Primarie centrosinistra. Dati definitivi dei 78 seggi allestiti in città. Valente al 43.7%, Bassolino al 42.2%, Sarracino 10.6%, Marfella 3.4%

I dati definitivi delle primarie del centrosinistra per la scelta del candidato sindaco alle Elezioni Comunali 2016 Napoli, 6 marzo – Valeria Valente sarà la candidata sindaco del Partito Democratico alle prossime Elezioni Comunali. L'annuncio è stato dato, quando lo scrutinio era ancora in corso, dalla stessa Valente (vai all'articolo). Sconfitto, per pochi voti, l'ex sindaco ed ex presidente della Regione Campania, Antonio Bassolino. Terzo Marco Sarracino, segretario metropolitano dei Giovani Democratici. Quarto il candidato indipendente del Psi, Antonio Marfella. Alla chiusura dei seggi il dato riguardante l'affluenza è di 30.963 votanti. Doppiato il numero delle ultime Regionali – votarono in 16.500, ndr – ma alle primarie cittadine del 2011 i votanti furono circa 45mila. Le percentuali (78 sezioni su 78): Valente: 13.419 voti

Primarie centrosinistra, come e dove si vota

Oggi la coalizione di centrosinistra sceglierà il suo candidato sindaco alle Elezioni Comunali di Napoli. Si può votare dalle 8 alle 21 nei 78 seggi allestiti in città. Quattro i nomi in campo: Antonio Bassolino, Antonio Marfella, Marco Sarracino e Valeria Valente Napoli, 6 marzo – Quest'oggi la coalizione di centrosinistra sceglierà il proprio candidato sindaco alle prossime Elezioni Comunali di Napoli. Si vota dalle ore 08.00 alle ore 21.00 nei 78 seggi allestiti in città. Quattro i candidati: Antonio Bassolino, Antonio Marfella, Marco Sarracino e Valeria Valente. Chi può votare: Possono votare i cittadini che hanno compiuto 16 anni alla data del 06/03/2016, nonché tutti i cittadini dell'Unione europea residenti nel territorio comunale, i quali dichiarino di riconoscersi nella proposta della

Primarie centrosinistra, faccia a faccia tra i candidati. Bassolino diserta

I principali temi toccati durante il confronto sono la questione morale, le periferie, i rapporti con il governo Napoli, 4 marzo – È durato non più di quaranta minuti il confronto, che si è svolto quest'oggi alle ore 15.00 alla Domus Ars di via Santa Chiara, tra i candidati alle primarie del centrosinistra di Napoli. Presente Valeria Valente (Partito Democratico), Antonio Marfella (Partito Socialista Italiano) e Marco Sarracino (Giovani Democratici). Non partecipa al confronto Antonio Bassolino (Pd), a suo dire già impegnato in altri appuntamenti elettorali. E gli altri candidati non si lasciano scappare l'occasione di lanciare qualche frecciatina all'ex sindaco di Napoli ed ex presidente della Regione Campania. Marfella, in particolare, parla di primarie “cazzimmose” e spiega di rivolgersi con questo

Primarie centrosinistra. Venerdì il confronto tra candidati

Il faccia a faccia tra candidati si terrà alle ore 15.00 presso la Domus Ars di via Santa Chiara Napoli, 3 marzo – Si terrà domani alle ore 15.00 presso la Domus Ars di via Santa Chiara il confronto tra candidati alle primarie del centrosinistra, in programma domenica 6 marzo. Le primarie designeranno il candidato sindaco del centrosinistra alle Elezioni Comunali di Napoli. I candidati, durante l'incontro alla Domus Ars, risponderanno a delle brevi domande poste da giornalisti di alcuni quotidiani cittadini. Ogni giornalista potrà rivolgere a ciascun candidato un massimo di due domande, sui principali temi che attengono al programma elettorale di ognuno. Ogni candidato, al termine del confronto, avrà un minuto di tempo per lanciare un appello al voto ai cittadini.

