Colonia, aggressioni sessuali a Capodanno. Il sindaco convoca summit d’emergenza

Cento aggressioni a sfondo sessuale in una sola notte, quella di Capodanno, in Germania. La polizia sospetta di un gruppo di circa 20 persone di origine nordafricana. Si tratta di una nuova forma di criminalità organizzata secondo il ministro della Giustizia, Heiko Maas. Registrate 90 denunce per molestie e furti a Colonia, dove sarebbe avvenuto anche uno stupro, e dieci ad Amburgo Colonia, 5 gennaio - Nella notte del 31 dicembre decine di donne sono state molestate a Colonia da un gruppo di uomini ubriachi nella zona della stazione centrale e del Duomo. Lo ha riferito la polizia di Colonia che sta indagando su quelli che sono stati definiti "delitti pesanti di tipo sessuale" e di vera e propria violenza. Si tratta di "reati di una

Paura a Los Angeles, allarme bomba: si ritorna a scuola dopo minaccia ritenuta dall’Fbi “non credibile”

Verranno riaperti nella giornata di oggi gli oltre 1.500 edifici scolastici chiusi a Los Angeles in seguito ad una minaccia diffusa via e-mail, dopo che la Fbi l'ha definita "non credibile", secondo quanto riferisce il sindaco di Los Angeles Eric Garcetti. Rimane tuttavia ancora un mistero il movente dietro l'invio del messaggio via posta elettronica, ha aggiunto Garcetti. Gli studenti erano stati inviati a casa per "zainetti esplosivi" nelle vicinanze dei campus Dopo che la Fbi ha definito la minaccia terroristica "non credibile", riaprono le scuole a Los Angeles. Intanto la città ha vissuto momenti di terrore. Circa 640 mila studenti di oltre 1.100 scuole pubbliche e private sono stati mandati a casa, le scuole rimaste chiuse a tempo indeterminato e i school

Affonda barcone di migranti nel Mar Egeo, 11 vittime tra cui 5 bambini

26 persone tratte in salvo, 13 i dispersi finora accertati 11 morti tra cui 5 bambini e 13 dispersi è il tragico bilancio, provviasorio, di una nuova sciagura verificatasi nel Mar Egeo, davanti alle coste della Turchia: un barcone carico di migranti è affondato vicino all'isola greca di Farmakonissi. Secondo la Guardia costiera erano imbarcati circa 50 persone, solo 26 tratte in salvo mentre i dispersi sono almeno 13. Dopo la sciagura della scorsa notte sulle coste della Turchia con 6 giovani vittime si aggrava così il bilancio delle vittime che tentano la fortuna stipati all'inverosimile su imbarcazioni gestite da organizzazioni senza scrupoli. FOTO: tratta da ansa.it

Naufragio di migranti sulle coste della Turchia: morti 6 bambini tra cui 1 neonato

Continua la scia di morte dei migranti provocata dai naufragi: l'ultimo quello della scorsa notte avvenuto intorno  al largo di Cesme, in seguito al quale 6 bambini hanno perso la vita. L'imbarcazione afghana, con a bordo un numero indefinito di migranti,  tentava di raggiungere la Grecia quando, per cause probabilmente legate al mal tempo, alle 2.30 circa della notte si è rovesciata al largo di Cesme, nella provincia di Smirne (Turchia). Stando all'agenzia turca Anadolu, 5 migranti sono stati tratti in salvo dalla Guardia Costiera di Ankara (tra cui un ragazzino di 12 anni), 6 bambini tra cui 1 neonato sono stati ritrovati senza vita, mentre risultano ancora altri dispersi. Nelle stesse ore del naufragio, è stato ritrovato sulla spiaggia di Pirlanta (a Cesme) il

La Turchia abbatte un caccia russo, morto uno dei due piloti. Putin: “Pugnalata alle spalle”

Il caccia Sukhoi-24 colpito perché sarebbe entrato nello spazio aereo turco e non avrebbe risposto agli avvertimenti degli F-16 di Ankara. I piloti si sono lanciati con i paracadute, i ribelli ne rivendicano l'uccisione. Mosca: "Uccisi un pilota e un soldato della missione di soccorso". Consiglio straordinario Nato: "No a escalation". Lavrov annulla visita a Istanbul Ankara, 24 novembre - Un aereo da guerra russo è stato abbattuto dalle forze militari turche lungo la frontiera con la Siria. Secondo Ankara il velivolo, un Sukhoi 24, aveva sconfinato entrando nello spazio aereo turco ed è stato colpito dai suoi F-16 dopo essere stato avvertito per dieci volte nel giro di cinque minuti. Incerta la sorte dei due piloti. Secondo fonti della sicurezza turca sono entrambi vivi, ma

