Appuntamento con la Morte con “Volcano Extravaganza”, Festival di arte contemporanea

Al Parco Archeologico di Pompei il capitolo conclusivo del Festival La morte e il destino ineluttabile sono il tema di un intervento artistico che, partendo dall’isola di Stromboli, si conclude al Parco Archeologico di Pompei il 21 luglio, nell’ambito di Volcano Extravaganza, Festival di arte contemporanea. A curare  il festival, alla sua nona edizione, concepito e promosso dal Fiorucci Art Trust, ogni anno viene invitato un artista internazionale che – insieme al Direttore del Trust Milovan Farronato – definisce un tema e seleziona gli altri artisti partecipanti. Il titolo di questa edizione, co-curata da Farronato con l'artista Maria Loboda, prende ispirazione da Appuntamento a Samarra, la parabola della morte inevitabile che apparve per la prima volta nel Talmud Babilonese nella storia mesopotamica del Sukkah 53°, come raccontato da W. Somerset Maugham nel 1933. L'oratore è la Morte

“Sette opere per la Misericordia”, progetto-mostra per promuovere 7 borse di studio per giovani talenti dell’Accademia di Belle Arti

Vernissage benefico sabato 21 aprile alle 11:00 al Pio Monte della Misericordia in via dei Tribunali, 253 Napoli - Sabato 21 aprile 2018, alle ore 11:00, nella storica sede del Pio Monte della Misericordia, in via dei Tribunali n° 253, si terrà il vernissage di "Sette opere per la Misericordia", un progetto artistico che promuove annualmente 7 borse di studio per giovani talenti dell’Accademia di Belle Arti di Napoli, le cui opere affiancano quelle di artisti di fama internazionale che ogni anno realizzano un’opera esposta e poi donata al Pio Monte, arricchendo così la Sezione di Arte Contemporanea, nell'ambito del più ampio progetto “Sette Opere Per la Misericordia”. Al Pio Monte della Misericordia la stessa Sezione di Arte Contemporanea, che ad oggi vanta oltre 40 opere di importanti artisti internazionali, è nata per ospitare i lavori di artisti che reinterpretano il tema del la Misericordia, utilizzando ingegnosità

Castel Sant’Elmo, conclusa la VI edizione del Concorso “un’Opera per il Castello”

Tema di quest’anno del Concorso è stato “Le forme dell'abitare. Convivenza e interazione” Napoli - Giovedì  27 luglio si è conclusa la fase di valutazione dei 90 progetti dei giovani artisti, il vincitore è Chiara Coccorese con l’opera La Cura. La giuria ha premiato il progetto della giovane artista che “ha declinato il tema del concorso mostrando particolare sensibilità nello sviluppo della dicotomia spazio pubblico-ambiente familiare, riflettendo allo stesso tempo sull'idea di raccoglimento e di cura intesa come dedizione e senso di appartenenza ai luoghi. A partire dalla ricostruzione di uno spazio che riporta metaforicamente a una dimensione di intimità, il legame visivo con le abitazioni che caratterizzano il territorio della città e quello con il mare che si estende alla vista

Il Belvedere di San Leucio si tinge d’arte con la Biennale di Arte Contemporanea

Candidatura entro il 15 settembre. Appuntamento ad ottobre presso il complesso del Belvedere di San Leucio, sito UNESCO Caserta, 24 luglio - Nata da un progetto d’arte dell’associazione Webclub di Caserta, la Biennale d’Arte Contemporanea del Belvedere di San Leucio 2017 vanta un programma esclusivo e ricco che si terrà in Campania tra il 1 e il 21 ottobre 2017. Si tratta di un evento internazionale d’arte che coinvolge i più importanti esponenti del panorama artistico e culturale, al fine di promuovere l’arte contemporanea e il territorio di Caserta, con performance d’arte e ospiti d’onore. Le location ospitanti sono due importanti poli culturali e turistici: il complesso del Belvedere di San Leucio, sito UNESCO, e il Quartiere Militare Borbonico di Casagiove, che

N’Albero di Natale sul lungomare, arrivati ascensori, ponteggi e polemiche

Intellettuali polemizzano, de Magistris tira dritto: “Polemica incredibile”. La struttura, pensata come attrazione natalizia, avrà carattere temporaneo. Obiettivo del Comune è arrivare almeno a 100mila visitatori. L'assessore alla Cultura Nino Daniele: “Disponibilità a confrontarci con gli intellettuali, ma c'è il parere favorevole della Sovrintendenza, l'iter è avvito da tempo e c'è un soggetto privato che ha investito” Napoli, 11 novembre – N'Albero della discordia è arrivato a Napoli. Mentre il mondo ancora si interroga sull'elezione di Donald Trump a presidente USA, a Napoli ci sono personalità del mondo intellettuale che polemizzano per la realizzazione di un'installazione natalizia: N'Albero appunto, la struttura di 40 metri prevista per 90 giorni alla Rotonda Diaz. Al momento quest'ultima si trova nei capannoni della società realizzatrice:

Cryptica, vernissage della mostra al Museo del Sottosuolo di Napoli

Giovedì 27 ottobre alle ore 18.30 sarà inaugurata la mostra “Cryptica, scenari sotterranei del senso” Con questa iniziativa si darà inizio alla stagione espositiva del ciclo Underground Space Action. L’evento è a cura di “Artlante, studi e iniziative per l’arte contemporanea”, per il progetto di “arte in azione nel sottosuolo” – ideato da Franco Cipriano, realizzato con la collaborazione di Raffaella Barbato, Ciro Ciliberti e Mario Paolucci e il coordinamento di Domenico Corrado. In ambienti densi di memoria della terra e delle opere dell’uomo, e di imprevedibile spazialità, i linguaggi eterocliti dell’arte ‘si espongono’ nell’interazione con i camminamenti, le cavità, gli anfratti, le materie che disegnano e stratificano l’area sotterranea di Napoli. Cryptica presenta aspetti del multiforme scenario dell’arte contemporanea in Campania,

Capri, sull’isola azzurra arriva l’arte contemporanea: “Pensiero e Materia”

Pensiero e Materia. Visioni Contemporanee alla Certosa è la terza edizione della collettiva di arte contemporanea che quest’anno mette a confronto artisti italiani e argentini. Dall'11 settembre al 30 ottobre 2016 Capri, 11 settembre - La rassegna è ideata e realizzata dall’IGAV - Istituto Garuzzo per le Arti Visive con il Polo museale della Campania, in collaborazione con la Città di Capri, ed è curata da Alessandro Demma e Massimo Scaringella con il coordinamento tecnico-scientifico di Patrizia Di Maggio. L’esposizione presenta quattordici artisti argentini e quattordici artisti italiani che testimoniano le ‘forme in divenire’ delle ricerche artistiche nei due Paesi e offrono lo spunto per una riflessione sul modo di creare, leggere e interpretare le immagini, intesa come attività essenziale della vita