Sciopero dei trasporti, fermi metro 1 e funicolare

Pressoché regolare a Napoli città il servizio urbano dell'Anm con i bus Napoli, 24 luglio - Disagi a macchia di leopardo a Napoli e in Campania a causa dello sciopero nazionale dei trasporti proclamato oggi dai sindacati Cgil, Cisl, Uil, Ugl, Faisa Cisal. Nel capoluogo partenopeo si sono fermate la linea 1 della metropolitana - molto gettonata dai turisti - e la funicolare di Chiaia i cui lavoratori hanno aderito allo sciopero nazionale di 4 ore (dalle 9 alle 13) del trasporto pubblico locale. Pressoché regolare a Napoli città il servizio urbano dell'Anm con i bus che - salvo qualche eccezione - circolano regolarmente. Funzionano a pieno regime anche la funicolare Centrale e la funicolare di Montesanto. Minimi i disagi per quanto

Universiadi, Anm: corse notturne per Metro e flotta di autobus potenziata

Corse notturne per Metro Linea 1 e Funicolare Centrale. Rafforzate linee bus verso le aree degli impianti sportivi. Parcheggi e controlleria in campo Anm scende in campo per le Universiadi di Napoli 2019 rafforzando il trasporto pubblico su ferro, su gomma, l'offerta di parcheggi e la controlleria. E' stato infatti siglato l'accordo sindacale tra i vertici dell'azienda di trasporto del Comune di Napoli, il Comune stesso e la stragrande parte delle sigle sindacali, che permetteranno il prolungamento dell'intera offerta di mobilità e sosta per tutti coloro che sono in arrivo a Napoli per le Universiadi e per i napoletani che potranno godersi le gare contando su servizi di trasporto pubblico rafforzati. Secondo l'accordo siglato, la Linea 1 della Metropolitana di Napoli avrà un

Sciopero dell’8 marzo indetto di sindacati di base

“Contro la violenza maschile sulle donne e i femminicidi; contro ogni discriminazione di genere e contro le molestie nei luoghi di lavoro" Sciopero dell'8 marzo “contro la violenza maschile sulle donne e i femminicidi; contro ogni discriminazione di genere e contro le molestie nei luoghi di lavoro; contro la precarietà e la privatizzazione del welfare; contro l'obiezione di coscienza nei servizi sanitari pubblici e a difesa della Legge 194, per il potenziamento della reta nazionale dei consultori; contro il disegno di legge Pillon su separazione ed affido". Queste le motivazioni dei sindacati di base Usi (Unione Sindacale Italiana), Cobas (Confederazione dei Comitati di Base), Usb (Unione Sindacale di Base). A queste sigle si aggiunge nella sola Regione Lazio anche la Cgil

Confesercenti/Assotabaccai e Fenagi: stato di agitazione, stop alla vendita dei titoli di viaggio

Presidente Schiavo: "Decisione obbligata". Adesione, con le altre sigle, allo stato di agitazione: sospesa la commercializzazione dei biglietti a causa della irrisolta questione della riduzione dell’aggio Confesercenti/Assotabaccai e FeNaGi di Napoli aderiscono allo stato di agitazione proclamato per venerdì 7, sabato 8 e domenica 9 sospendendo la vendita dei titoli di viaggio. Una decisione sottoscritta da tutte le sigle (anche da Federazione Italiana Tabaccai/Confcommercio, S.N.A.G/Confcommercio e SiNaGi/Cgil) e comunicata con una lettera congiunta a tutte le Istituzioni, dal Prefetto di Napoli, al Governatore della Campania e al Sindaco di Napoli e alle società interessate, ovvero al Consorzio Unico Campania, alla Scrl Giraservice, a ANM e all’EAV. Il provvedimento è diretta conseguenza della decisione di Giraservice di ridurre, unilateralmente, l’aggio previsto per la vendita di biglietti

Funicolari, secondo giorno di stop per malattia del personale

Sospeso il servizio al pubblico con ultima corsa delle ore 14.10. si sono ammalati altri tre capiservizio Napoli, 27 novembre - L'Azienda napoletana mobilità informa che le funicolari di Chiaia e Mergellina oggi hanno dovuto sospendere il servizio al pubblico con ultima corsa delle ore 14.10. Anche oggi, come già accaduto ieri dopo la comunicazione del prolungamento dell'orario di esercizio nel week end della funicolare centrale, i capiservizio delle funicolari di Chiaia e Mergellina hanno infatti comunicato all'Anm di non poter lavorare perché ammalati. Si tratta di tre capiservizio diversi da coloro che si erano ammalati ieri. L'Azienda, si legge in una nota, "ha ricevuto la comunicazione intorno alle 12 e si è subito attivata per trovare dei sostituti: i capiservizio delle