ISIS: Gran Bretagna pronta a bombardare la Siria

La stampa britannica, riportata da Askanews, rivela come David Cameron si stia preparando a lanciare l'offensiva finale per convincere il Parlamento ad autorizzare i raid, dopo che, all'inizio del mese, la commissione Esteri dei Comuni ha bloccato il suo piano di partecipare ai bombardamenti Londra, 23 novembre, Pugno di ferro da parte del premier britannico David Cameron che prepara la sua campagna di persuasione nei confronti dei parlamentari del Regno per ottenere il via libera ai raid aerei contro l’Isis in Siria, che secondo l’agenda del governo dovrebbero cominciare nelle prossime due settimane: lo scrive il Sunday Times. Cameron esorterà i parlamentari dicendo loro che dovrebbero cominciare a comportarsi come "Churchill, non Chamberlain" se vogliono sconfiggere il terrorismo. Dunque anche la Gran Bretagna potrebbe prendere parte alla

Terrorismo: Europa blindata, allarme rosso a Bruxelles: “stesso rischio che Parigi”

A una settimana dalla strage di Parigi il terrore si sposta trecento chilometri più a Nord e porta il nome di  Salah Abdleslam, che costringe il Belgio a dichiarare l’allerta massima e a chiudere, per paura di una Parigi-bis, tutta la sua capitale. Il rischio è di "attacchi imminenti": si tratta del primo coprifuoco "preventivo" di una città europea, che cerca di difendersi da terroristi che ha cresciuto e fatto lavorare lei stessa, contro cui ora ha liberato tutte le forze di sicurezza che ha disposizione Bruxelles, 22 novembre - "C'è il rischio di attentati simili a Parigi, gli obiettivi potenziali sono centri commerciali, trasporti comuni, grandi eventi, che saranno annullati per consentire di risparmiare forze dell'ordine": è quanto ha affermato il premier belga Charles Michel in conferenza stampa. L’allerta

Parigi, blitz della polizia: tre terroristi morti, donna kamikaze si fa esplodere

Cinque individui barricati in appartamento. Elicottero sorvola la zona, la polizia chiude il centro città: non uscite da casa Parigi, 18 novembre - La polizia francese ha lanciato un blitz contro la presunta mente degli attentati di Parigi, Abdelhamid Abaaoud. L'operazione è ancora in corso a Saint-Denis, sobborgo del nord della capitale, dove sarebbero barricate almeno cinque persone in un appartamento. Esplosioni e lunghe sparatorie. Feriti tre agenti. La polizia ha chiuso il centro cittadino e chiesto a tutti di rimanere in casa. Tre i terroristi morti nell'assalto, tra cui una donna kamikaze che si è fatta esplodere. Tre terroristi sarebbero stati arrestati. La zona del covo dei terroristi è a meno di un chilometro dallo stadio.

Allarme bomba, cancellata Germania-Olanda, evacuata anche sala concerti a Hannover

Tutta la città di Hannover è al momento colpita dall'allarme terrorismo, contemporaneamente sono stati evacuati lo stadio di Hannover, dove era prevista la partita di calcio Germania-Olanda con la presenza della cancelliera Angela Merkel, e la sala concerto del Kulturzentrum Pavillion, in centro alle spalle della stazione ferroviaria, in un zona distante da quella dello stadio dove si sarebbe dovuto esibire il sassofonista Maceo Parker Hannover, 17 novembre - La partita di calcio Germania-Olanda è stata annullata pochi minuti prima del fischio d'inizio, lo stadio è stato evacuato per quello che la polizia tedesca ha definito un "allarme concreto". Allo stadio era prevista la presenza della cancelliera Angela Merkel. Secondo il giornale locale Kreiszeitung.de l'allarme riguardava un'ambulanza imbottita di esplosivo parcheggiata fuori dallo stadio. Gli inquirenti hanno parlato di

Libia: distrutto cimitero italiano a Tripoli. Il governo di Tobruk accusa l’Italia: “Navi in nostre acque”

