Comunali 2017. Ai ballottaggi il centrodestra conferma il buon momento, conquistando 16 capoluoghi di provincia

Sei capoluoghi di provincia vanno al centrosinistra. In Campania il Pd tiene, battendo a Bacoli con Giovanni Picone l'ex sindaco Josi Gerardo Della Ragione, sostenuto da demA, il movimento di de Magistris, che si consola vincendo ad Arzano con Fiorella Esposito Napoli, 26 giugno – I ballottaggi, in 111 Comuni che non sono riusciti a rinnovare le proprie amministrazioni al primo turno, confermano l'ottimo momento di forma del centrodestra. Clamorosi i risultati in alcune città, come a Genova dove il centrodestra vince con Marco Bucci in quella che storicamente è una roccaforte del centrosinistra. Anche Piacenza, Pistoia, La Spezia, L'Aquila vanno al centrodestra: cadono quelle che sono state spesso definite le roccaforti rosse. Il M5s vince 8 ballottaggi su 10 e conquista

Elezioni amministrative 2017. Ballottaggi in 111 Comuni italiani, 6 in provincia di Napoli

Seggi aperti dalla 7 alle 23 di quest'oggi Napoli, 25 giugno – Urne aperte per i ballottaggi in 111 Comuni italiani che non sono riusciti a rinnovare le proprie amministrazioni al primo turno. Si sta votando in 3 capoluoghi di Regione e 19 capoluoghi di Provincia. Al voto anche diversi Comuni della Campania, tra cui 6 del Napoletano. Si sta votando dalle 7 e lo si potrà fare fino alle 23 di quest'oggi, ora in cui inizieranno gli scrutini. Per votare è necessario un documento di identità e la tessera elettorale. Chi ha smarrito la tessera elettorale potrà richiederla, anche oggi, all'ufficio comunale competente. Può votare anche chi non si è recato ai seggi al primo turno. In Provincia di Napoli si

Comunali 2017, Ciarambino (M5s): “Flop? No, ora comincia il bello”

Il Movimento 5 Stelle non va al ballottaggio in nessun Comune della provincia di Napoli. Nonostante questo, la Capogruppo regionale pentastellata, Valeria Ciarambino, non ne fa un dramma e giudica positivo l'essere riusciti a fare eleggere nuovi consiglieri comunali Napoli, 13 giugno – Il Movimento 5 Stelle non va al ballottaggio in nessun Comune della provincia di Napoli. Nonostante i sondaggi vedano i pentastellati come prima forza politica del Paese, questi nelle amministrative continuano a non brillare, alle prese con problemi di selezione della classe dirigente. In più, a questa tornata elettorale sembrano aver pesato una gestione poco brillante del Comune di Roma e i tanti dissidi interni a Genova e Palermo. Gli avversari politici non hanno fatto mancare le critiche

Comunali 2017, demA al ballottaggio a Bacoli e Arzano. De Magistris: “Buon risultato, era importante esserci”

Il sindaco di Napoli commenta i risultati elettorali del suo movimento demA (Democrazia Autonomia) e la mancata vittoria nelle grandi città del Movimento 5 Stelle Napoli, 12 giugno – “Il risultato elettorale oggi lo consideriamo buono, può diventare ottimo se il 25 giugno ci sarà la vittoria di Fiorella Esposito ad Arzano e di Josi Gerardo Della Ragione a Bacoli”. Lo ha affermato il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, commentando i risultati elettorali del suo movimento demA (Democrazia Autonomia) alle amministrative 2017. “Anche in Comuni in cui era quasi impossibile candidarsi, andiamo verso il 10% e superiamo movimenti politici che sono da anni sui territori. Per noi era importante cominciare ad esserci. Poi arriverà il momento in cui ci candideremo

Comunali 2017, Pimonte primo Comune della Campania a eleggere il suo sindaco. Successo per Figliola (Pozzuoli) e Cuomo (Portici) del Pd

Ad Acerra vince a mani basse il sindaco Lettieri. Ballottaggi in alcuni Comuni, tra cui Bacoli, Arzano e Melito Napoli, 12 giugno – Si sono concluse ieri alle ore 23 le elezioni in ottantotto Comuni della Campania, su 1005 chiamati al voto in tutta Italia. Un appuntamento che ha riguardato circa 9 milioni di elettori, che hanno espresso il proprio voto in 25 capoluoghi di provincia, di cui 4 capoluoghi di Regione e 161 Comuni con più di 15mila abitanti. A livello nazionale bene il Partito Democratico e in generale il centrosinistra, così come il centrodestra dove si è verificata l’unione tra Forza Italia e Lega Nord. Entrambi gli schieramenti sono riusciti a conquistare molti Comuni, in altri sono al ballottaggio.

Comunali, da Nord a Sud elettori scoperti a fotografare il voto. A Sant’Antimo tre arresti per voti comprati

Nascondevano in casa 321 tessere elettorali, in ognuna delle quali era inserito un fac-simile con il candidato da votare. I tre arrestati sono due incensurati, di 54 e 24 anni, e un pluripregiudicato di 41 anni. Diversi i denunciati da Nord a Sud per aver fotografato il proprio voto Napoli, 11 giugno – A Sant'Antimo i carabinieri hanno arrestato tre persone, due incensurati di 54 e 21 anni, e un pluripregiudicato di 41 anni, che avrebbero promesso dai 30 ai 50 euro in cambio del voto ad Antimo Alfè, candidato di una lista civica a sostegno del candidato sindaco del centrodestra Corrado Chiariello. Il modus operandi era per certi versi innovativo: si facevano consegnare la tessera elettorale, e quando l'elettore andava

Comunali 2017, urne aperte per circa 800mila campani

Si voterà fino alle ore 23 di quest'oggi. È il turno elettorale di esordio per il movimento del sindaco di Napoli de Magistris: demA si presenta in vari Comuni, non solo della Campania. Il Movimento 5 Stelle non è riuscito a presentare liste in tutti i Comuni. Pd e Forza Italia puntano sulle alleanze con le liste civiche Napoli, 11 giugno – Ottantotto Comuni della Campania al voto sui 1005 chiamati a rinnovare le proprie amministrazioni a livello nazionale. Si sta votando dalle 7 di questa mattina e lo si potrà fare fino alle ore 23 di quest'oggi. Eventuali ballottaggi si svolgeranno domenica 25 giugno. In Campania sono chiamati al voto circa 800mila elettori, distribuiti in 17 Comuni del napoletano, 17

Comunali 2017, 88 i Comuni al voto in Campania

Si vota dalle 7 alle 23 di domenica 11 giugno. Eventuali ballottaggi si terranno domenica 25 giugno Napoli, 10 giugno – Ben ottantotto Comuni della Campania (su 1005 al voto a livello nazionale, ndr) sono chiamati a rinnovare le proprie amministrazioni, nel turno elettorale che avrà inizio domani 11 giugno alle ore 7 e si concluderà alle ore 23, quando inizieranno gli spogli. Per votare è necessario recarsi al proprio seggio muniti di tessera elettorale e di un documento d'identità. In caso di smarrimento della tessera elettorale o esaurimento dello spazio per il timbro, questa può essere richiesta presso gli uffici comunali, che domenica saranno aperti per tutta la durata delle operazioni di voto. Non si può votare per corrispondenza: chi