Corruzione dal giudice pace, 12 arresti

Agli arresti un cancelliere, 10 avvocati ed ex dipendente del Comune di Marigliano Napoli, 11 maggio - Un cancelliere del giudice di pace di Marigliano (Napoli), 10 avvocati e un 'factotum', ex dipendente dello stesso Comune, sono stati arrestati dai carabinieri nell'ambito di un'indagine coordinata dalla Procura di Nola che ha consentito di fare luce su una costante e consolidata gestione illecita degli affari penali nell'Ufficio del Giudice di Pace di Marigliano. Per gli inquirenti, in cambio di 'regalie' (anche un costoso oggetto d'oro) il cancelliere, che si occupava delle iscrizioni a ruolo, piegava le sue funzioni alle esigenze di suoi amici avvocati i quali, con la sua complicità, riuscivano ad ottenere fascicoli di cui erano patrocinatori al giudice di pace loro

Giornata di prevenzione per gli avvocati dell’Ordine di Napoli Nord

Il 21 ottobre Giornata della Prevenzione con visite gratuite per le famiglie degli iscritti al COA di Napoli Nord Una giornata di prevenzione, quella del prossimo lunedì 21 ottobre 2019, interamente dedicata agli iscritti del Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Napoli Nord e ai propri familiari. A darne notizia la consigliera dell'Ordine Linda Maisto, che ha proposto l’iniziativa, accolta con entusiasmo dal presidente Gianfranco Mallardo, votata all’unanimità nella seduta consiliare. In occasione della campagna di prevenzione e informativa per screening che l'ASL di Caserta ha avviato da tempo, il prossimo lunedì gli iscritti del COA di Napoli Nord, insieme ai loro familiari, potranno effettuare visite gratuitamente in un laboratorio mobile che sarà posizionato nei pressi del Tribunale di Napoli Nord ad Aversa, e più specificatamente nel parcheggio adiacente Piazza

“Avvocati accattoni”, il COA di Napoli nord non ci sta: “Valuteremo azioni a tutela della classe forense”

Il presidente Gianfranco Mallardo commenta il titolo di un articolo di un giornale online: “Condanna per chi sbaglia, ma vale ancora la presunzione di innocenza” allardo “La notizia di un giornale on-line, che titolava ‘avvocati accattoni’ a proposito di 101 avvocati indagati dalla Procura presso il Tribunale di Napoli Nord per l’utilizzazione di marche false, ci induce a una ferma condanna per chi opera in modo criminale, ma senza mai dimenticare il principio della presunzione di innocenza che va riconosciuto agli avvocati in questione, che sono indagati e neppure ancora imputati nel citato procedimento”. Lo afferma Gianfranco Mallardo, presidente del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Napoli Nord. “Avremmo auspicato - continua Mallardo – che, nei casi in cui fosse stata accertato l’uso di un’unica marca falsa, gli

Tribunale di Napoli Nord, quadro drammatico. L’appello: “Ministro Bonafede, ci aiuti!”

Lettera aperta del presidente dell’Ordine degli Avvocati di Napoli Nord al Guardasigilli. Ritardi, inefficienze e carenza d’organico porteranno - secondo Mallardo - a un “sicuro disastro giudiziario” se non si interviene in tempo. “Venga a trovarci e a toccare con mano” e individua tra le priorità il passaggio del Giudice di Pace di Marano sotto l'egida del Ministero Napoli - Tre pagine che descrivono uno scenario difficile, al limite del collasso. E non bastano soluzioni ordinarie e professionalità: servono misure straordinarie. Tutto questo – e altro ancora – racchiuso in tre fogli che il presidente del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati Napoli Nord Gianfranco Mallardo ha consegnato in queste ore al Ministro della Giustizia Alfonso Bonafede, per spiegare come affanna il Tribunale di Napoli Nord. “In pochi anni

Antimafia, a Napoli professionisti e magistrati parlano di prevenzione

Alle ore 15 interverranno al forum promosso dai commercialisti i magistrati Alessandra Borselli, Alessandra Consiglio, Alessandro D’Alessio, Massimo Urbano e Sergio Zeuli Napoli 27 giugno – “La nuova prevenzione antimafia nasce dall’esigenza di approfondire gli strumenti ancora poco noti e particolarmente strategici volti a contrastare la contaminazione criminale di imprese sane. È un problema reale e purtroppo attuale, che cerchiamo di portare alla luce confrontandoci con i professionisti dei vari Ordini e con la magistratura”. Lo ha detto Vincenzo Moretta, presidente dell’Ordine dei dottori commercialisti di Napoli, presentando il convegno “La nuova prevenzione antimafia: amministrazione e controllo giudiziario ex artt. 34 e 34 bis codice antimafia”, in programma domani, giovedì 28 giugno 2018 alle ore 15,00, presso l'Ordine dei dottori commercialisti di Napoli (piazza dei Martiri). “Attraverso il confronto di magistrati e professionisti - ha sottolineato  Arcangelo Sessa, consigliere

“Stese” della camorra, de Magistris: “Bisogna chiedere allo Stato di interromperle”

Il sindaco di Napoli: “Non fu sufficiente la risposta dell’Esercito, lo abbiamo detto un anno fa, nonostante le dichiarazioni roboanti dell’allora ministro dell’Interno”. Il Procuratore generale Riello: “Sottrarre i minori alle famiglie in cui li si induce e insegna a delinquere” Napoli, 28 gennaio – “Allo Stato bisogna chiedere di interrompere le 'stese' (la pratica degli spari all'impazzata, ndr). Da tantissimo tempo chiedo più mezzi, risorse umane e materiali al Governo centrale. Non fu sufficiente la risposta dell'Esercito, lo abbiamo detto un anno fa, nonostante le dichiarazioni roboanti dell'allora ministro dell'Interno (Angelino Alfano, ndr)”. Lo ha affermato a margine dell'inaugurazione dell'anno giudiziario, tenutasi oggi a Castel Capuano, il sindaco di Napoli Luigi de Magistris. “Noi – ha aggiunto il sindaco – stiamo