Sciopero Anm, de Magistris: “Non vorrei che qualcuno voglia speculare”

Il sindaco: “Il diritto di sciopero è sacrosanto, ma non vorrei che qualcuno voglia speculare sullo sciopero dei lavoratori puntando alle privatizzazioni” Napoli – “Noi vogliamo difendere i livelli occupazionali e sanare le casse dell'Azienda Napoletana Mobilità, per questo non credo che gli scioperi aiutino in questo momento. Premesso che il diritto di sciopero è sacrosanto, non vorrei che qualcuno voglia speculare sullo sciopero dei lavoratori puntando alle privatizzazioni. Noi difendiamo il trasporto pubblico locale”. Lo ha detto il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, durante il colloquio con il direttore del Vg21 Gianni Ambrosino, nel consueto appuntamento del giovedì su Canale 21 nella trasmissione Rebus, riferendosi allo sciopero tenutosi ieri da parte dei dipendenti Anm (vai all'articolo). Il sindaco, oltre al

Bus, parte il piano di risanamento dell’Azienda Napoletana Mobilità. De Magistris: “Entro l’anno fusione Anm-Ctp”

C'è l'ok della Giunta comunale alla ricapitalizzazione dell'Anm, azienda di trasporti del Comune di Napoli Napoli, 16 marzo – È arrivato ieri in serata l'ok alla ricapitalizzazione dell'Anm (Azienda Napoletana Mobilità) da parte della Giunta comunale di Napoli. Un provvedimento che nelle intenzioni dell'Amministrazione andrà a salvaguardare i livelli occupazionali e che dovrebbe scongiurare ulteriori scioperi dopo una settimana di agitazione, con migliaia di cittadini napoletani lasciati a piedi. Per salvare l'azienda dal fallimento Palazzo San Giacomo ha dato l'ok al trasferimento di immobili per 65 milioni di euro. Tra questi ci sono: la sede di via Marino, i depositi Stella Polare e Posillipo, il parcheggio Brin. Inoltre il costo del biglietto a partire da aprile aumenterà di 10 centesimi di euro,

Metro Municipio, slitta l’inaugurazione per lavori a rilento

La stazione metro Municipio doveva essere pronta per il 30 dicembre, lavori a rilento fanno saltare l'appuntamento con il taglio del nastro Doveva essere inaugurata il 30 dicembre la stazione metro Municipio (vai all'articolo) della linea 1 e 6, sita a Napoli nell'omonima piazza. L'apertura è destinata a slittare perchè i lavori vanno a rilento dal 20 settembre, giorno in cui morì Salvatore Renna (vai all'articolo), operaio di Boscoreale. L'indagine, al momento, non è ancora conclusa e l'incidente probatorio non è stato chiuso. L'azienda di trasporto ANM fa sapere che, finché la magistratura non opererà il dissequestro del cantiere, non potranno continuare gli scavi e non si potranno effettuare i collaudi. Ad oggi, inoltre, mancano le autorizzazioni che devono essere rilasciate dal