Whirlpool, sgravi fiscali per salvare 420 lavoratori

Ipotesi nuovo prodotto a Napoli. Di Maio, pronti a sgravi fiscali Il confronto sul sito Whirlpool di Napoli proseguirà sulle ipotesi "che prevedono di investire nei prodotti di alta gamma, di spostare in Italia alcune produzioni realizzate all'estero e di individuare una nuova mission per il sito di Napoli, attraverso la realizzazione di un nuovo prodotto". Lo si legge in una comunicato diffuso dal Mise dopo l'incontro di ieri. "E' stata categoricamente esclusa la possibilità di procedere a uno spostamento delle produzioni tra gli stabilimenti presenti in Italia". Durante la riunione, il Ministro Di Maio ha sottolineato che l'obiettivo da perseguire è quello di "garantire la continuità produttiva e la salvaguardia di tutti i lavoratori del sito di Napoli (circa 420 ndr).

Whirlpool, tavolo tecnico al Mise

Di Maio, Stato si farà rispettare. Azienda, non vediamo soluzione Roma, 4 giugno - È durato circa due ore il tavolo di crisi al Mise sul futuro dello stabilimento Whirlpool di Napoli di cui l'azienda aveva annunciato la cessione. Secondo quanto si apprende da fonti sindacali presenti all'incontro, il tavolo è stato riaggiornato fra una settimana per dare tempo all'azienda di riflettere su possibili soluzioni alternative. "Lo Stato si farà rispettare. Si sono firmati accordi ben precisi, state creando un precedente gravissimo", ha detto Di Maio ai vertici Whirlpool. "Dovete rispettare istituzioni e lavoratori. Io sono e sempre sarò al loro fianco. Siamo disposti a impegnarci ancora di più con l'azienda per trovare una soluzione". Secondo fonti sindacali, l'ad di Whirlpool Luigi La

Tim: accordo trovato per i 30mila lavoratori

Contratto di solidarietà difensiva per circa 30.000 lavoratori su tutto il territorio nazionale Le  categoria sindacali delle telecomunicazioni hanno chiuso un accordo importante. L'intesa cui si è arrivati prevede l’applicazione del contratto di solidarietà difensiva per circa 30.000 lavoratori su tutto il territorio nazionale, scongiurando così la cassa integrazione. Questo ha dichiarato il Segretario della UilCom Campania Massimo Taglialatela. In tal modo modo nell’accordo, continua il Segretario regionale della Uilcom Campania, gli esuberi strutturali possono non essere più presenti alla fine del triennio. "Inoltre abbiamo stabilito con l’azienda - Prosegue Taglialatela - una serie di passaggi che si svilupperanno nei prossimi mesi e riporteranno in Tim il secondo livello di contrattazione che era stato già superato unilateralmente dalla azienda e sostituito con un

Internazionalizzazione imprese, a Napoli un focus sui mercati latino americani

L’evento è organizzato da Consiglio nazionale dei commercialisti e Comitato di integrazione Europa América con l’Odcec partenopeo Napoli, 21 marzo - Valorizzare il ruolo dei commercialisti come consulenti delle PMI nei processi di scambio con i mercati latinoamericani. È questo l’obiettivo del XXXV Seminario internazionale dei Paesi Latini di Europa e America, organizzato dal Comité de Integración Latino Europa-América (Cilea) e dal Consiglio nazionale dei commercialisti e degli esperti contabili (Cndcec), con la collaborazione dell’Ordine dei commercialisti di Napoli e degli organismi partner del Cndcec in materia di internazionalizzazione. L’evento si terrà domani, giovedì 22 marzo, presso l’aula magna dell’Università Federico II di Napoli, con inizio dei lavori alle 9,30. Interverranno, tra gli altri, il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, il presidente dei commercialisti italiani, Massimo Miani, quello del Cilea, Gustavo Gil Gil, quello dell’Ordine dei commercialisti di

Vertice in Regione per la vertenza dei lavoratori ex Carrefour di Casoria

Procedono spediti i lavori per l'insediamento dell nuova azienda abruzzese operante nel settore dell'abbigliamento Una delle prime vertenze che l'assessore regionale Sonia Palmeri ha dovuto fronteggiare è stata la condizione dei 150 ex dipendenti del Carrefour di Casoria, fallito nel 2011. In due anni si sono susseguiti circa una decina di incontri con le parti sociali, con i lavoratori, Prefetto, Sindaco, ed anche con la nuova società che nel frattempo ha rilevato il sito. Ogni sforzo utile e stato messo in campo al fine di contribuire a dare la possibilità di reimpiego nella nuova attività ai lavoratori espulsi dal ciclo produttivo. “La nuova azienda abruzzese - dichiara l'Assessore Palmeri - del settore abbigliamento, con circa 300 dipendenti su 7 punti vendita in Campania, è stata sempre

Atitech, indagato Gianni Lettieri e sequestrati 350mila euro alla sua società. Si contestano false fatturazioni

Le operazioni contestate alla società sarebbero state compiute nel 2011 attraverso la contabilizzazione nelle scritture fiscali di 41 fatture ricevute dalla SG srl Napoli, 13 aprile – L'ex candidato sindaco del centrodestra alle Elezioni comunali di Napoli dello scorso giugno, Gianni Lettieri, è indagato dalla Procura di Napoli per reatri tributari. Gli inquirenti contestano operazioni commerciali risalenti al 2011 che sarebbero state poste in essere dall'azienda Atitech (Lettieri è presidente del cda, ndr), azienda leader nella riparazione di aerei, attraverso la contabilizzazione nelle scritture fiscali di 41 fatture ricevute dalla SG srl inerenti la verniciatura di veivoli. Accertamenti e verifiche dell'Agenzia delle Entrate avrebbero dimostrato che la SG Srl, con sede a Brusciano, non avrebbe fornito alcun servizio di verniciatura di veivoli,

Almaviva Contact chiude, il colosso dei call center licenzia a Napoli 845 lavoratori

Chiude anche lo stabilimento di Roma, fuori in tutto 2511 lavoratori. Rilancio del sito di Palermo Napoli, 5 ottobre - Almaviva Contact "ha annunciato oggi l'apertura di una procedura di riduzione del personale, all'interno di un nuovo piano di riorganizzazione aziendale". Il piano prevede "la chiusura dei siti produttivi di Roma e di Napoli ed una riduzione di personale pari a 2.511 persone riferite alle sedi di Roma (1.666 persone) e Napoli (845 persone)". L'azienda rilancia il sito di Palermo nell'ottica di "un'azione di efficientamento che individuerà la sede di Palermo come prioritaria per lo svolgimento di nuove attività". L'annuncio è avvenuto oggi durante un incontro tra azienda e sindacati nella sede palermitana di via Cordova. Restano nel limbo le posizioni dei