A Pompei riaprono le terme del foro dopo i restauri

Appuntamento per le Giornate Europee del Patrimonio il 21 e 22 settembre Il 21 e il 22 settembre in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, il cui tema di quest’anno è “Un due tre... Arte! - Cultura e intrattenimento”, i siti del Parco archeologico di Pompei proporranno visite straordinarie ad alcuni edifici. Il tema scelto per le giornate è legato alla "terme", luogo prediletto dagli antichi romani per trascorrere il tempo, conversare e rilassarsi, presenti in più punti dell’antica città di Pompei, ma anche nelle Ville di Oplontis e Stabia. In tutti i siti, funzionari del Parco saranno a disposizione nel corso della mattinata per illustrare gli ambienti. Presso l’Antiquarium di Boscoreale, oltre alle sale del Museo e all'esposizione dedicata al Villaggio Protostorico di Longola, sarà

“Notte Europea dei Musei”, il programma per i siti archeologici vesuviani

Sabato 18 maggio dalle ore 20,30 alle 22,30 con ingresso a 1 euro sarà consentito l'accesso alle aree archeologiche di Pompei, la Villa San Marco a Stabia, la Villa di Poppea ad Oplontis e l’Antiquarium di Boscoreale E’ “Festa dei Musei” nei siti archeologici vesuviani. Il 18 maggio, nell’ambito dell’iniziativa  promossa dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali le aree archeologiche di Pompei, la Villa San Marco a Stabia, la Villa di Poppea ad Oplontis e l’Antiquarium di Boscoreale saranno aperti in via straordinaria per la “Notte Europea dei Musei”, dalle 20,30 alle 22,30 (chiusura biglietterie alle ore 22) con ingresso a 1 euro (gratuito a Stabia e per i minori di 18 anni, come da normativa vigente). Doppia opportunità per i visitatori di  Pompei che potranno accedere sia

Appuntamento a Stabia per villa Arianna e all’Acquarium di Boscoreale

Martedì 16 aprile a Stabia per la riapertura di Villa Arianna – ore 10,00 a seguito del ripristino delle coperture e degli  interventi di decoro e all’Antiquarium di Boscoreale - ore 12,00 per l’Inaugurazione della Mostra “Il villaggio protostorico di Longola” La Villa Arianna di Stabia riapre al pubblico dopo i lavori di ripristino e puntellatura della copertura moderna dell’atrio, danneggiata dal maltempo straordinario dello scorso ottobre. Martedì 16 aprile alle ore 10,00 saranno presentati  i recenti  interventi di miglioramento  del decoro complessivo della Villa e di accoglienza per i visitatori, alla presenza della Direttrice ad interim Alfonsina Russo, del Direttore Generale del Grande Progetto Pompei, Mauro Cipolletta, del Direttore degli scavi di Stabia Francesco Muscolino e del Sindaco di Castallammare, Gaetano

Boscoreale, suggestioni notturne: musica, poesia e visite serali all’Antiquarium

Da venerdì 14 alle ore 20,30 visita serale con performance musicale e narrativa In occasione delle passeggiate notturne promosse dal MIBAC, all’’Antiquarium di Boscoreale, il Parco archeologico di Pompei in collaborazione con la Scabec-Regione Campania propone a partire dal 14 settembre “Boscoreale, suggestioni notturne” un’originale visita serale con performance musicale e narrativa creata ad hoc per lo spazio museale vesuviano. Accompagnato da un trio di musicisti, l’attore e regista Ottavio Costa si esibirà in un raffinato percorso di testi e musica attraverso le sale del museo, fino all'auditorium. Appuntamento questa sera 14 settembre alle ore 20,30, con repliche sabato 15 e i venerdì 21 e 28 settembre. Le composizioni musicali più delicate e affascinanti del compositore francese Claude Debussy faranno da sottofondo ai versi dello scrittore Pierre Louÿs che ha dedicato

Passeggiate notturne a Pompei, Oplontis, Antiquarium di Boscoreale e per la prima volta la Villa S. Marco di Stabia con “Stabiae Nocte”

Dal 27 luglio fino al 28 settembre. Il venerdì e il sabato - dalle ore 20,30 alle 23,30 A partire da sabato 27  fino al 28 settembre tornano i percorsi illuminati nei siti archeologici vesuviani, nell’ambito dei progetti di valorizzazione 2018 promossi dal Ministero per i beni e le attività culturali. Il sito di Pompei, la villa di Poppea ad Oplontis, l’Antiquarium di Boscoreale e per la prima volta la Villa S. Marco a Stabia saranno illuminati per l’occasione il venerdì e il sabato dalle ore 20,30 alle 23,30. A Pompei le passeggiate notturne interesseranno uno dei luoghi più monumentali del sito, l’area del Foro, cuore della vita politica, religiosa ed economica della città antica, attraverso un percorso di suoni e luci che ha inizio da porta Marina. La suggestione e la bellezza