Forti tensioni tra la Libia e l'Italia. Il governo di Tobruk ha condannato la violazione delle proprie acque territoriali dopo il presunto ingresso ieri di tre navi da guerra italiane nei pressi delle coste di Bengasi, a Daryana, circa 55 km a est della città. Immediata la smentita del ministero della difesa, che tuttavia non è bastata a placare l’odio antitaliano che sta montando in Libia: il cimitero cattolico italiano di Tripoli "Hammangi" è stato infatti di nuovo devastato Roma, 2 novembre - l'Associazione Italiana Rimpatriati dalla Libia (Airl) fa sapere tramite foto inviate all'ANSA che il cimitero cattolico italiano di Tripoli "Hammangi" è stato di nuovo devastato: "Sono immagini che si commentano da sole per la loro inciviltà e che completano il quadro tragico della situazione in Libia", afferma la

Usa, omicidio in diretta TV: il killer riprende la scena e pubblica il video sui social, poi si suicida

Il killer è Vester Flanagan, ex impiegato dell'emittente WDBJ. L'uomo ha filmato con il suo telefonino il duplice omicidio degli ex colleghi di lavoro e ha pubblicato il video sui social spiegando i motivi del folle gesto. Poi braccato dalla polizia si è tolto la vita. Intanto l'episodio lascia sotto shock gli Usa e riaccende il dibattito sull'accesso facile alle armi New York, 27 agosto - Ha un nome e un volto il killer che ieri ha freddato, a colpi di pistola, in diretta tv, la giovane reporter Alison Parker e il suo cameraman Adam Ward. Si tratta di Vester Lee Flanagan, un afroamericano di 41 anni ed ex dipendente dell'emittente televisiva WDBJ, per la quale lavoravano anche le due vittime. L'uomo ha ripreso l'esecuzione

Usa: giornalista e cameraman uccisi in diretta Tv

A sparare contro i due giornalisti è stato un uomo, nello Stato americano della Virginia. Ora è a caccia al killer New York, 26 agosto - Una reporter e il suo cameraman  sono stati uccisi in diretta tv mentre stavano facendo un'intervista. E' successo in Virginia, Stati Uniti. Le due vittime sono  Alison Parker, di 24 anni, giornalista, e l'operatore Adam Ward, di 27 anni. Entrambi facevano parte di una troupe dell'emittente televisiva locale Wdbj. La notizia è stata resa nota dai media statunitensi. La polizia rende noto che è a caccia del killer che ha esploso i colpi d'arma da fuoco contro i due giornalisti. Sul web è stato diffuso il video che riprende la scena. La giovane reporter stava facendo un'intervista

Lo Stato islamico torna a minacciare l’Italia e lo fa su Twitter: “La Libia è la porta per Roma”

Le immagini diffuse su Twitter mostrano Roma in fiamme e la bandiera dell'Is con il logo della "Provincia di Libia". Lo scopo è diffondere la paura e reclutare nuovi soldati. A Sirte in Libia l'Is intanto ha già imposto la legge della Sharia L’is minaccia ancora una volta il nostro Paese con una campagna terroristica che si diffonde sulla rete. Nel mirino dei jihadisti dello Stato Islamico c’è Roma. “La porta per Roma” è la Libia per l’Is che parla attraverso internet diffondendo messaggi minacciosi grazie ai social. Ed ora lo fa tramite Twitter, con immagini che non lasciano spazio a all'immaginazione. L'intento è di mettere la nostra capitale a ferro e fuoco in nome di Allha. Messaggi di puro odio si stanno diffondendo

Sangue al Gay Pride di Gerusalemme: sei persone accoltellate da un ebreo ultraortodosso, arrestato

A dieci anni di distanza l'aggressore ritorna a colpire. Un attacco che torna a ferire i diritti gay in Medio Oriente Sangue al Gay Pride di Gerusalemme. Sei persone, tra cui un agente della polizia, sono state accoltellate durante la manifestazione. Tra i feriti due, colpiti al petto, si trovano in condizioni gravi stando a quanto riferiscono le fonti mediche. “L’uomo con il coltello è spuntato dal nulla saltando il cordone di polizia. C’era tanto sangue ed è stato così veloce che non siamo riusciti a vedere l’aggressore”, ha dichiarato un testimone. Il nome dell’aggressore, invece, era già noto alla polizia. Si tratta di Yishai Schlissel, un ebreo ultra-ortodosso che nel 2005 aveva assalito e ferito altre cinque persone durante la marcia