Benfica-Napoli 1-2. Mertens trascina gli azzurri verso la qualificazione agli ottavi

Gol e assist per il belga. Il Napoli si qualifica come primo nel girone B BENFICA (4-4-2): Ederson; Semedo, Luisao, Lindelof, André Almeida; Salvio (dal 35' s.t. Mitroglou), Pizzi, Fejsa, Cervi (dal 23' s.t. Carrillo); Gonçalo Guedes (dal 12' s.t. Rafa Silva), Raul Jimenez. All. Rui Vitoria. NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Diawara, Hamsik (dal 27' s.t. Zielinski); Callejon, Gabbiadini (dal 12' s.t. Mertens), Insigne (dal 35' s.t. Rog). All. Sarri MARCATORI: al 59' Callejon, al 78' Mertens, al 42' s.t. Raul Jimenez (B) ARBITRO: Lahoz (Spagna) Lisbona, 6 dicembre – Allo stadio Da Luz di Lisbona il Napoli vince 2-1 col Benfica. La squadra di Sarri si qualifica come prima nel girone B, al termine di novanta minuti giocati con grande

Napoli espugna Lisbona, due a uno sul Benfica

Chapeau! Tanto di cappello a un Napoli superbo che nella tana insidiosa del Da Luz, nella Lisbona carica di glorie calcistiche, ha centrato tre bersagli contemporaneamente: vittoria meritatissima per 2 a 1 sul Benfica che ha dimezzato lo svantaggio al minuto 87 per un’imperdonabile leggerezza di Albiol; primato nel girone; grande soddisfazione per aver sventato il pericolo di regalare 25 milioni tondi alla Juventus in caso di sconfitta, come stabilito dalla Fifa che destina la bella cifra solo alle due squadre italiane che superano il turno in champions league. Gli azzurri sono scesi in campo con la determinazione che Sarri sa ottenere come pochi, idee chiare, foga agonistica alla massima potenza e alcune eccellenze che parlano spagnolo e belga, al secolo Callejon-Mertens.

Champions, il Napoli si gioca la qualificazione agli ottavi col Benfica. Hamsik: “Come una finale”

Il Napoli ha due risultati su tre: gli basta il pareggio per passare il turno. In attacco ballottaggio tra Gabbiadini e Mertens Napoli, 6 dicembre – Dopo la splendida vittoria in campionato con l'Inter, il Napoli è chiamato ad affrontare la delicata sfida di Champions con il Benfica. Allo stadio Da Luz di Lisbona gli azzurri si giocheranno la qualificazione agli ottavi di Champions. Per il passaggio del turno la banda Sarri ha a disposizione due risultati su tre: gli basta un pareggio. Il cammino di Champions sembrava semplice all'inizio, salvo poi complicarsi a seguito della sconfitta in casa con il Besiktas e del recente pareggio, sempre in casa, con la Dinamo Kiev. Due risultati che potevano e dovevano essere diversi,

Napoli-Benfica 4-2. Azzurri leader incontrastati nel Girone B

Hamsik apre le danze. Nella ripresa a segno anche Milik (su rigore) e Mertens. I lusitani accorciano le distanze con Guedes e Salvio, sfruttando alcune amnesie degli azzurri NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol (dall'11' p.t. Maksimovic), Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho, Hamsik; Callejon (dal 25' s.t. Insigne), Mertens (dal 37' s.t. Giaccherini), Milik. All. Sarri BENFICA (4-4-2): Julio Cesar; Almeida (dal 37' s.t. Gomes), Lindelof, Lisandro, Grimaldo; Semedo, Fejsa, A. Horta (dall'11' s.t. Salvio), Pizzi; Mitroglou, Carrillo (dal 22' s.t. Guedes). All. Rui Vitoria MARCATORI: Hamsik (N) al 20' p.t.; Mertens (N) al 6', Milik (N) al su rigore al 9', Mertens (N) al 13', Guedes (B) al 26', Salvio (B) al 41' s.t. ARBITRO: Brych (Germania) Napoli, 28 settembre – Al San Paolo il Napoli

Champions League, il Napoli ospita il Benfica. Sarri “preoccupato” da Guedes

Squadre in campo questa sera a partire dalle 20.45. Diversi giocatori assenti tra i portoghesi Napoli, 28 settembre – Dopo la vittoria in trasferta sul campo della Dinamo Kiev per 2-1, questa sera alle 20.45 il Napoli ospiterà al San Paolo il Benfica per la seconda giornata di Champions League. La banda Sarri con una vittoria si porterebbe a più 5 punti rispetto ai portoghesi, inizialmente e ancora adesso considerati i favoriti del girone B. Al Napoli per vincere servirà tuttavia una prestazione di livello: numeri alla mano il Benfica è imbattuto da 17 gare fra tutte le competizioni e ha vinto le ultime 15 trasferte di campionato, una striscia positiva iniziata addirittura lo scorso gennaio. L'ultima volta che Napoli e Benfica