Cade teca, anfore in frantumi alla mostra “Il corpo del reato” all’Antiquarium

La mostra è stata inaugurata venerdì scorso negli Scavi di Pompei Pompei, 19 dicembre - Cade una teca espositiva dei reperti in mostra nell'Antiquarium di Pompei, e finiscono in frantumi anforette e alcuni lacrimatoi in vetro. Questa mattina, intorno alle ore 9, i custodi della Mostra ''Il corpo del reato'', inaugurata venerdì scorso negli Scavi di Pompei, hanno scoperto il danno causato ai preziosi oggetti in esposizione che sono caduti riducendosi in frantumi. Sgomenti i custodi che hanno effettuato la scoperta, comunicandola immediatamente alla direzione della Soprintendenza archeologica di Pompei dove fervono i preparativi per la riapertura di una parte della Casa dei Vettii annunciata per venerdì prossimo e alla quale dovrebbe partecipare anche il ministro dei Beni Culturali, Dario Franceschini.

Olimpiadi 2016 e lo sport a Pompei: all’Antiquarium in esposizione gli strumenti del bagno termale degli atleti

Affreschi di atleti e lottatori alla cosiddetta “Palestra”, raccontati attraverso totem di approfondimento Pompei si associa al grande evento delle Olimpiadi di Rio 2016, partecipando allo spirito sportivo del momento  con un piccolo contributo espositivo di reperti e pannelli didattici  che raccontano dell’importanza e dell’attenzione degli antichi pompeiani per le pratiche dello sport e la cura del corpo. In occasione, dunque, della giornata inaugurale dei giochi olimpici sarà allestito presso l’Antiquarium degli scavi una vetrina con alcuni strumenti originali utilizzati dagli atleti durante il bagno termale: uno strigile in bronzo (spatola metallica ricurva per la detersione del sudore), un unguentario  per l’olio, un lisciatoio in pietra pomice, un attingitoio in bronzo per l’acqua. L’atleta prima e dopo le attività sportive praticava un’accurata

Per Grazia ricevuta, la devozione religiosa a Pompei antica e moderna

Percorso della mostra articolato in: Sacra pompeiana, sezione archeologica; dall’iconografia pagana all’iconografia cristiana; la devozione mariana nel santuario della Beata Vergine del Rosario Apre al pubblico domani 29 aprile a Pompei, con la riapertura dell’Antiquarium degli scavi archeologici, la mostra: ”Per Grazia Ricevuta. La devozione religiosa a Pompei antica e moderna” promossa da una straordinaria sinergia fra la Soprintendenza Pompei e il Santuario della Beata Vergine del Rosario, con la collaborazione del Centro Europeo per il Turismo e la Cultura presieduto da Giuseppe Lepore e il supporto organizzativo di Civita Mu.Se.A., in occasione del Giubileo Straordinario della Misericordia indetto da Papa Francesco. La mostra è curata da Francesco Buranelli e Massimo Osanna. “Per grazia ricevuta” è la formula che accompagna - da tempo immemorabile

Pompei: dopo 36 anni riapre l’Antiquarium, si inagura la mostra Per grazie ricevuta

Presentazione e inaugurazione giovedì 28 aprile alle ore11 con il Direttore Generale Soprintendenza Pompei Massimo Osanna e Monsignor Tommaso caputo Dopo 36 anni riapre al pubblico l'Antiquarium degli scavi di Pompei. Realizzato nel 1870 da Giuseppe Fiorelli, bombardato nel 1943, riallestito nel 1948 da Amedeo Maiuri e chiuso nel 1980 in seguito al terremoto, il 28 Aprile 2016  si inaugura nella sua nuova veste di visitor center e spazio museale. Un luogo di accoglienza e conoscenza per approfondire la storia della città dalle sue origini al 79 d.C., attraverso nuovi allestimenti museali e multimediali, spazi dedicati alle mostre, percorsi di realtà virtuale immersiva per rivivere l’esperienza tragica dell’eruzione e la vita quotidiana dell’epoca, e un nuovo e moderno bookshop. Negli spazi riservati alle mostre, l’esposizione