Parco Virgiliano, un progetto da 250mila euro

Presentata la riprogettazione del Parco all'Unione Industriali Al Parco Virgiliano previsti interventi di ristrutturazione. Presentata la riprogettazione del Parco all'Unione Industriali. Gli interventi previsti sono molteplici. Sostituire le piante morte, effettuare analisi chimico-fisiche, accertare lo stato di salute del suolo, ristrutturare la cavea nella parte alta del parco riattivare la fontana e altri. Il costo dell'operazione è di circa 250mila euro e verrà finanziata completamente da fondi privati. I fautori del progetto sono molti: dall'associazione Premio GreenCare, al Comitato Salviamo il Parco della Rimembranza, e ancora il Fai Campania con la delegazione Fai di Napoli e diversi imprenditori: Gianfranco D'Amato, Ferrarelle, Lello Caldarelli, Caronte Spa. L'iniziativa nasce da un accordo con il Comune di Napoli, che ha prodotto, la redazione di un

Aversa, stop alla circolazione. Ecco le domeniche ecologiche

Il piano traffico del comune di Aversa Il sindaco di Aversa, Alfonso Golia, per fronteggiare l’inquinamento ha firmato un’ordinanza che prevede un ciclo di domeniche ecologiche e lo stop alla circolazione durante la settimana. Le domeniche ecologiche si terranno il 23 febbraio, il 15 e 22 marzo, il 19 aprile e il 10 maggio. Dal 24 febbraio al 29 maggio dalle 9 alle 12,30 e dalle 15,30 alle 19 sarà vietata la circolazione delle auto da euro 1 a euro 3. Ma, le seguenti strade non saranno interessate dalle domeniche ecologiche: Viale Europa, Viale Kennedy, Viale della Libertà, Viale Olimpico, Via Gramsci, Via Filippo Saporito, Via Atellana, Via Torrebianca, Via Di Giacomo, Via D’Acquisto, Via Diaz, Piazza Mazzini, Via Fermi, Via Nobel, Via

Aria Bene Comune, la campagna di comunicazione del Comune di Napoli

Raffaele Del Giudice: “Lo scopo di questa campagna è il miglioramento della qualità dell'aria" "L'Aria di Napoli è un Bene Comune” ecco il titolo della campagna di comunicazione partita a Napoli in merito alle attività in materia di impianti termici. L'assessore comunale all'Ambiente Raffaele Del Giudice dice “Lo scopo di questa campagna è il miglioramento della qualità dell'aria. Infatti una corretta e regolare manutenzione degli impianti termici, consente di ridurre le emissioni di CO2 salvaguardando l'ambiente e la nostra salute. Inoltre, un impianto ben tenuto è più sicuro e consente di ridurre i consumi e le spese per il loro funzionamento.” "Questa campagna di comunicazione rappresenta una delle iniziative promosse da questa amministrazione per conoscere e combattere il Pm10. Con gli sforamenti registrati

Nola, 64 tonnellate di rifiuti speciali sequestrati

Individuato sito di stoccaggio di materiale plastico proveniente dalla ristrutturazione e rifacimento di capannoni La Guardia di Finanza di Nola ha sequestrato, nei pressi dell’interporto campano, oltre 64 tonnellate di rifiuti speciali Nei pressi del distretto logistico internazionale, area di circa 700 metri cubi, le Fiamme Gialle hanno individuato un sito di stoccaggio di vario materiale plastico proveniente dalla ristrutturazione e rifacimento di capannoni ad uso industriale. In particolare, guaine catramate, moduli fotovoltaici, tubi in polietilene, imballaggi misti e vernici. Di conseguenza, i finanzieri hanno sequestrato l’intera area denunciando all’Autorità Giudiziaria il proprietario del sito per le violazioni previste dal Testo Unico sull’ambiente. 

Napoli, scarpe ecosostenibili dagli scarti della frutta

Dall’ananas coltivato nelle Filippine alla vinaccia Una calzatura a basso impatto ambientale, realizzata esclusivamente in Italia con materiali innovativi ed ecosostenibili provenienti da scarti dell’industria alimentare. Da Napoli la rivoluzione di Dong Seon Lee, stilista coreano, e Giuliana Borzillo, product manager napoletana, fondatori della start up innovativa ID.LAB e ideatori della linea di sneakers ID.EIGHT. Dunque, i materiali utilizzati sono principalmente di tre tipologie. Di simil-pelle derivanti da sottoprodotti delle attività agricole o industriali che lavorano la frutta. Pinatex, realizzato con le foglie di scarto dell’ananas coltivato nelle Filippine. Vegea textile e Pelle-mela che si ricavano rispettivamente dalla bio-polimerizzazione della vinaccia e delle parti non commestibili delle mele in Italia. Addirittura la suola, i lacci e tutti i dettagli sono realizzati in materiali

