Napoli-Atalanta 2-2. La gara finisce con un pari e tante polemiche per un mancato rigore al Napoli

Al San Paolo il Napoli passa in vantaggio con Maksimovic ma si fa riprendere dall'Atalanta con Freuler in chiusura di primo tempo. Nel secondo tempo al raddoppio di Milik risponde Ilicic nel finale. Il gol dell'attaccante della Dea nasce da un mancato rigore al Napoli per fallo di Kjaer su Llorente: l'arbitro non fischia il penalty ma lascia proseguire l'azione. Espulsi per proteste Ancelotti e il Ds Giuntoli NAPOLI (4-4-2): Meret; Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly, Luperto; Callejon, Allan (11' pt Zielinski), Fabian Ruiz, Insigne; Milik (37' st Llorente), Lozano (14' st Mertens). All. Ancelotti. ATALANTA (3-4-1-2): Gollini; Toloi, Djimsiti (19' st Kjaer), Palomino; Hateboer, De Roon, Freuler, Gosens; Pasalic (25' st Castagne); Gomez (29' st Muriel), Ilicic. All. Gasperini. MARCATORI: 16' Maksimovic (N),

Napoli-Atalanta. Al San Paolo arriva quella che è al momento la terza forza del campionato

Squadre in campo questa sera alle ore 19. Il Napoli di Ancelotti sfida l'Atalanta di Gasperini, al momento terza in classifica a più 3 sugli Azzurri Napoli e Atalanta si affronteranno questa sera al San Paolo nel match valido per la decima giornata del campionato di Serie A. Gli Azzurri sono reduci dal pareggio per 1-1 a Ferrara sul campo della Spal, un risultato che ha lasciato l'amaro in bocca e che conferma le difficoltà del Napoli di esprimersi in campionato come si esprime in Champions, dove il rendimento degli uomini di Ancelotti è assolutamente migliore. L'Atalanta di Gasperini invece ha finora preso sonore sconfitte in Europa, ma in campionato sta ottenendo ottimi risultati ed è reduce dalla vittoria per 7-1

Napoli-Atalanta 1-2. Gli Azzurri commettono un altro passo falso

Al San Paolo il Napoli passa in vantaggio con Mertens ma poi si fa rimontare dall'Atalanta con Zapata e Pasalic. I bergamaschi agganciano il Milan al quarto posto NAPOLI (4-4-2): Ospina; Malcuit, Chiriches (13' Luperto), Koulibaly, Hysaj; Callejon, Allan, Fabian Ruiz, Zielinski (81' Verdi); Mertens (77' Younes), Milik. All. Carlo Ancelotti. ATALANTA (3-4-2-1): Gollini; Mancini (46' Palomino), Djimsiti, Masiello; Hateboer (76' Gosens), De Roon, Freuler (54' Ilicic), Castagne; Gomez, Pasalic; Zapata. All. Gian Piero Gasperini. MARCATORI: 28' Mertens (N) 69' Zapata (A), 80' Pasalic (A) ARBITRO: Daniele Orsato (Schio) Altro passo falso del Napoli. Dopo l'eliminazione in Europa League per mano dell'Arsenal, la formazione di Ancelotti ottiene un altro risultato negativo, perdendo al San Paolo con l'Atalanta nel posticipo della trentatreesima giornata del campionato di

Napoli-Atalanta. Al San Paolo Azzurri chiamati a dare dignità al finale di campionato

Squadre in campo alle ore 19 per il posticipo della trentatreesima giornata del campionato di Serie A. Dopo l'eliminazione in Europa League per mano dell'Arsenal, un Napoli senza ormai stimoli, è chiamato a dare dignità a questa stagione e scacciare in parte le critiche Napoli, 22 aprile – A inizio stagione il Napoli aveva illuso un po' tutti ma con il passare del tempo la formazione di Ancelotti si è persa e pare non riuscire a rialzarsi. Questo Napoli non è stato in grado di bissare la splendida stagione dell'anno scorso, eppure all'inizio aveva fatto credere di poterci riuscire. Poi sono arrivati i primi flop in campionato e la Juve si è allontana sempre più, riuscendo a far suo l'ottavo scudetto

Atalanta-Napoli 1-2. Milik regala agli Azzurri la vittoria

Decide la gara una perla di Milik nel finale, dopo la risposta dell'ex Duvan Zapata al gol di Fabian Ruiz. Il Napoli resta a -8 punti dalla Juve e stacca l'Inter a più 3 in classifica ATALANTA (3-4-1-2): Berisha; Mancini (dal 44’ s.t. Tumminello), Palomino, Masiello; Hateboer, De Roon, Freuler, Gosens; Gomez; Rigoni (dal 26’ s.t. Valzania), Zapata. All. Gasperini. NAPOLI (4-4-2): Ospina; Maksimovic (dal 32’ s.t. Hysaj), Albiol, Koulibaly, Mario Rui; Allan, Hamsik, Fabian Ruiz (dal 32’ s.t. Zielinski); Mertens (dal 37’ s.t. Milik), Insigne. All. Ancelotti. MARCATORI: Fabian Ruiz al 2’ p.t.; Zapata all’11’, Milik al 40’ s.t. ARBITRO: Giacomelli di Trieste Allo Stadio Atleti Azzurri d'Italia di Bergamo il Napoli batte l'Atalanta 2-1 nel posticipo che chiude la quattordicesima giornata del campionato

