Napoli si stringe attorno a Luciano De Crescenzo per l’ultimo saluto

"Il Comune di Napoli ricorderà Luciano De Crescenzo intitolandogli una strada. E abbiamo scelto di intitolargli Vico Belledonne". L' annuncio dell'assessore alla Cultura di Napoli, Nino Daniele Napoli, 20 luglio - "Luciano ha rappresentato una pagina straordinaria della Napoli dell'affetto, della Napoli del sorriso". Così Renzo Arbore, intrattenendosi brevemente con i giornalisti prima dell'inizio delle esequie di Luciano De Crescenzo nella gremitissima basilica di Santa Chiara a Napoli. In chiesa, con la figlia di De Crescenzo, Paola, e gli altri familiari, anche l'attrice Marisa Laurito, l'assessore alla cultura del Comune di Napoli Nino Daniele, il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, il sociologo Domenico De Masi, la delegata alla Cultura della Città metropolitana Elena Coccia. "Il Comune di Napoli ricorderà Luciano De

Vertice in Regione per la vertenza dei lavoratori ex Carrefour di Casoria

Procedono spediti i lavori per l'insediamento dell nuova azienda abruzzese operante nel settore dell'abbigliamento Una delle prime vertenze che l'assessore regionale Sonia Palmeri ha dovuto fronteggiare è stata la condizione dei 150 ex dipendenti del Carrefour di Casoria, fallito nel 2011. In due anni si sono susseguiti circa una decina di incontri con le parti sociali, con i lavoratori, Prefetto, Sindaco, ed anche con la nuova società che nel frattempo ha rilevato il sito. Ogni sforzo utile e stato messo in campo al fine di contribuire a dare la possibilità di reimpiego nella nuova attività ai lavoratori espulsi dal ciclo produttivo. “La nuova azienda abruzzese - dichiara l'Assessore Palmeri - del settore abbigliamento, con circa 300 dipendenti su 7 punti vendita in Campania, è stata sempre

Trasferimento dei rom alla caserma Boscariello, Gaeta: “In atto macchina del fango e strumentalizzazione politica”

L'assessore alla politiche sociali del Comune di Napoli, Roberta Gaeta, dopo le proteste dei cittadini: “Il confronto con la comunità locale è stato costante e continuo” Napoli, 5 settembre – “Continuare a soffiare sul fuoco dell'intolleranza in un territorio che, oltretutto, non è interessato dal trasferimento della popolazione rom alla caserma Boscariello, fa pensare ad un mero pretesto per avviare la macchina del fango e della strumentalizzazione politica”. Lo ha affermato l'assessore alle politiche sociali del Comune di Napoli, Roberta Gaeta, in merito alle proteste di questi giorni contro il trasferimento dei rom rimasti senza abitazione a causa dell'incendio del campo in zona Cupa Perillo (vai all'articolo). “Dal giorno dell'incendio – ha aggiunto l'assessore –, il confronto con la comunità locale è

Vertenza Atitech, formazione professionale e rilancio dell’azienda negli obiettivi della Regione Campania

Assessore Palmeri: “La Giunta De Luca in prima linea per il mantenimento dell'occupazione” La Regione Campania presente, ieri 21 luglio, al tavolo del Ministero dello Sviluppo Economico e al tavolo del Ministero dello Sviluppo economico con l’assessore al Lavoro Sonia Palmeri conferma la piena disponibilità a mantenere gli impegni in relazione al tema della formazione professionale dei dipendenti Atitech. “La giunta in data 18 luglio u.s. ha proceduto, con delibera, a riscrivere in bilancio le relative somme e entro pochi giorni sarà liquidata la prima trance già realizzata in anni precedenti per un totale di 1 milione e 500 mila euro" - afferma l’Assessore. Inoltre lunedì 24 luglio ci sarà un tavolo operativo presso l’assessorato regionale alla Formazione per verificare i successivi step di formazione e riqualificazione. Per quanto riguarda il contratto di programma

Abuso edilizio e falso in atto pubblico, indagato l’assessore Borriello, che si dice “sereno e fiducioso”

L'indagine riguarda l'attività di geometra e non quella di assessore comunale allo Sport e al Decoro Urbano del Comune di Napoli. Indagati anche 8 tecnici del servizio comunale di edilizia privata Napoli, 5 luglio – L'assessore allo Sport e al Decoro Urbano del Comune di Napoli, Ciro Borriello, risulta indagato per abuso edilizio insieme a 8 tecnici del servizio comunale di edilizia privata. Gli inquirenti indagano su alcune opere realizzate sul lastrico di un palazzo in via Bisignano, nel quartiere Chiaia. La vicenda non riguarda l'attività da assessore di Borriello, ma quella privata di geometra. Nel corso di un'intervista rilasciata al quotidiano Il Mattino, Borriello si è detto tranquillo e fiducioso nell'operato della magistratura: “Sono sereno e fiducioso. Ad un tecnico queste

De Magistris conferma la Giunta del primo mandato. 11 gli assessori

Il sindaco: “Diamo continuità amministrativa e siamo già al lavoro. Le priorità sono l'insediamento del Consiglio comunale e l'approvazione del bilancio” Napoli, 28 giugno – “Per dare assoluta continuità amministrativa, ho confermato gli assessori che facevano parte della Giunta sino a prima dell'inizio della campagna elettorale, l'intera squadra, compresi gli assessori Ciro Borirello e Alessandra Clemente, che si erano dimessi”. Ad annunciarlo è stato il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, durante la conferenza stampa tenuta stamane a Palazzo San Giacomo. “Non abbiamo voluto nemmeno un giorno di interruzione per garantire piena continuità amministrativa alla città – ha sottolineato il sindaco –. Le priorità sono l’insediamento del Consiglio comunale, l’approvazione del bilancio e la continuazione delle consultazioni, che ho messo in campo

