Dl svuota carceri. Pdl, Sel, Pd: “Riforma strutturale”. Lega, Fli e M5S, contro

Duro scontro in Aula per il decreto, infiamma la polemica Roma, 5 febbraio - Continua l'esame del Dl Svuota Carceri. Dovranno essere esaminati i 120 ordini del giorno, presentati prevalentemente da Lega e M5s.  In aula, in occasione della discussione, vi è stato un nuovo show di Gianluca Bonanno (Lega). Dura la reazione di esponenti Pd che hanno determinato l'intervento del vicepresidente della camera Di Maio e l'espulsione del leghista. Ieri la Camera ha approvato la fiducia al Governo sul decreto carceri. I voti a favore sono stati 347 contro i 200 a sfavore e 1 astenuto. La fiducia dovrà passare al Senato entro il 21 febbraio per la consultazione finale.  Il percorso del Dl è stato accompagnato in questi mesi da tante polemiche. L'opposizione

Rivolta degli avvocati a Castel Capuano, mani legate e fascia tricolore in petto

Chiedono le dimissioni del ministro Cancellieri Napoli, 25 gennaio - Rivolta degli avvocati a Castel Capuano, mani legate e fascia tricolore in petto, con la scritta "In difesa dei diritti". Così, i legali del consiglio dell'ordine di Napoli, hanno manifestato contro le mancate riforme della giustizia alla cerimonia di inaugurazione dell'anno giudiziario in corso a Castel Capuano. Quando il vicecapo dell'amministrazione penitenziaria, Francesco Cascini, rappresentante del Ministero della Giustizia, ha preso la parola, gli avvocati hanno abbandonato il salone dei busti di Castel Capuano per protesta. Ma le contestazioni non si sono limitate a questo. Infatti, prima di lasciare l'aula, con il vicecapo del Dap Cascini, che aveva appeno cominciato a parlare, un centinaio di avvocati, molti dei quali in toga, hanno voltato le spalle

Tribunale a Napoli Nord. Sfuma il progetto di Pozzuoli e Casoria, il ministro sostiene Aversa

Roma - Il ministro per la Giustizia Annamaria Cancellieri durante l’assemblea parlamentare question time del 24 luglio ha risposto ad un'interrogazione sull'accesso alla giustizia in Campania presentata dal capogruppo di Sel Gennaro Migliore. Il ministro ha così ribadito: "Il governo monitorerà per un biennio gli effetti della riorganizzazione delle sedi giudiziarie, pronto ad adottare eventuali correttivi in caso di necessità." Difendendo l’istituzione del Tribunale di Napoli Nord ad Aversa con queste parole: “La struttura è destinata a circa 1 milione di persone, con decongestionamento del Tribunale di Napoli. Altri due immobili - ha aggiunto - uno dei quali già sistemato sono a disposizione del nuovo Tribunale.” La struttura scelta è quella del Castello Aragonese dove ha sede la scuola di formazione della

Sovraffollamento delle carceri. Varato il decreto: i condannati potranno scontare la pena lavorando

Napoli 27 giugno - Il Ministro della Giustizia Annamaria Cancellieri ha presentato al Consiglio dei Ministri il decreto per alleggerire il sovraffollamento delle carceri, ricevendone l'approvazione. Le condizioni delle carceri italiane erano state oggetto di una sentenza della Corte europea dei diritti umani, che ha condannato lo Stato Italiano ad una pena pecuniaria di 100 mila euro, in seguito alla richiesta di 7 detenuti italiani che vi si erano rivolti per far valere il loro diritto ad una detenzione dignitosa (vai all'articolo). Con questo provvedimento si cerca di giungere a condizioni più dignitose di permanenza oltre alla messa in pratica di quelle misure alternative al carcere mantenendo il punto fermo sui reati per mafia e terrorismo che restano esclusi dalle applicazioni contenute. Obiettivo del decreto: