Era di Somma Vesuviano il Carabiniere ucciso a Roma, fermati due americani

Accoltellato a morte a Roma nel corso di un servizio contro un tentativo di estorsione Due persone sono state fermate nell'ambito delle indagini sull'omicidio del vicebrigadiere Mario Cerciello Rega, accoltellato a morte a Roma nel corso di un servizio contro un tentativo di estorsione. I fermati sono cittadini americani. Almeno quattro persone si trovano in caserma per essere ascoltate nell'ambito delle indagini sulla morte del carabiniere ucciso a Roma nella notte con alcune coltellate mentre era in servizio. "Quando ho sentito Mario urlare ho lasciato quell'uomo e ho provato a salvarlo, perdeva molto sangue". E' quanto avrebbe raccontato il collega del vicebrigadiere dei carabinieri Mario Cerciello Rega, ucciso in servizio la scorsa notte a Roma. L'aggressione è avvenuta in via Pietro Cossa, nel quartiere

Ucciso a 21 anni con una coltellata per una lite in discoteca

Accoltellato durante una lite per futili motivi in discoteca Napoli, 7 ottobre - Era figlio di un camorrista, ucciso in un agguato nel giugno del 2003, ma non aveva seguito le orme paterne. Per sé sognava una vita normale, anzi un futuro da calciatore. Aveva iniziato a giocare nelle giovanili del Sant'Agnello e due anni fa nel Gragnano poi nella Turris e oggi militava nell'Asd Miano, ma un tragico destino lo ha fatto morire a 21 anni per una coltellata sferratagli durante una lite in una discoteca a Miano. Raffaele Perinelli, 21 anni, un bravo ragazzo senza nessun precedente penale, è morto così la scorsa notte nel pronto soccorso dell'ospedale Cardarelli di Napoli. Il suo assassino, un 31enne con il quale aveva

19enne accoltellato in strada, è grave

Soccorso in strada da ragazzo e portato con auto in ospedale Napoli, 4 giugno - Un giovane di 19 anni, Gennaro Matuozzo, già noto alle forze dell'ordine, è giunto in fin di vita nell'ospedale San Paolo di Napoli: sul petto gli sono state riscontrate due coltellate ricevute, secondo quanto lui stesso ha riferito ai medici con un filo di voce, durante un tentativo di rapina. Il giovane è stato soccorso e trasportato nell'ospedale di Fuorigrotta da un ragazzo che lo ha caricato in auto in via Vicinale Trencia. I sanitari - che lo hanno subito classificato con codice rosso - ne hanno subito disposto il trasferimento nell'ospedale Cardarelli. Secondo i primi accertamenti il giovane è già noto alle forze dell'ordine per vicende

18enne accoltellato e ucciso nel Salernitano, fermato coetaneo

Per Carabinieri delitto forse per motivi spaccio. Domani l'autopsia Buonabitacolo (Salerno), 15 aprile - Un ragazzo di 18 anni - del quale non è stata per il momento ancora rivelata l'identità - è stato fermato dai carabinieri della compagnia di Sala Consilina (Salerno) per l'omicidio di Antonio Alexander Pascuzzo, il coetaneo di Buonabitacolo (Salerno) il cui cadavere è stato scoperto ieri pomeriggio in una zona non lontana dal centro abitato del piccolo paese del Vallo di Diano. Il presunto omicida, anch'egli originario dello stesso paese, a quanto si apprende, è stato interrogato dagli inquirenti per tutta la notte scorsa nella caserma dei carabinieri di Sala Consilina. Il delitto sarebbe maturato per motivi di spaccio di sostanze stupefacenti. Antonio Alexander Pascuzzo è morto

Movida violenta: “Te ne devi andare”, 15enne accoltellato da gang con volto coperto al Vomero

Operato d'urgenza si trova sotto osservazione al Cardarelli Napoli, 10 dicembre - Un ragazzo di 15 anni si trovava - nel pieno della movida del sabato sera nel quartiere Vomero a Napoli - in via Merliani, in compagnia di quattro amici. Si stava trattenendo in strada quando è arrivato un gruppo di giovani con il volto coperto da cappelli e scaldacollo. Si sono rivolti contro di lui intimandogli di andare via da quella zona. Il quindicenne ha tentato di reagire ed è stato accoltellato. La gang si è allontanata. Il ragazzo è tornato a casa, nel quartiere di Secondigliano. Il padre lo ha portato in ospedale, al pronto soccorso del Cardarelli. E' stato operato nel reparto di Chirurgia d'urgenza per pneumotorace a sinistra.

Accoltella il padre per difendere la madre, arrestato

Ad Alife nel Casertano. Donna si autoaccusa, poi figlio confessa Caserta, 17 settembre - Ha accoltellato mortalmente il padre per difendere la madre da un pestaggio, e in un primo momento era riuscito anche ad evitare l'arresto perchè la madre si era autoaccusata del delitto, poi però ha confessato. É accaduto ad Alife nell'alto Casertano. In manette è finito il 28enne Daniele Leggiero accusato di omicidio volontario. Il padre, Giuseppe, 50 anni, imprenditore caseario, è morto in ospedale dopo essere stato portato dalla moglie e dal figlio, che in un primo momento avevano parlato di un incidente.