Serie A, il Napoli sfida l’Atalanta in trasferta nel posticipo della quattordicesima giornata

Squadre in campo allo stadio Atleti Azzurri d'Italia questa sera alle ore 20.30 Napoli, 3 dicembre – Dopo la bella prova in Champions con la Stella Rossa Belgrado ad attendere il Napoli c'è un'importante sfida di Serie A. Gli Azzurri affronteranno questa sera in trasferta l'Atalanta nel match valido per la quattordicesima giornata del campionato. La formazione di Ancelotti, contro una storica rivale e autentica bestia nera, dovrà provare a conquistare i tre punti per non far aumentare il divario nei confronti della Juve (i bianconeri sono a più 11 ma hanno una partita in più, ndr) e per staccare l'Inter che ha attualmente gli stessi punti degli Azzurri. Se lo scudetto sembra ormai viaggiare anche quest'anno in direzione Torino e

Atalanta-Napoli 0-1. Gli Azzurri conquistano 3 punti importanti e restano al vertice

Gol vittoria firmato da Dries Mertens ATALANTA (3-4-2-1): Berisha; Toloi (dal 78' Orsolini), Caldara, Masiello; Hateboer, Cristante, Freuler, Spinazzola (dal 61' Gosens); Ilicic (dal 74' Haas), Gomez; Cornelius. All. Gasperini NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Mario Rui; Allan, Jorginho, Zielinski (dall'85' Rog); Callejon (dal 90' Maggio), Insigne (dal 73' Hamsik), Mertens. All. Maurizio Sarri. MARCATORI: Mertens al 65' ARBITRO: Daniele Orsato di Schio Allo Stadio Atleti Azzurri d'Italia di Bergamo, il Napoli batte 1-0 l'Atalanta nel lunch match della 21esima giornata del campionato di Serie A. Gol vittoria firmato da Dries Mertens, che permette al Napoli di conquistare 3 punti importanti su un campo storicamente ostico e di difendere il vertice della classifica dalla Juve, che insegue a quattro punti di distanza e scenderà

Atalanta-Napoli. A Bergamo gli Azzurri proveranno a sfare un tabù

Squadre in campo quest'oggi alle ore 12.30 allo Stadio Atleti Azzurri d'Italia di Bergamo Napoli, 21 gennaio – Napoli alla prova Atalanta: dopo la sosta post-natalizia osservata dalla Serie A, gli Azzurri sfideranno quest'oggi alle ore 12.30 allo Stadio Atleti Azzurri d'Italia di Bergamo la squadra di Gasperini, avversaria storicamente tra le più ostiche e formazione che più ha messo in difficoltà la banda Sarri finora. Il bilancio delle ultime quattro sfide giocate (3 in campionato ed 1 in Coppa Italia) con Gasperini parla di 3 vittorie dell'Atalanta, due delle quali al San Paolo. Per questo, Maurizio Sarri approfittando della sosta, ha preparato la gara nei minimi dettagli: c'è da sfatare un vero e proprio tabù e difendere il primato in

Napoli-Atalanta 1-2. Azzurri fuori dalla Coppa Italia, in semifinale vanno i bergamaschi

Gol di Castagne e Gomez per l'Atalanta. Nel Napoli segna Mertens NAPOLI (4-3-3): Sepe; Hysaj, Chiriches, Koulibaly, Mario Rui; Rog, Diawara, Hamsik (dall'11' s.t. Insigne); Ounas (dal 27' s.t. Allan), Callejon (dall'11' s.t. Mertens), Zielinski. All. Sarri ATALANTA (3-4-2-1): Berisha; Toloi, Caldara, Palomino; Castagne, De Roon, Freuler, Gosens; Cristante (dal 30' s.t. Ilicic), Gomez (dal 45' s.t. Haas); Cornelius. All. Gasperini MARCATORI: Castagne (A) al 5', Gomez (A) all'81', Mertens (N) al 40' s.t. ARBITRO: Giacomelli di Trieste Napoli, 2 gennaio – Al San Paolo l'Atalanta batte il Napoli 2-1 nella gara valida per i quarti di finale di Coppa Italia grazie ai gol di Castagne e Gomez. I bergamaschi vanno in semifinale, dove affronteranno la vincente di Juventus-Torino, in programma domani sera all'Allianz Stadium.