De Magistris: “avanti con la stessa Giunta per i prossimi mesi”

Il primo cittadino ha annunciato di voler proseguire con la stessa squadra con cui ha concluso il primo mandato da sindaco, per dare continuità e lavorare sulle scadenze fissate in queste settimane Napoli, 23 giugno – “Dopo la mia proclamazione, la mia intenzione è quella di proseguire il lavoro senza soluzione di continuità. Andremo, quindi, avanti con la stessa Giunta, perché si sta lavorando su questioni molto delicate e si deve subito approvare il bilancio in Consiglio comunale”. Lo ha affermato questa mattina il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, ribadendo un'intenzione già anticipata nei giorni scorsi. “Ci tengo a chiarire – ha aggiunto de Magistris – che non avrò degli assessori a tempo. Gli assessori che saranno nominati, saranno a pieno

Diego Marmo, pm caso Tortora lascia l’incarico di assessore alla Legalità del comune di Pompei

Al suo posto nominato un giovane militare Pompei, 29 agosto - Si è dimesso da assessore del comune di Pompei l'ex pm Diego Marmo, travolto dalle polemiche sul caso Tortora. Al suo posto subentra un giovane militare. "Mi lasciai prendere dal mio temperamento. Ero in buona fede. Ma questo non vuol dire che usai sempre termini appropriati". Così il pm Marmo, che aveva condotto l'arringa contro il conduttore televisivo Enzo Tortora, si era scusato dopo trent'anni, all'indomani del nuovo incarico di assessore alla Legalità e alla Sicurezza, deleghe ricevute dal neo sindaco di Pompei, Nando Uliano lo scorso fine giugno.  La nomina dell''ex procuratore di Torre Annunziata era divenuta subito un caso. Dopo la nomina ad assessore, travolto dalle polemiche aveva dichiarato: "È arrivato il momento - così Marmo

Marmo da pm nel processo Tortora ad assessore alla Legalità del comune di Pompei

Assume le deleghe alla Legalità e Difesa del patrimonio archeologico e ambientale Pompei - E' Diego Marmo il nuovo assessore alla Legalità del Comune di Pompei. Marmo è stato procuratore capo di Torre Annunziata e Pm negli anni '80 nel maxiprocesso alla camorra che vedeva Enzo Tortora - poi assolto con formula piena - tra gli imputati. Ricordiamo che il consiglio comunale è stato sciolto - con D.P.R. del 21 febbraio 2014 - per dimissioni della maggioranza dei consiglieri e commissariato. Alle scorse amministrative del 25 maggio è stato eletto il nuovo sindaco Ferdinando Uliano, a capo di una lista civica. A sorpresa, ieri, Marmo è stato presentato nella nuova nella squadra di assessori. A lui vanno anche le deleghe alla Difesa del patrimonio archeologico ed ambientale. FOTO: tratta

Non si ferma la protesta degli ex Lsu, circa 70 gli istituti occupati

Molti di loro potrebbero essere licenziati entro il 28 febbraio Napoli, 19 febbraio – Continua la protesta degli ex Lsu (lavoratori socialmente utili) che occupano da due giorni alcuni plessi scolastici di Napoli e provincia. Le scuole occupate sono circa 70 dislocate in tutto il territorio: Chiaia, Fuorigrotta, Piazza Carlo III, Vomero, Giugliano, Quarto e Pozzuoli.  Le proteste sono nate a causa dell’imminente scadenza del contratto di lavoro di 24 mila dipendenti, di cui circa 4000 solo in Campania, che rischiano di perdere il posto di lavoro. Il MIUR (Ministero Istruzione Università e Ricerca) ha indetto una nuova gara di appalto per le pulizie nelle scuole a gestione CONSIP , società per azioni del Ministero dell’Economia e delle Finanze, che ha riaffidato le stesse mansioni agli stessi

Le lacrime dell’assessore indagata

Accusata di falso e truffa, ma "perdonata" da de Magistris (ANSA) - NAPOLI, 28 AGO - E' scoppiata a piangere l'assessore allo Sport, Pina Tommasielli, nel corso della conferenza stampa di presentazione della 48esima edizione della Capri-Napoli: "Devo ringraziare quanti mi hanno espresso vicinanza e solidarietà - ha detto ai giornalisti - Ho temuto che il percorso avviato negli ultimi due anni potesse non proseguire''. Indagata per falso e truffa, con l'accusa di aver fatto cancellare alcune multe a persone amiche, aveva presentato le dimissioni, respinte da de Magistris. FOTO: tratta da ANSA.it

Auto blu. La Regione Campania ci dà un taglio.

La Regione Campania si libera dei costi delle auto blu, sull’onda della spending review che impone la revisione della spesa pubblica e lo fa mettendole all’asta. A comunicarlo, il 4 marzo, è l’assessore della Regione al Demanio e Patrimonio, Ermanno Russo: "Da oggi sono ufficialmente all'asta le autovetture utilizzate dagli assessori'." L’avviso per l’asta pubblica delle 13 auto blu scelte è stato pubblicato ufficialmente sul Burc e parliamo nello specifico di “9 Alfa Romeo modello 166, 1 Lancia Thesis e 3 Lancia Lybra. Tutte di cilindrata superiore ai 1600cc'”. L’obiettivo della Regione Campania, secondo Russo, "È giungere al più presto alla dismissione di altre auto e soprattutto ridurre ancor di più, compatibilmente con i servizi espletati, i costi di gestione delle vetture regionali." L’asta d’acquisto è