De Magistris all’assemblea della Cna: “Sud non è zavorra. Creare condizioni per competere in parità”

“Napoli è cambiata, c'è voglia di sentirsi protagonisti e compito della Repubblica è rimuovere gli ostacoli”, ha affermato de Magistris durante il suo intervento in apertura dell'assemblea nazionale della Cna Napoli, 22 ottobre - “Dobbiamo creare le condizioni per consentire a tutti di competere in condizioni di parità. Napoli è cambiata tanto, c'è voglia di sentirsi protagonisti e compito della Repubblica è rimuovere gli ostacoli”. Lo ha affermato il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, durante l'intervento di apertura dell'assemblea nazionale della Cna (Confederazione Nazionale dell'artigianato e della Piccola e Media Impresa) alla Mostra d'Oltremare. “Napoli – ha aggiunto – non vuole perdere la vocazione industriale ma è una città soprattutto di commercio e i giovani dimostrano che con competenza e amore

Le associazioni per il territorio: “Laboratori in Piazza”. Cultura, arte e mestieri insieme per la solidarietà

Laboratori in piazza per accrescere e valorizzare le memorie puteolane e il patrimonio storico, artistico e culturale di Pozzuoli Reduce del grande successo ottenuto con la I edizione, dal 4 al 7 dicembre 2014 dalle ore 9 alle 21 ritorna l’evento Laboratori in piazza, organizzato dall’associazione Vincenzo Zinno e patrocinato dal Comune di Pozzuoli. Manifestazione nata come obiettivo finale di un progetto che mira a rendere Pozzuoli ancor di più un centro di confluenza per il territorio e, soprattutto, a coinvolgere le nuove generazioni alla valorizzazione degli antichi mestieri e allo spirito di solidarietà. Tutte e 4 le giornate saranno a titolo completamente gratuito sia per gli standisti che per coloro che allestiranno i laboratori e infine per gli utenti. Pertanto l'Associazione invita a partecipare ai laboratori i bambini delle scuole,

Annunciati i vincitori del bando della fondazione Telecom Italia: “Beni indivisibili, luoghi e maestria delle tradizioni artigianali”

Tra gli otto progetti premiati, quello dell’ Istituto Suor Orsola Benincasa, Napoli con il progetto Arte in luce Roma, 21 ottobre - Fondazione Telecom Italia ha annunciato sul suo sito www.fondazionetelecomitalia.it i soggetti vincitori nell’ambito del bando “Beni Invisibili, Luoghi E Maestria Delle Tradizioni Artigianali”. L’iniziativa è stata lanciata nel 2013 per un contributo complessivo da erogare di 1,5 milioni di euro: l’obiettivo era sostenere progetti volti al recupero ed alla conservazione di un “bene culturale invisibile”. I “beni culturali invisibili” sono quei beni sconosciuti al turismo di massa che possono diventare elemento propulsore di conoscenza e valorizzazione di essi stessi e dei mestieri che vi sono coinvolti. Per questo motivo, grande importanza possono rivestire in quest’ambito una progettualità imprenditoriale e le nuove tecnologie

Segni della crisi, gli artigiani abbandonano il Vomero. Chiude anche una storica falegnameria.

Gentile Direttore, oramai non passa giorno che al Vomero non si assista alla chiusura di qualche attività del terziario commerciale o dei pochi artigiani ancora operanti. Così non si è ancora spenta la clamorosa eco suscitata dalla chiusura della libreria Guida Merliani, che, a pochi passi e nella stessa strada, chiude anche una falegnameria, molto nota in zona e presente da oltre mezzo secolo. Chiusura motivata con un laconico cartello apposto sulle porte sbarrate con la scritta "chiuso per cessata attività“. Un tempo al Vomero vi erano tante botteghe di artigiani. Per i circa 50mila residenti che necessitavano di un idraulico, di un fabbro, di un falegname o di un ciabattino non c’era alcun problema, laddove un rubinetto perdeva o una sedia