Quarti di finale di Coppa Italia, al San Paolo c’è Napoli-Atalanta

Squadre in campo questa sera alle ore 20.45. Chi passa il turno incontrerà in semifinale la vincitrice del derby tra Juventus e Torino Napoli, 2 gennaio – Prima partita dell'anno per il Napoli, che questa sera sfiderà al San Paolo l'Atalanta nel match valido per i quarti di finale di Coppa Italia. Dopo aver chiuso il 2017 al primo posto con la vittoria all'Ezio Scida di Crotone e aver conquistato il titolo simbolico di Campioni d'Inverno, per gli Azzurri è già tempo di tornare in campo. Di fronte un avversario ostico: l'Atalanta è sempre stata una bestia nera per il Napoli e pur reduce dalla sconfitta con il Cagliari, la formazione di Gasperini sta disputando un ottimo campionato. Stasera, dunque, la

Napoli-Atalanta 3-1. La banda Sarri dopo un brutto inizio si sveglia e stende gli ospiti

A Cristante rispondono Zielinski, Mertens e Rog NAPOLI (4-3-3):  Reina; Maggio, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Zielinski (30' st Rog), Jorginho (21' st Diawara), Hamsik (13' st Allan); Callejon, Mertens, Insigne. All. Sarri ATALANTA (3-4-3): Berisha; Toloi, Palomino, Masiello; Hateboer (35' st Cornelius), Cristante (18' st Kurtic), Freuler, Gosens; Ilicic, Petagna (1' st De Roon), Gomez. All. Gasperin–i. MARCATORI: 15' pt Cristante (A), 11' st Zielinski (N), 16' st Mertens (N), 42' st Rog (N) ARBITRO: Pairetto di Nichelino Napoli, 27 agosto – Al San Paolo il Napoli batte l'Atalanta per 3-1. La seconda gara del campionato 2017-2018, prima nell'impianto di Fuorigrotta, per il Napoli era iniziata davvero male. Imbarazzanti alcuni errori, che facevano presagire nulla di buono agli occhi dei tifosi. La banda Sarri fino al

Un tempo da dimenticare, poi disco verde per il Napoli. 3 a 1 alla “bestia nera” Atalanta

Mai sospiro di sollievo del San Paolo ha siglato una partita del Napoli del primo tempo Chi avesse assistito Napoli-Atalanta dei primi 45 minuti solo con il video e con l’audio spento, avrebbe potuto equivocare e cioè, napoletani in maglia bianca, bergamaschi in azzurro. Quel diavolo di Gasperini, che sembra avere un conto in sospeso con Sarri, ha scovato il miglior antidoto contro la perfezione abituale degli undici magnifici napoletani. Pressing a tutto campo asfissiante, Lyalic in aggressione permanente su Jorginho, ripartenze fulminee, Mertens stretto nella doppia morsa dei centrali (Masiello super). Di contro il faro illuminante di Hamsik spento, a lui si deve buona parte del bilancio dei 37 passaggi sbagliati, Insigne meno in palla del solito, Zielinski senza infamia e

Napoli-Atalanta. Prima di campionato al San Paolo con un avversario da sempre ostico

Nel Napoli non ci sarà Hysaj, espulso nella gara con il Verona. Al suo posto scenderà in campo Maggio. Nell'Atalanta rientreranno Spinazzola e Caldara, ma entrambi dovrebbero partire dalla panchina Napoli, 27 agosto – Prima di campionato al San Paolo per il Napoli, che questa sera alle ore 20.45 affronterà l'Atalanta di Gian Piero Gasperini. I bergamaschi sono da sempre un avversario ostico per gli azzurri: nella scorsa stagione l'Atalanta ha vinto sia il match di andata che quello di ritorno, senza peraltro subire gol. Quella di Gasperini è una delle formazioni con la quale la banda Sarri non ha segnato nello scorso campionato, evento raro perché capitato solo tre volte. Andando indietro negli anni agli azzurri non è andata meglio,

Napoli-Atalanta 0-2. Azzurri irriconoscibili e mai davvero in partita

Tutto facile per l'Atalanta, che stende il Napoli con una doppietta di Caldara. Bergamaschi in 10 uomini dal 21' del secondo tempo NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj (dal 34' s.t. Maggio), Maksimovic, Albiol, Ghoulam; Zielinski, Diawara, Hamsik (dal 14' s.t. Milik); Callejon, Insigne. All. Sarri. ATALANTA (3-4-1-2): Berisha; Toloi, Caldara, Masiello; Conti, Kessie, Freuler, Spinazzola; Kurtic (dal 41' s.t. Cristante); Petagna (dal 46' s.t. Zukanovic), Gomez (dal 38' s.t. Grassi). All. Gasperini. MARCATORI: 28' p.t. e 25' s.t. Caldara. ARBITRO: Celi di Campobasso. Napoli, 25 febbraio – L'Atalanta batte il Napoli 2-0 al San Paolo grazie alla doppietta di Mattia Caldara. Giornata decisamente 'no' per gli azzurri, irriconoscibili e mai davvero in partita. In campo caterve di passaggi sbagliati e l'improvvisa incapacità di giocare il proprio