Le funicolari di Napoli si fermano per malattia dei capotreni

Anm, da sindacati no a tavolo su incentivi per prolungamento Napoli, 26 novembre - Le funicolari di Chiaia, Montesanto e Mergellina a Napoli sono ferme dalle 14.30 di oggi. Lo comunica in una nota l'Anm che spiega come "nel giorno - si legge - in cui l'azienda ha redatto i nuovi orari per il prolungamento del week end delle corse della Funicolare Centrale, tre caposervizio delle funicolari hanno comunicato di essere impossibilitati a lavorare per malattia. Questa circostanza ha determinato nel pomeriggio di oggi, a partire dalle ore 14.30, la chiusura delle funicolari di Chiaia, Montesanto e Mergellina". Anm spiega anche che sul tema del prolungamento dell'orario della funicolare "si è svolta - prosegue la nota - questa mattina una riunione dell'azienda con

Ancora uno stop per la Funicolare di Mergellina

Dopo lo sciopero di venerdì scorso, da sabato la malattia dei capiservizio dell'Anm Napoli, 25 giugno - Quarto giorno di disservizi per gli utenti delle funicolari di Napoli a causa prima dello di sciopero venerdì scorso e poi, da sabato, dello stato di malattia dei capiservizio dell'Azienda napoletana mobilità addetti agli impianti. Oggi la funicolare di Mergellina è chiusa. É stata attivata una navetta bus sostitutiva, la '621', sul percorso (frequenza, ogni 30 minuti). Le altre tre funicolari - Centrale, Chiaia e Montesanto - sono per il momento regolarmente in servizio. Nei giorni scorsi gli impianti, alternativamente, erano stati chiusi per mancanza di personale assente per malattia. Per il personale in malattia, così come nei giorni scorsi, l'azienda ha chiesto all'Inps di effettuare le visite

Navette Eav in soccorso di turisti: stop alle corse di Anm per metro e funicolari a Pasqua, i bus osserveranno pausa pomeridiana

"EAV mantiene in funzione le sue linee ferro e gomma il giorno di Pasqua e quello di Pasquetta", ad annunciarlo il presidente De Luca in un post su Facebook "EAV mantiene in funzione le sue linee ferro e gomma il giorno di Pasqua e quello di Pasquetta. Il giorno di Pasquetta riapre anche la funivia del Faito. Ho chiesto al Presidente di EAV di verificare con il Comune di Napoli la possibilità, se necessario, di attivare delle navette a Napoli anche nel pomeriggio di Pasqua, come già è avvenuto a Capodanno, per venire incontro alle difficoltà di ANM, in uno spirito di collaborazione e per non lasciare disorientati i numerosi turisti presenti in città". Questo il post del presidente della Regione Campania

Anm, Nicola Pascale è il nuovo amministratore unico

Pascale, fino ad oggi capo staff dell’Assessorato alla Mobilità del Comune di Napoli, è il nome scelto dal sindaco de Magistris come successore del dimissionario Ciro Maglione Il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, ha nominato Nicola Pascale nuovo amministratore unico di Anm, azienda cittadina del trasporto pubblico. L’attuale capo staff dell’Assessorato alla Mobilità, dunque, è il successore del dimissionario Ciro Maglione (vai all’articolo). Pascale è laureato in Ingegneria Civile all’Università degli Studi di Napoli. Dopo aver trascorso un periodo di studi a Parigi presso l’Université de la Sorbonne Nouvelle, si legge in una nota del Comune, Pascale si è specializzato con una borsa di studio post lauream dell’Università degli Studi di Napoli nella predisposizione, sviluppo e utilizzo di modelli per la

Dimissioni del manager di Anm, de Magistris: “Ora si apre una fase nuova”

