Coronavirus, Psicologia: docenti chiedono aiuto, con incertezza sale stress

Zaza (Ido): 5 punti per usare l'ansia con efficacia Roma 10 aprile - "Nell'arco di queste settimane sono giunte, allo sportello d'ascolto sul sito Diregiovani.it, tantissime richieste di aiuto di docenti che esprimono le proprie preoccupazioni rispetto ai cambiamenti che stanno vivendo con gli studenti e le famiglie. Timori che si aggiungono all'incertezza sulle conseguenze che tali situazioni produrranno nel futuro. In questo periodo è, quindi, più che naturale trovarsi a dover gestire un aumento dei livelli di ansia, percepiti sia sul piano personale che professionale". Lo dichiara Francesca Zaza, psicoterapeuta dell'IdO, nel corso online di formazione a distanza gratuito 'La gestione dell'ansia e dello stress in situazioni di emergenza', voluto dal ministero dell'Istruzione (Miur) e realizzato insieme all'Istituto di Ortofonologia

“Pensa alla tua Salute”, visite specialistiche gratuite: depressione, ansia, attacchi di panico e disturbi del comportamento alimentare

Patologie della società contemporanea, venerdì 1 dicembre, dalle 15 alle 20 visite gratuite di consulenza psicologica al DG Medical, via Santa Maria a Cubito, n.622, Chiaiano “Pensa alla tua Salute” è un progetto dalla parte dei cittadini nato dalla precisa volontà del dottor Daniele Grumiro che, da diversi anni si dedica alla prevenzione sanitaria, cioè dalle fasi che precedono l'insorgenza della malattia (prevenzione primaria). Il progetto, promosso con il sostegno del presidente, Apostolos Paipais, e dell'assessore dell'VIII Municipalità di Napoli, Giovanni Pagano (che comprende i quartieri di Chiaiano, Marianella, Scampia, Piscinola)  ha riunito diversi e prestigiosi specialisti in più ambiti delle discipline sanitarie che hanno offerto la loro disponibilità per intervenire sulle tematiche di prevenzione e diagnosi precoce. Il progetto, che sta avendo un considerevole riscontro da parte dei cittadini, prevede anche “I Venerdì della prevenzione” in cui verranno eseguite visite specialistiche gratuite a favore dei cittadini napoletani. Ciò a dimostrazione di quanto sia importante la collaborazione tra i vari professionisti che

Salute: ansia, stress, allergie respiratorie ed alimentari e il Santo Natale è servito

Tra smog casalingo, jet lag familiare e sindrome dell'albero di Natale è a rischio il nostro benessere psicofisico Natale fa male alla salute. Fino al punto che uno scienziato inglese ha ribattezzato il 25 dicembre come "il giorno più tossico dell'anno". La rivelazione è dell'esperto di inquinamento domestico, il professor Ian Colbeck dell'University of Essex, che punta il dito sulle sostanze chimiche volatili rilasciate nelle cucine delle nostre case in questi giorni di festa, caminetti accesi per ore, candele profumate ovviamente in stanze chiuse per il freddo invernale. Siamo letteralmente intossicati dai fumi di arrosti, petardi e caminetti -, sottolinia l'esperto - così densi da fare concorrenza alle strade londinesi nell'ora di punta. E a farne le spese sono i nostri polmoni

Ansia e Panico: novembre mese della diagnosi gratuita

Anche quest’anno, in tutta Italia, il mese di novembre sarà dedicato alla diagnosi precoce dei disturbi d’ansia e panico E' il mese dedicato alla diagnosi precoce. L’iniziativa promossa dalla LIDAP (Lega Italiana contro i Disturbi d’Ansia, Panico e Agorafobia) ha lo scopo di far luce su una patologia molto spesso poco conosciuta. In Italia le persone che soffrono d’ansia sono più di due milioni, il disturbo si presenta generalmente con sintomi come tachicardia, sudorazione, confusione, tremori muscolari che posso determinare nel tempo difficoltà di viaggiare, muoversi da soli, frequentare ambienti affollati e nei casi più gravi il completo isolamento. Ad oggi la cura più efficace per tali tipi di disturbi è rappresentata dall’intervento combinato, farmacologico e psicoterapeutico, realizzato il prima possibile

Attacchi d’ansia? La soluzione è l’ossitocina, l’ormone della serenità

“Il biomarker dell’ansia” può essere misurato attraverso un comune prelievo del sangue 10 novembre – Uno studio condotto dalla Stanford University School of Medicine ha dimostrato l’importanza dell’ormone ossitocina per il benessere e la serenità mentale. Secondo quanto emerge infatti dagli studi pubblicati su Molecular Psychiatry, bassi livelli di ossitocina nel sangue, possono essere un fattore scatenante nell’insorgenza degli attacchi d’ansia. Non a caso, Karen Parker, coordinatrice dello studio, ha definito l’ossitocina un vero e proprio “biomarker per lo stato d'ansia”. Con un semplice prelievo del sangue è oggi possibile stimare i livelli di ossitocina, senza dover ricorrere come in passato al prelievo di liquido cerebrospinale, al fine di valutare se gli stati d’ansia possano essere associati o meno alla quantità di ormone in circolo. Il team di ricercatori americani