Lite tra minorenni: accoltellato un 13enne fuori scuola

Ricoverato all'ospedale Loreto Mare non è in pericolo di vita e non viene considerato in gravi condizioni dai medici Napoli, 6 ottobre -E' stato fermato dalla polizia il feritore di M.E., il ragazzo di 13 anni accoltellato all'uscita di scuola. E' un 15enne (e non 17enne come un primo momento comunicato dalle forze dell'ordine), e risiede nella zona dei Tribunali. La polizia anche sulla base delle testimonianze della preside della scuola Confalonieri e dei docenti sta ricostruendo la dinamica esatta della lite tra i due ragazzi culminata poi nell'accoltellamento. Intanto non è in pericolo di vita e non viene considerato in gravi condizioni dai medici dell'ospedale Loreto Mare che lo hanno operato il ragazzo di 13 anni (14 non li ha ancora

Ponticelli: romeno accoltellato ed ucciso in una rissa nel campo rom

Aggredito da tre uomini nel campo rom di via Virginia Wolf Napoli, 14 agosto -  Lucian Memet, un giovane romeno di 37 anni è stato ucciso la scorsa notte in una rissa avvenuta nel campo rom di via Virginia Wolf, nel quartiere di Ponticelli a Napoli. L'uomo è stato accoltellato da tre persone anche loro di etnia rom che poi si sono allontanati dal luogo facendo perdere le tracce. Sul corpo della vittima sono state ritrovate ferite alla testa e alla schiena. La salma è stata sequestrata e il pm di turno disponendo l'autopsia. Altri due connazionali, durante la rissa, sono rimasti feriti. Si tratta di un uomo di 36 anni e di un ragazzo di 18, soccorsi dal personale del 118. Secondo quanto riferito dai

Salerno: 16enne accoltellato in una lite tra studenti

Colpito al collo e all'addome all'Istituto Genovesi - da Vinci Salerno, 15 febbraio - Uno studente di 16 anni è stato colpito con un coltello al collo e all'addome da un altro ragazzo durante un litigio nell'istituto "Genovesi - da Vinci", a Salerno. Il ragazzo è stato portato in ospedale dove è stato sottoposto a intervento chirurgico. Il ferimento - secondo quanto si è saputo finora - è avvenuto in un corridoio dell'istituto. Subito dopo il fatto l'accoltellatore ha lanciato il coltello, di piccole dimensioni, da un balcone. Il coltello è stato recuperato dalla Polizia, che è sul posto.

Accoltella la moglie a Natale: lui arrestato, lei in prognosi riservata

La donna è stata soccorsa da una figlia Avellino, 26 dicembre - Tragedia sfiorata la sera di Natale a Montecalvo Irpino (Avellino). Nel corso di un violento litigio, un uomo di 52 anni ha accoltellato la moglie di 46, ferendola al fianco. La donna è riuscita a chiedere aiuto ad una figlia che non vive con la coppia. I carabinieri hanno poi rintracciato l'aggressore che vagava in una zona di campagna e lo hanno arrestato. La moglie, colpita con un affilatissimo coltello, che è stato recuperato, è stata sottoposta ad un delicato intervento chirurgico.

Napoli, 18enne accoltellato al torace durante una lite

Ricoverato al Loreto Mare, la lite nel pieno centro della città Napoli, 16 novembre - Un ragazzo di 18 anni è stato ferito con una coltellata al torace ieri sera in piazza Monteoliveto, nel centro di Napoli. Il tutto è successo durante una lite tra due gruppi di giovani. Il diciottenne, maggiorenne dallo scorso agosto, è stato portato nell'ospedale Loreto Mare. I medici lo hanno medicato e giudicato guaribile in 10 giorni. Attualmente è sotto osservazione. Sconosciuti, al momento, i motivi della lite sfociata nell'accoltellamento. Indaga la Polizia.

Napoli, lite tra cinque donne finisce a coltellate

Arrestate dai carabinieri, una finisce all'ospedale Napoli, 31 ottobre - Cinque donne sono state arrestate dei carabinieri a Napoli dopo aver preso parte ad una lite per motivi banali finita a coltellate. Una donna ha dovuto far ricorso alle cure dei medici dell'ospedale "Loreto Mare" per una ferita da arma da punta: guarirà in 15 giorni. Il fatto è avvenuto in piazza Mercato a Napoli. Le arrestate sono in attesa di rito direttissimo.

16enne accoltellato al polmone fuori scuola, è grave

Lite per un corteggiamento sgradito. Ferito alla gamba e al polmone dopo un litigio per motivi sentimentali. Identificato e arrestato il presunto aggressore. È un coetaneo Napoli, 30 settembre - Un giovane di 16 anni è stato ferito stamane durante un feroce litigio tra coetanei all'uscita di scuola in vicolo Connola al Trivio, traversa di corso Malta. Secondo una prima ipotesi, alla base del gesto sembrerebbero esserci motivi sentimentali. Il sedicenne, che ha ricevuto due fendenti, uno che ha colpito una gamba e l'altro nella zona al di sotto delle braccia, perforando anche un polmone, è stato ricoverato all'ospedale Loreto Mare e sottoposto ad intervento chirurgico. Il ragazzo è stato colpito mentre era in corso l’uscita di numerosi studenti dalle scuole nella zona. Nel pomeriggio è

Napoli, accoltellato mentre fa footing nei pressi del Bosco di Capodimonte

Giovane di 27 anni reagisce al tentativo di rapina e viene ferito Napoli, 11 settembre - Un giovane di 27 anni è stato ferito in un tentativo di rapina mentre stava facendo footing a Napoli. Si trovava nella zona di via Miano, vicino al Bosco di Capodimonte, quando è stato avvicinato da due giovani a bordo di uno scooter che hanno tentato di rapinarlo. Di fronte alla sua reazione, lo hanno accoltellato all'addome e al polso. Ricoverato all'ospedale Cardarelli è in prognosi riservata ma non in pericolo di vita. Sul fatto indaga la Polizia.