Il sindaco ha parlato del futuro dell'azienda del trasporto pubblico a Napoli all'indomani delle dimissioni rassegnate dall'amministratore unico Ciro Maglione Napoli, 9 marzo – Con le dimissioni dell'amministratore unico Ciro Maglione (vai all'articolo), per Anm, azienda del trasporto pubblico a Napoli, “si apre una fase nuova”. È quanto sostiene il sindaco Luigi de Magistris, che spiega: “Siamo in concordato preventivo, in una fase delicata. Maglione è un avvocato, un giurista, ha svolto un lavoro utile nella prima fase in cui serviva più un aspetto giuridico formale di diritto. Oggi c'è bisogno della fase del piano industriale, di entrare in una fase che porti non solo alla sopravvivenza formale di Anm ma al suo rilancio definitivo. Metteremo in campo una squadra che,

Anm nel caos, si dimette l’amministratore unico Ciro Maglione

Si apre la successione alla guida dell'azienda sull'orlo del fallimento Napoli, 8 marzo - Ciro Maglione, amministratore unico Anm, l'azienda di mobilità cittadina, ha rassegnato le proprie dimissioni dall'incarico. Dopo i contrasti con il sindaco de Magistris ha firmato la lettera delle dimissioni e getta la spugna aprendo la corsa alla sua successione. L'azienda è gravata da 160 milioni di debiti ed è sottoposta al controllo del Tribunale avendo aderito al concordato preventivo. Maglione aveva preso il posto dell'ingegner Ramaglia solo 10 mesi fa. Il suo predecessore aveva deciso di non presentare domanda per il secondo mandato in Anm "perché non ci sono le condizioni per risanare l'azienda", aveva dichiarato.

8 marzo, 24 ore di sciopero dei trasporti. Le fasce di garanzia di Anm

A Napoli è previsto un corteo organizzato dal comitato Non una di meno, partenza da Piazza dante alle ore 18 In occasione della Giornata internazionale della donna, domani giovedì 8 marzo, è stato indetto uno sciopero generale che riguarderà anche i dipendenti nei settori dei trasporti. Interessati allo sciopero Trenitalia, Italo e Trenord, Alitalia e Blue Panorama e dei mezzi pubblici. Lo sciopero è stato durerà 24 ore; ad aderire molte sigle sindacali, tra cui USB, l’USI Lavoro Privato, Cobas, CUB trasporti, Cgil, Cisl e Uil. Ha dimensioni internazionali, ed è promosso in 70 paesi in tutto il mondo da movimenti femministi come forma di protesta contro ogni forma di discriminazione di genere. A Napoli è previsto un corteo organizzato dal comitato Non una di meno, partenza prevista

Napoli, blocco trasporti Anm: le autorità assenti all’inaugurazione di Largo Pignatelli

Quest'oggi l'inaugurazione dell'isola dell'architetto Boris Podrecca a Largo Pignatelli, che ospita le uscite della linea 6 della metropolitana di Napoli Napoli, 24 gennaio – È stata inaugurata questa mattina a Largo Pignatelli l'isola dell'architetto Boris Podrecca, che ai margini della Riviera di Chiaia ospita le uscite della linea 6 della metropolitana di Napoli (ancora in fase di completamento, ndr). Assenti all'inaugurazione le autorità: erano attesi il ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio, il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca e il sindaco Luigi de Magistris. Motivo dell'assenza i disagi causati al trasporto pubblico cittadino dalla protesta dei lavoratori della Samir, la ditta di pulizie dell'Anm (vai all'articolo). “Per un atto di rispetto e sensibilità nei confronti della cittadinanza che è stata duramente

Blocco dei trasporti Anm a Napoli: fermi autobus e metro Linea 1. Comune di Napoli: “atto di gravissima irresponsabilità”

I dipendenti della Samir hanno bloccato banchine e depositi impedendo l'uscita dei mezzi creando particolare disagio a studenti e lavoratori Blocco dei trasporti pubblici a Napoli dalle ore 6 di questa mattina per la rivolta dei lavoratori della Samir, la ditta di pulizie di Anm (azienda napoletana mobilità), che vanta 5 milioni di euro arretrati non pagati. I dipendenti della Samir hanno bloccato banchine e depositi impedendo l'uscita dei mezzi creando particolare disagio a studenti e lavoratori. Dopo la riunione di ieri in prefettura si è saputo che gli emolumenti di gennaio per i 337 dipendenti della ditta saranno percepiti addirittura entro il 15 di febbraio. Restano in regolare servizio invece le Funicolari di Montesanto, Centrale, Chiaia e Mergellina. Duro il comunicato stampa del Comune di Napoli