340 feriti

Tra i fermati anche il fratello dell'attentatore, le operazioni di polizia sono ancora in corso Islamabad, 28 marzo - La polizia pachistana ha arrestato nelle ultime ore 15 persone per l'attentato di ieri, intorno alle 19 ora locale, nel parco di Lahore. Tra queste vi è anche il fratello del kamikaze che si è fatto esplodere tra le famiglie che festeggiavano la Pasqua nel parco di Lahore. L'attentatore sarebbe Yousuf, 28 anni, figlio di Ghulam Farid e residente nel distretto di Muzzafargarh. Intanto è salito a 72 il numero dei morti e fra questi 30 bambini colpiti a morte mentre giocavano. Tra le vittime anche tante donne. I feriti sono 340 ma i dati sono ancora provvisori. A rivendicare l'attentato il gruppo

Pasqua di sangue in Pakistan, 63 morti e 300 feriti per un attacco kamikaze in parco pubblico affollato di famiglie

Un kamikaze si sarebbe fatto esplodere - secondo la tv Dawn News - nell'Iqbal Park che si trova nella città a nordest del Paese, gremito di gente Islamabad, 27 marzo - E' di 63 morti e oltre 300 feriti il bilancio dell'attacco suicida di oggi in un parco pubblico di Lahore, nel Pakistan centrale, gremito di famiglie cristiane per la Pasqua. Lo riferisce Pakistan Television. Le autorità hanno dispiegato l'esercito nell'area che è stata chiusa al pubblico. Negli ospedali della città è scattata l'emergenza. La maggior parte dei morti e dei feriti sono cristiani. L'esplosione, che ha mandato in frantumi le finestre degli edifici circostanti, è avvenuta nel parcheggio del parco Gulshan-e-Iqbal Park, nei pressi di un ingresso e a pochi

Bruxelles, i numeri di una strage: 32 morti, 270 feriti, 3 kamikaze morti ed uno in fuga. Ma i terroristi volevano colpire le centrali nucleari

Probabile donna italiana tra le vittime, si tratterebbe di Patricia Rizzo scomparsa dopo l'attentato a Malbeek Il bilancio ufficiale delle vittime agli attacchi di martedì a Bruxelles continua a salire e secondo il ministro della Sanità belga, Maggie De Block, il bollettino di sangue è di 32 morti e 300 feriti, di cui 61 in terapia intensiva. Tra i morti sono stati identificati, per ora, solo tre italiani. Attualmente i familiari di una delle vittime, una donna italiana, è assistita dall'ambasciata italiana in Belgio in attesa della fase di identificazione. "E' in corso la fase di riconoscimento - ha aggiunto Maurizio Lupi, capogruppo di Ap - i familiari sono con il console a Bruxelles. Era una donna che prendeva la metropolitana

Terrore all’aeroporto e alla metro di Bruxelles: due bombe, 11 morti

Due esplosioni all'aeroporto di Bruxelles, lo riporta la Bbc online Bruxelles, 22 marzo - Almeno 11 morti. Questo il primo bilancio delle esplosioni all'aeroporto di Bruxelles, secondo alcuni media. Le esplosioni hanno colpito l'area dei check in delle partenze verso gli Stati Uniti. Lo rende noto il sito de Le Soir. Subito dopo le esplosioni nell' aeroporto di Bruxelles, lo scalo è stato chiuso e secondo i media locali per il traffico aereo si sta predisponendo un piano di emergenza per deviare i voli su Charleroi. Interrotti anche i collegamenti ferroviari da e per l'aeroporto. Le autorità belghe hanno lanciato il piano catastrofi per fare fronte alle conseguenze delle due esplosioni che hanno devastato l'area partenze dell'aeroporto Zaventem di Bruxelles. Alcuni media già

Tragedia in Catalogna, 13 giovani vittime. 7 studentesse italiane tra queste l’irpina Valentina Gallo

Un colpo di sonno dell'autista all'origine del ribaltamento dell'autobus "Lo siento, me he dormido", 'Mi dispiace, mi sono addormentato'. Questa la confessione dell'autista del bus a bordo del quale viaggiavano le 13 ragazze vittime dello scontro in Catalogna, secondo la ricostruzione del quotidiano spagnolo La Razon. Tra le vittime ci sono 7 ragazze italiane, sull'autobus viaggiavano 57 studenti Erasmus assegnati a Barcellona, di 22 nazionalità diverse. Le autorità spagnole hanno confermato sia il numero che reso noto i nomi. Sono Francesca Bonello; Elisa Valent; Valentina Gallo; Elena Maestrini; Lucrezia Borghi; Serena Saracino; Elisa Scarascia Mugnozza. Le famiglie, si apprende, sono informate ma non hanno ancora fatto il riconoscimento, tranne per Valentina Gallo. Nell'incidente hanno perso la vita anche due giovani tedesche, una romena,

Una “morte lenta” per Giulio Regeni, l’Italia vuole la verità

Il ricercatore italiano è stato ucciso al Cairo, non c'è ancora nessun indiziato Giulio Regeni, un ricercatore universitario, è stato trovato senza vita al Cairo (Egitto), ora il suo corpo si trova all'Ospedale italiano 'Umberto I' del Cairo. Il cadavere del ragazzo è stato recuperato da un fosso nella periferia della capitale egiziana. Secondo quanto afferma il procuratore egiziano alla Associated Press, il ragazzo mostrava segni di tortura, bruciatura di sigarette, ferite da coltello e segni di una morte "lenta e dolorosa". Ma il direttore dell'Amministrazione generale delle indagini di Giza aveva detto che "le indagini preliminari parlano di un incidente stradale e ha smentito che Regeni "sia stato raggiunto da colpi di arma da fuoco o sia stato accoltellato". Il ministro degli

Attacco terroristico a Giacarta: almeno 7 morti, arrestati 4 presunti attentatori

Arrestati 4 presunti attentatori, le esplosioni hanno coinvolto varie zone della capitale indonesiana Il bilancio delle esplosioni che hanno colpito la zona centrale di Giacarta è di almeno 7 morti e diversi feriti. A renderlo noto è stata la polizia indonesiana, che ha annunciato anche che l'attacco terroristico è finito e che le forze di sicurezza hanno il controllo della situazione. Tre le vittime anche un cittadino olandese che lavorava per le Nazioni Unite. Quattro presunti attentatori son stati arrestati, altri sarebbero in fuga. Inoltre tre agenti sono rimasti gravemente feriti negli attacchi vicino al centro commerciale Sarinah. Le esplosioni sono avvenute in luoghi diversi, nel raggio di 50 metri nel distretto degli uffici, zona che ospita anche una rappresentanza dell'Onu. Nel distretto

E’ morto David Bowie, addio al Duca Bianco del rock

Aveva appena festeggiato 69 anni ed era malato da tempo di tumore Londra, 11 gennaio - Una carriera lunga 50 anni, la musica e tutti i suoi fan dicono addio al Duca Bianco del rock. Scomparso a 69 anni, il gigante della musica britannica era malato da 18 mesi. Aveva da poco pubblicato l'ultimo album della sua carriera "Blackstar", il 27/mo album di una carriera musicale che iniziò 49 anni fa. L'annuncio è stato dato da parte della famiglia sull'account ufficiale Twitter dell'artista, con la richiesta di rispettare la sua privacy, pur sapendo che il loro dolore sarà condiviso da molti. Il premier britannico David Cameron ha scritto in un  tweet: "Sono cresciuto ascoltano e guardando il genio pop di David Bowie. Era un maestro nel