Fucito nominato coordinatore nazionale dei Consigli comunali dell’Anci

"Onorato per incarico". Seguirà evoluzione normativa e politiche Napoli, 7 settembre - Il presidente del Consiglio comunale di Napoli, Alessandro Fucito, è stato nominato dal presidente dell'Associazione Nazionale dei Comuni d'Italia, Antonio Decaro, coordinatore nazionale dei Consigli comunali dell'Anci. In qualità di coordinatore dei Consigli comunali, - spiega la nota - il presidente Fucito dovrà seguire l'evoluzione normativa e le politiche pubbliche relative ai Consigli comunali, formulare proposte sulle posizioni che, in materia, l'associazione dei Comuni dovrà assumere, rappresentando nelle sedi istituzionali il presidente e l'associazione stessa. "Mi sento onorato - dice Fucito - per l'incarico affidatomi dal presidente Decaro di coordinatore nazionale delle assemblee elettive degli oltre 7mila Comuni, grandi e piccoli, che aderiscono all'Anci. Darò con entusiasmo il mio contributo per

Appalti pubblici, il TAR accoglie il ricorso di ASMEL contro la ‘sprecopoli’ dei compensi ai Commissari di gara

La battaglia di ASMEL partita da Napoli: l’apertura ai Commissari di gara privati genera costi per 2 miliardi l’anno Una grande vittoria dei Comuni contro la ‘sprecopoli’ del nuovo codice degli appalti pubblici. Il TAR del Lazio ha accolto il ricorso di ASMEL, l’Associazione che raggruppa oltre 2400 Comuni in tutt’Italia, contro il decreto del Ministero delle Infrastrutture (entrato in vigore il 16 Aprile scorso) sui compensi ai commissari di gara e ha sospeso la parte contestata che ne fissava in 3.000 euro il valore minimo. Valore chiaramente esorbitante secondo ASMEL, perché determinava oneri di gara aggiuntivi per almeno 11.000 euro (tre commissari più trasferte), con spreco di denaro pubblico e rischio del blocco, di fatto, delle gare nella fascia tra 40 e 500mila euro, praticamente il 75% di quelle pubblicate dai Comuni. Una

Manovra di bilancio, passa l’emendamento per evitare il dissesto di Napoli e altri Comuni

Il sindaco de Magistris: “Grande risultato, frutto di collaborazione istituzionale tra forze politiche molto diverse” “Esprimo grande soddisfazione per questo risultato che è frutto di una difficile e complicata, ma sempre leale, collaborazione istituzionale in questo Paese tra forze politiche molto diverse e distanti”. Lo ha detto il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, commentando l'approvazione in commissione Bilancio alla Camera dei Deputati degli emendamenti del Partito Democratico che consentiranno ai Comuni in difficoltà di rimodulare i piani di riequilibrio. “Si è fatto un passo in avanti per dimostrare che la coesione istituzionale è elemento fondante della tenuta democratica del nostro Paese”, ha spiegato il primo cittadino, che ha voluto esprimere diversi ringraziamenti. Il primo ringraziamento del sindaco va al capo di

Parte il reddito di inclusione. Palmeri: “Lanciata la rete dell’inclusione attiva”

Confronto operativo in Regione Campania in collegamento con le sedi provinciali Inps di Avellino, Benevento, Caserta e Salerno e le agenzie complesse di Battipaglia e di Nocera Inferiore Napoli, 6 dicembre - Questa mattina, presso la Regione Campania, primo confronto della giornata sul REI (Reddito di inclusione) insieme al direttore del coordinamento metropolitano dell'Inps Roberto Bafundi, al presidente ANCI Campania Domenico Tuccillo ed i sindaci dei comuni dell'area, i coordinatori degli ambiti sociali di zona, i responsabili centri per l'impiego e le organizzazioni sindacali. Questi gli operatori della rete che dovrà gestire nell'area metropolitana la nuova misura nazionale di contrasto alla povertà. Si sono affrontati i temi del beneficio economico, ma soprattutto del progetto personalizzato di attivazione sociale e lavorativa. Il compito dei Comuni e degli ambiti, dopo aver accolto

Manovra di bilancio, de Magistris: “I sindaci sono in attesa”

