Divorzio: versamento diretto al beneficiario dell’assegno da parte del terzo

Con la sentenza di divorzio è stato posto a carico del mio ex coniuge un assegno periodico che mi viene corrisposto mediante vaglia postale. Da tre mesi non mi viene versato, ci sono rimedi per ottenere la soddisfazione del mio credito? Antonietta Z. Gentilissima lettrice, la legge sul divorzio, n. 898 del 1970, ha introdotto una disciplina di favor in relazione agli obblighi verso il coniuge ed i figli, allo scopo di rafforzare la tutela degli assegni di mantenimento, mediante uno strumento diretto, con presupposti e limiti rigorosi, tale da essere tollerabile dal debitore e dai terzi, senza l’aggravio di un contenzioso giudiziale. Precisamente, l’art. 8, c. 3 della legge in commento, prevede  il versamento diretto al beneficiario degli assegni da parte

Separazione: spese ordinarie e straordinarie per i figli

L'avvocato risponde Con la sentenza di separazione, il Giudice ha disposto a carico del mio ex marito un assegno di mantenimento per mia figlia e le spese straordinarie al 50%.  Avrei bisogno di sapere la differenza tra spese ordinarie e spese straordinarie, poiché il mio ex marito contesta le mie richieste di rimborso delle spese sostenute per le attività scolastiche e per le cure mediche, affermando che rientrano nell’assegno di mantenimento. Stefania T. Gentilissima lettrice, l’individuazione delle spese ordinarie e delle spese straordinarie dei figli rappresenta uno dei temi più dibattuti del diritto di famiglia, considerata la mancanza di qualsiasi specifica definizione normativa in proposito, pertanto una risposta può essere ricercata esclusivamente nella prassi dei Tribunali Italiani. Preliminarmente, diverse sono le modalità di