Sorteggio Champions League, bene per Juventus e Napoli

I bianconeri trovano il Siviglia nel gruppo H, gli azzurri il Benfica nel gruppo B Montecarlo, 25 agosto – Sono stati sorteggiati questa sera a Montecarlo i gironi dell'edizione 2016-2017 della Champions League. Il Napoli è inserito nel gruppo B con Benfica, Dinamo Kiev e Besiktas. Gli azzurri avrebbero potuto pescare Bayern o Barcellona, ma fortunatamente dovranno vedersela con avversari più modesti dal punto di vista tecnico. Il principale avversario del Napoli sarà il Benfica. Gli azzurri avevano affrontato i lusitani nell'edizione di Coppa Uefa 2008/2009. In quella occasione il Napoli vinse 3-2 al San Paolo, salvo poi perdere per 2-0 al Da Luz. Attualmente il Benfica è detentore della Supercoppa portoghese e ha una rosa di livello, composta da buoni giocatori come

Pillole di calcio. Napoli – Benfica

Buone notizie per il Napoli di Benitez che ieri ha battuto il Benfica in un’amichevole dal sapore Champions. Ritmi blandi e approccio amichevole non devono svilire il buon risultato, semmai amplificare le pochissime pecche emerse. Perché quando il Napoli imposta il gioco e il Benfica si difende la mano di Benitez si vede, ma se pensiamo che il Benfica ha tirato nello specchio di porta avversario due volte in 90 minuti – un gol e un palo a portiere battuto – si capisce che qualcosa da registrare c’è ancora. TATTICA. Il modulo di Benitez è un 4-2-3-1 classico. Poche variazioni sul tema e linee di passaggio classiche perché immaginiamo che varianti un po’ più sofisticate lo spagnolo le stia tenendo in

Champions League, andata quarti di finale: Real Madrid spietato, Milan ferma sul pari il Barcellona.

Le ultime otto squadre rimaste in corsa nella massima competizione europea, si sono affrontate tra Martedì 27 e Mercoledì 28  Marzo, dando vita ad incontri piacevoli, ricchi di emozioni e bel gioco. Era facile pronosticare una vittoria madridista in terra cipriota; meno facile da indovinare la vittoria dei “Blues” del Chelsea in terra lusitana contro il Benfica. I bavaresi del Bayern superano abbastanza agevolmente i francesi dell’Olympique Marsiglia giocando in trasferta ed il Barcellona, nella gara più attesa della giornata, non va oltre lo 0-0 contro la formazione rossonera del Milan. Allo “GSP Stadium” erano di scena la formazione cipriota dell’Apoel Nicosia, assoluta rivelazione di Champions ed il Real Madrid di Josè Mouriño che nelle coppe europee ha una vastissima esperienza. La

Champions League, ottavi di ritorno: il Milan passa per un soffio, Barcellona stellare, Apoel nella storia.

Questa settimana si sono disputate le prime quattro partite di ritorno valevoli per gli ottavi di finale di Champions League. Gli incontri che erano in programma nel due giorni di coppa, Martedì 6 e Mercoledì 7 Marzo, hanno regalato emozioni fortissime, colpi di scena e tanti gol. Il Milan soffre sotto i colpi dell’Arsenal, il Benfica ribalta il risultato contro lo Zenit e si qualifica ai quarti, il Barcellona offre una prestazione spaziale contro i malcapitati tedeschi del Leverkusen, l’Apoel di Nicosia compie l’impresa storica ed accede al turno successivo, superando dopo supplementari e rigori, la squadra francese dell’Olympique Lione. Riviviamo singolarmente i quattro incontri giocati. Nella serata di Martedì, all’”Emirates Stadium” di Londra, l’Arsenal di Arsene Wenger sfiora il colpaccio ai danni

Champions League, Ottavi di finale. Barcellona e Milan dettano legge.

Per gli ottavi di finale della massima competizione europea, si sono disputati nei due giorni di coppa, Martedì 14 e Mercoledì 15 Febbraio, i primi quattro incontri valevoli per il turno di andata. La squadra spagnola del Barcellona ed il Milan hanno messo una seria ipoteca sul passaggio al turno successivo, mente per il Lione e lo Zenit, nonostante le vittorie, il discorso qualificazione resta aperto. Analizziamo in ordine le quattro partite disputate. Nella giornata di Martedì, il match giocato allo stadio “BayArena” di Leverkusen tra i tedeschi del Bayer Leverkusen e Barcellona è terminata con il risultato di 1-3 in favore dei blaugrana guidati dal tecnico Guardiola. Lo show catalano porta la firma dei due gioielli d’attacco, Sanchez e Messi. Il