Il primo cittadino: “In questa manovra economia c'è di tutto: è la manovra prima delle elezioni” Napoli, 30 novembre – “In questa manovra economica c'è di tutto: è la manovra prima delle elezioni. Noi sindaci ci attendiamo delle risposte vere che servono ai territori, a Napoli come a Torino, a Milano come a Messina. Siamo fiduciosi, anche se i tempi si allungano”. Lo ha detto il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, in relazione al testo della manovra presentata dal Governo. Il primo cittadino ha sottolineato di avere “fiducia”, anche se “al momento la norma per sostenere i Comuni non c'è. Forse sarà inserita alla Camera. Attendiamo”. Come Anci, ha proseguito il sindaco, “siamo stati chiari, propositivi e ora ci attendiamo che

De Magistris su Fb: “La manovra di bilancio sia attenta ai territori”

Il sindaco rivendica il lavoro svolto in sede Anci per una manovra di bilancio che venga in contro alle esigenze economiche dei Comuni, e in particolare della città di Napoli Napoli, 16 ottobre – “Da diversi mesi, ed in particolare nelle ultime settimane, abbiamo messo in campo azioni politiche e istituzionali a tutti i livelli per raggiungere obiettivi fondamentali per la nostra città, con particolare riferimento alla legge di bilancio che il Governo varerà nei prossimi giorni”. Lo ha scritto in un post su Facebook il sindaco di Napoli Luigi de Magistris. Il primo cittadino, in questo senso, sottolinea l'importanza “dell'azione dell'Anci” e “il ruolo della nostra città nella casa dei Comuni italiani”. “Un lavoro di squadra con tutti i sindaci, per

De Magistris: “Collaborazione mai così forte con il Governo”

“Stiamo rispettando il cronoprogramma. Sui lavori pubblici si sta andando veramente benissimo”. Così il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, parlando dei lavori previsti dal Patto per Napoli, durante un colloquio con i cronisti a Palazzo San Giacomo Napoli, 5 ottobre – Da 6 anni a questa parte “mai interlocuzione è stata così forte e fattiva con il Governo”. A dirlo il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, parlando con i cronisti a Palazzo San Giacomo. Il primo cittadino ha parlato di un lavoro importante che si sta facendo con il Governo sul tema della sicurezza. In questo senso “ci saranno novità importanti” per quanto riguarda il quartiere Vasto e la zona di Piazza Garibaldi, “non solo in ottica di ordine

Bilancio Comune di Napoli, de Magistris: “Dobbiamo capire la volontà politica del Governo per la prossima manovra”

Dopo l'approvazione del bilancio consolidato del Comune di Napoli il sindaco torna a chiedere più risorse per i Comuni nella prossima manovra finanziaria Napoli, 25 settembre – “Siamo una prime città d'Italia ad approvare in Giunta il bilancio consolidato, che porteremo il 29 settembre in Consiglio comunale”. Lo ha detto il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, durante un colloquio con i cronisti a Palazzo San Giacomo. “La città – ha aggiunto –, soffre di politiche nazionali, di finanza e di economia, che sono molto dure nei confronti degli enti locali. Poi noi siamo in predissesto”. Il primo cittadino torna a chiedere che per gli enti in predissesto vengano stanziate più risorse, rispetto al passato, nella prossima manovra finanziaria. “Adesso – ha

Predissesto, de Magistris: “Il Governo decida da che parte stare. Ai sindaci viene dato sempre il cerino in mano”

Il sindaco di Napoli: “Hanno dato 5 miliardi e mezzo alle banche. I sindaci non hanno mai osato, pur potendolo fare, chiedere miliardi di euro” Napoli, 11 settembre – “Se vogliamo dare concretezza a parole molto serie del presidente della Repubblica (“la politica rifletta sul clima”, ha detto Mattarella in riferimento ai fatti di Livorno, ndr), evitando che rimangano un monito, il Governo nello scrivere la manovra finanziaria, da qui a 20 giorni, deve decidere se in questo Paese sono più importanti i manager delle banche venete e gli F35, oppure i cittadini, i territori, i beni comuni, i giovani, il lavoro e la solidarietà”. Lo ha dichiarato il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, parlando quest'oggi con i giornalisti a

De Magistris nominato vicepresidente Anci, delega legalità e sicurezza

Insieme a lui, Matteo Bianchi, con delega alle Politiche per le aree interne Napoli, 20 gennaio - Il sindaco di Napoli Luigi de Magistris e il primo cittadino di Morazzone Matteo Bianchi, sono stati nominati dal presidente Antonio Decaro, nella giornata di ieri, vicepresidenti dell’Anci. A de Magistris Decaro ha confermato la delega a Sicurezza e legalità mentre al sindaco Bianchi ha conferito le materie riguardanti le Politiche per le aree interne. L'ANCI, Associazione Nazionale Comuni Italiani è un'associazione senza scopo di lucro, nata nel 1901. Antonio Decaro, sindaco di Bari, è il presidente dal 12 ottobre 2016. All'ANCI aderiscono circa 7.300 comuni italiani che, nella loro globalità, rappresentano circa il 90% della popolazione.

