Walter Tocci (Pd), ecco il perchè delle mie dimissioni

In un post sul suo blog, il senatore Pd, Walter Tocci spiega i motivi del proprio sì alla fiducia sul Jobs Act e annuncia le sue dimissioni Il senatore parla di un dissenso profondo sia nella forma che nella sostanza del provvedimento. E intende chiarire quello che per lui è un

Twitter Time: avanti con il Jobs Act, minoranza Pd divisa, sindacati dubbiosi, Renzi vittorioso

Jobs Act, i commenti alla direzione nazionale Pd Jobs Act, ecco cosa cambia (davvero) Tfr in busta paga, la simulazione http://t.co/jLSE5KLGif pic.twitter.com/L5LuMCtbpl — Corriere della Sera (@Corriereit) 30 Settembre 2014 L'intervento di Renzi su #RiformaLavoro a DirezionePd ha toni diversi da passato ma è ancora troppo vago http://t.co/SemKnqYSFp — CGIL Nazionale (@cgilnazionale) 29

Vince la linea Renzi: avanti con il Jobs Act e la minoranza Pd si frantuma. E’ addio all’Art. 18?

Direzione Pd, scontato l'esito del voto che ha decretato l'atteso successo della linea del Segretario-Premier, Matteo Renzi Favorevoli (renziani e giovani turchi, Orfini): 130. Contrari (Bersani, D'Alema, Miotto, Fassina, Boccia, D'Attorre, Cuperlo, Damiano e Civati): 20. Astenuti (Speranza): 11. Il Jobs Act, con la proposta di cancellazione dell'Art. 18 passa al vaglio della direzione del

Da Seul il premier Monti avverte che il Governo “non tirerò a campare” anche se il Paese non è pronto per le riforme.‏ Pier Luigi Bersani: “la riforma del mercato del lavoro va cambiata”.

Appare alquanto insofferente il premier Mario Monti. Alle sollecitazioni mediatiche che gli giungono dai partiti in merito alla riforma sul lavoro sembra rispondere in modo forzato. L' insofferenza è rivolta al PD che chiede di valutare più a fondo i diritti e doveri della costituzione. Lontano dal Paese concede un comunicato.