Da Scauri a Napoli per scaricare rifiuti, denunciato

Identificato grazie alle telecamere di sorveglianza Napoli - Un 58 enne, conducente di un furgone, aveva sversato alla periferia orientale di Napoli circa due tonnellate di rifiuti provenienti da Scauri (Latina). Inoltre, si accingeva ad abbandonare due lavatrici e decine di pedane in legno per l'imballaggio. Già segnalato da alcuni cittadini e dai giornali, è stato identificato grazie alle telecamere di sorveglianza, e denunciato dalla polizia municipale. L'uomo, di Napoli, aveva sversato in via Galileo Ferraris, materiali per imballaggi e teli di plastica provenienti da una serra. Gli agenti della municipale lo hanno intercettato con un carico di due lavatrici dismesse e decine di pedane da imballaggio, di cui voleva disfarsi nella stessa zona. Il 58 enne è stato denunciato per trasporto

Napoli, EnergyMed 2020 bonifiche in primo piano

Al centro della XIII edizione di EnergyMed ci saranno le bonifiche dei territori martoriati negli anni scorsi dallo sversamento criminale di rifiuti. Si svolgerà dal 26 al 28 marzo alla Mostra d’Oltremare di Napoli Il progetto di "Hub Tecnologica Campania", nasce per promuovere il valore del risanamento del territorio e del recupero ambientale in Campania e ha scelto EnergyMed come suo primo evento strategico. l'incontro prevederà conferenze tecniche e scientifiche, momenti di confronto tra esperti, colloqui con i cittadini e con le scuole di Giugliano. Inolte, per verificare quello che è stato fatto e il percorso ancora da intraprendere, visite direttamente sulla Terra dei fuochi.  Insomma, "Hub Tecnologica Campania” porterà a Napoli un evento centrato sul tema delle tecnologie e sulle

“Porto verde” a Ischia , il primo del Sud

Cabina di trasformazione Enel consentirà alle navi di alimentarsi dalla rete elettrica Il porto di Ischia sarà il primo “porto verde” del Sud grazie alla concessione di una cabina di trasformazione Enel che consentirà alle navi, di alimentarsi dalla rete elettrica. I traghetti che di notte stazioneranno al porto, potranno utilizzare l’energia elettrica e spegnere i generatori di bordo, minimizzando l’inquinamento acustico e ambientale. L’impianto sorgerà nell’area portuale. Il Comune di Ischia nei prossimi giorni porterà a compimento l’iter per l’autorizzazione. L’amministrazione comunale guidata dal sindaco Enzo Ferrandino ha individuato il posto dove sarà allocata la cabina di trasformazione ed ha dato il via a tutto l’iter burocratico. l’Enel quindi può cominciare i lavori. "Grazie alla sinergia di tutti i protagonisti in campo

Bagnoli, partono i lavori per la bonifica

Dovrebbe terminare nel 2024. Stanziati 500 milioni di euro Parte la bonifica nell'area dell'ex Italsider di Bagnoli. Le ruspe scavano il terreno e i camion portano via per lo smaltimento le 5500 tonnellate di cumuli di rifiuti contaminati dell'ex area Morgan. Finalmente dopo 27 anni. In ogni caso i cantieri sono in funzione, al lavoro operai, anche se non sono ancora molti. La bonifica di Bagnoli dovrebbe terminare nel 2024. Stanziati 500 milioni di euro per bonifica e riqualificazione ambientale di cui 320 milioni allocati da Invitalia, 71 milioni derivanti da giacenze della struttura commissariale, 45 milioni del Comune per la bonifica a mare, 38 milioni della Regione per le infrastrutture. Ma per il progetto complessivo, quello che ridisegnerà la nuova area occidentale

Campania, 110 milioni per la difesa del suolo

Interventi finalizzati alla attenuazione del rischio idrogeologico per le diverse categorie di dissesto 110 milioni di euro destinati ai comuni per interventi finalizzati alla attenuazione del rischio idrogeologico per le diverse categorie di dissesto (frane, alluvioni, erosione costiera). Questo il nuovo piano di finanziamento della Regione Campania per la difesa suolo. Dunque, l'investimento consente di coprire più di 80 interventi per tutte le province. 27 interventi in provincia di Avellino; 14 interventi in provincia di Benevento; 20 interventi in provincia di Salerno; 3 interventi in provincia di Caserta; 9 interventi in provincia di Napoli. Sono stati inoltre finanziati 6 interventi di consolidamento, risistemazione e riqualificazione di altrettante zone costiere della regione. Previsti anche 3 interventi in provincia di Napoli per l'isola di Ischia,