Primarie centrosinistra, Marfella: “A Napoli le clientele contano poco. Questo dicono i sondaggi”

Il candidato del Psi fa il punto dell'attuale situazione politica in città e torna a chiedere un vero confronto tra i candidati alle primarie Napoli, 29 febbraio – “Quello che indicano chiaramente i dati dei sondaggi sulle primarie del centrosinistra, a mio parere, è che a Napoli per fortuna, i 'pacchetti di voti' e le cliente contano nel complesso meno di una proposta politica fatta con anima e sangue”. Lo scrive nel suo blog su ilfattoquotidiano.it Antonio Marfella, candidato del Psi alle primarie del centrosinistra di Napoli, riferendosi al sondaggio di Euromedia per il quotidiano Il Mattino (vai all'articolo). Marfella, medico impegnato da diversi anni nella lotta alle malattie derivate dall'inquinamento ambientale nelle cosiddetta Terra dei Fuochi, nel corso del suo articolo

Primarie centrosinistra, conferenza stampa dei quattro candidati

Presentazione della campagna per le primarie presso la federazione provinciale del Pd Napoli Napoli, 22 febbraio – Si è svolta questa mattina presso la sede provinciale del Partito Democratico di Napoli, la conferenza stampa di presentazione della campagna per le primarie e dei quattro candidati che il prossimo 6 marzo si sfideranno fra loro: Antonio Bassolino, Antonio Marfella, Marco Sarracino e Valeria Valente. Nel corso della conferenza stampa Venanzio Carpentieri, segretario provinciale Pd, ha annunciato la volontà di chiudere con “esperienze tristi del passato”. “Per questo – ha spiegato Carpentieri – abbiamo studiato un software capace di controllare che non si registrino casi di persone che votano più di una volta”. Carpentieri ha anche annunciato che ci sarà un confronto diretto tra

Terra dei Fuochi: i comitati si dividono le piazze. Si comincia con la 2^ Mobilitazione Generale. Seguirà a Bagnoli, Stop Biocidio contro lo Sblocca Italia

Il 25 a Piazza Dante la prima manifestazione in calendario è la “2^ Mobilitazione Generale”. La coalizione sociale Stop Biocidio sarà in piazza il 7 novembre a Bagnoli contro il decreto Sblocca Italia Napoli, 23 ottobre — Non manca di certo il veleno in Terra dei Fuochi e non si limita solo all’inquinamento dell’ambiente, ma è radicato tra gli animi di chi invece congiuntamente dovrebbe impegnarsi a difesa del proprio territorio. La spaccatura tra i differenti comitati in difesa di Terra dei Fuochi è sempre più evidente e a dimostrarlo sono essenzialmente le mobilitazioni di massa che si susseguiranno nei prossimi giorni ed organizzate in modo disgiunto ed autonomo e non senza polemiche ed accuse dall’uno e dall’altro fronte. Già a luglio la situazione era apparsa

La mozione per Terra dei Fuochi arriva in Parlamento. Domani il voto dell’Aula

Roma, 4 novembre - Si discute oggi in Parlamento la mozione che chiede al Governo di impegnarsi con misure concrete e tempestive per bonificare la Terra dei Fuochi. La mozione è stata presentata dall’onorevole Antimo Cesaro di Scelta Civica e firmata da molti altri deputati anche di altre forze politiche. Cesaro ha dichiarato: "Esprimo soddisfazione nell'apprendere la decisione, della presidente Laura Boldrini, di diffondere il documento integrale dell'audizione dei pentiti dinnanzi alla Commissione parlamentare d'inchiesta sul ciclo dei rifiuti. La desecretazione delle rivelazioni dei pentiti era infatti uno dei punti della mia mozione; ne rilevo dunque con piacere l'accoglimento." In Aula si discuterà sull’impegno che il Governo dovrà avere per verificare la veridicità delle dichiarazioni fatte da Sciavone per permettere di determinare

Ortaggi al toluene e grano all’amianto a Caivano. Il commento di Antonio Marfella per NapoliTime

Napoli, 26 maggio – È ancora Caivano lo scenario dello scempio di una malavita senza scrupoli, che avvelena terreni agricoli destinati alla coltivazione di ortaggi, nascondendo nel suolo rifiuti pericolosissimi per la salute. Si tratta dell’ennesimo ritrovamento delle prove dello sversamento illecito di rifiuti tossici. Dopo il caso del campo di cavolfiori avvelenato, di qualche mese fa, adesso è la volta di un campo coltivato a broccoli, che è stato sequestrato ieri dalla Guardia Forestale a Caivano, a nord di Napoli. La forestale ha messo sotto sequestro un’area di circa 20 mila metri quadrati, in cui c’è stato il ritrovamento shock di un pozzo usato per l’irrigazione, inquinato con sostanze cancerogene come il manganese, floruri e addirittura un idrocarburo della classe degli