Napoli, la polizia municipale raccoglie 18mila euro per i terremotati mentre il Consiglio comunale devolverà il gettone di presenza della seduta odierna

Circa 1500 appartenenti al Corpo dei Vigili Urbani hanno deciso di devolvere l'importo di un'ora di lavoro per sostenere i terremotati del Centro Italia. Il Consiglio comunale, invece, devolverà loro il gettone di presenza della seduta odierna Napoli, 26 settembre – Il Consiglio comunale di Napoli devolverà il gettone di presenza della seduta odierna alle popolazioni del Centro Italia colpite dal terremoto. La devoluzione del contributo è stata votata all'unanimità dall'Aula, che ha in questo modo aderito a un'iniziativa promossa dall'Anci. Successivamente è intervenuto al telefono il sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi, che ha ringraziato Napoli per il grande cuore dimostrato ancora una volta. Il vicesindaco di Napoli, Raffaele Del Giudice, ha successivamente illustrato le azioni messe in campo dal Comune in

“Città ribelli per cambiare l’Europa”, de Magistris incontra la Colau

Dopo l’incontro con l’ex ministro delle Finanze della Grecia, Varoufakis, il sindaco parteciperà a un incontro pubblico con il sindaco di Barcellona Ada Colau, il presidente della Municipalità di Marghera Gianfranco Bettin e il fondatore del movimento transnazionale European Alternatives, Lorenzo Marsili Napoli, 11 luglio – Per il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, inizia una settimana fitta di appuntamenti politici. Martedì il primo cittadino sarà a Roma e prenderà parte al Consiglio Nazionale dell’Anci (Associazione Nazionale Comuni Italiani). Non è escluso un incontro con il presidente del Consiglio, Matteo Renzi. Se i due si incontreranno l’argomento di discussione sarà ovviamente Bagnoli. I rapporti di forza sono decisamente cambiati con la vittoria schiacciante di de Magistris alle ultime amministrative. Renzi e

I Sindaci italiani contro l’accorpamento coatto dei Comuni

Dal Piemonte alla Calabria al Forum dei 2200 Enti Locali dell’Asmel le voci di protesta contro l’ANCI e gli esempi sul risparmio di spesa “L’autonomia dei Comuni garantisce non solo risparmi, ma soprattutto opportunità di sviluppo, grazie ai processi di globalizzazione, che valorizzano le diversità e le nicchie di mercato. Imporre vincoli e tagli alle nostre realtà comunali ci rende poco credibili in Europa, dove chiediamo proprio meno vincoli e più crescita”. Quello sul plusvalore dell’autonomia è uno dei passaggi salienti del Manifesto contro l’accorpamento coatto dei Comuni approvato stamane a Napoli nel corso del Forum degli Enti Locali organizzato da Asmel, l’associazione italiana per la modernizzazione degli Enti Locali che unisce oltre 2200 Enti Locali di tutto il Paese. Ed è

Sicurezza urbana, de Magistris: rafforziamo il legame istituzionale

Il sindaco di Napoli, de Magistris, durante il Forum per la sicurezza urbana chiede al Governo di creare e  fortificare un legame tra le due istituzioni pubbliche così da aumentare le misure di sicurezza stradale e comunale "Il ministero dell'Interno dia al più presto seguito all'impegno, assunto lo scorso marzo, di portare all'approvazione del Consiglio dei ministri il Ddl sulla sicurezza urbana, il cui contenuto è stato già ampiamente condiviso con l'ANCI ed il Forum italiano per la sicurezza urbana". E’ ciò che ha chiesto  Luigi de Magistris al termine di una riunione con il Forum italiano per la sicurezza urbana. Per de Magistris è importante rafforzare il legame istituzionale tra Stato e Comuni, attraverso nuovi protocolli di sicurezza urbana tra ANCI