Lotta all’inquinamento con l’arte in spiaggia a Pioppi: Kappa e Dalì, la tartaruga marina e il pesce mangia-rifiuti 

Per l’inaugurazione del Festival della Dieta Mediterranea il collettivo Refuse Factory ha realizzato due installazioni artistiche volte a sensibilizzare le persone sulla lotta all’inquinamento marino Pioppi, 30 luglio - Due inedite creature marine abitano da circa una settimana la spiaggia di Pioppi. Si tratta di Kappa e Dalì, rispettivamente una tartaruga marina e un pesce mangia-rifiuti, a cura del collettivo Refuse Factory. L’opera è stata presentata al pubblico lo scorso 20 luglio, in occasione dell’inaugurazione del quarto Festival della Dieta Mediterranea di Pioppi, organizzato da Legambiente in collaborazione con il Comune di Pollica, il Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni e la Regione Campania. Kappa e Dalì sono due installazioni artistiche, pensate per sensibilizzare e coinvolgere in prima persona tutti

Cambiamenti climatici: San Giorgio a Cremano scende in campo con Napoli Climate Save

Scongiurare la crisi climatica, agendo capillarmente nei singoli territori: San Giorgio a Cremano si prepara ad accogliere "The Save Movement" San Giorgio a Cremano, 18 aprile - Cambiamenti climatici. La città di San Giorgio a Cremano scende in campo e si prepara ad accogliere e a collaborare con "The Save Movement", il movimento internazionale che lavora per informare in merito alle modalità per scongiurare la crisi climatica, agendo capillarmente nei singoli territori. Nelle scorse ore il sindaco Giorgio Zinno ha incontrato i rappresentanti dei due gruppi che fanno capo al movimento mondiale, "Napoli Climate Save" e "Napoli Animal Save". Un incontro in cui si è discusso delle azioni che è possibile attuare per dare una mano concreta alla crisi del clima,

Plastic Free, alla Federico II si parla di strategie per salvare il Pianeta

Lunedì 11 marzo a Monte Sant'Angelo con l'intervento del Ministro Costa Napoli - Si parlerà di difesa del pianeta e tutela dell'ambiente, attraverso la riduzione dell'impronta ecologica ed in particolare attraverso la riduzione della plastica, nel corso dell'incontro "Plastic Free. Strategie e nuove regole per salvare il Pianeta" che si terrà lunedì 11 marzo a Monte Sant'Angelo con l'intervento del Ministro Costa. Nell'Aula Azzurra del complesso federiciano di via Cintia, alle 11, apriranno i lavori i saluti di Gaetano Manfredi, Rettore dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, e di Roberto Vona, Direttore del Demi, Dipartimento di Economia, Management, Istituzioni. Introdurranno i lavori e l'intervento del Ministro dell'Ambiente Sergio Costa, e coordineranno il dibattito Renato Briganti e Mauro Sciarelli, professori del Demi. La discussione prenderà spunto dai primi risultati del Ministero dell'ambiente

Al via “Green Yep”: a Ischia il futuro è nella terra

Guide, contadini ed ecomanager: un progetto per i giovani dell’isola: dalle idee legate all’ecosostenibilità la chiave per realizzarsi senza emigrare C’è una soluzione verde ed ecosostenibile, una valida alternativa all’emigrazione, perfettamente in linea con gli asset dell’isola d’Ischia: realizzarsi attraverso le potenzialità del territorio, osteggiando il progressivo abbandono dei terreni e alimentando una nuova agricoltura, strettamente connessa al turismo. Si chiama Green Yep il nuovo progetto rivolto ai giovani dell’isola d’Ischia, con un focus particolare per quelli disoccupati e inattivi, prosecuzione ideale del progetto Yep!  (Youth Empowerment Program), già promosso nel biennio 2016-2018 dall’associazione di volontariato “Gabbiani Onlus”, da sempre attenta ai bisogni dei giovani dell’isola d’Ischia. L’obiettivo del percorso, finanziato nell’ambito dei Por Fse Campania 2014/2020, è quello di cogliere le potenzialità, in parte inespresse, di un