Il Napoli fa visita al Parma per la 35^ giornata di serie A

Rafa Benitez pensa ad un ampio turnover contro gli emiliani già retrocessi, senza una società alle spalle ed in mano ai curatori fallimentari Dopo la gara di Europa League contro il Dnipro (vai all'articolo), in cui gli azzurri non sono riusciti ad andare oltre il pareggio e tutte le polemiche che sono susseguite a causa delle sviste arbitrali, per il Napoli torna il momento di concentrarsi un attimo sul campionato e affrontare il Parma. Si gioca questa sera alle ore 18.00 presso lo Stadio Ennio Tardini, la partita valida per la 35^ giornata del campionato di Serie A (sedicesima del girone di ritorno e quart'ultima della stagione). Il Napoli è ancora in corsa per la qualificazione alla prossima Champions, infatti gli azzurri

Europa League: il Napoli in semifinale di andata contro il Dnipro. Benitez: “Giorno storico”

Il Napoli torna dopo ventisei anni a giocare una semifinale di Europa League. La gara di andata questa sera alle ore 21.05. Stadio San Paolo verso il tutto esaurito Non accadeva da ventisei anni, che il Napoli tornasse a giocare una semifinale di Europa League (quella che prima, si chiamava Coppa Uefa) mentre il Dnipro una semifinale europea non l'ha proprio mai giocata. Appuntamento con la storia quindi, quello di questa sera allo stadio San Paolo, dove le squadre si affronteranno a partire dalle ore 21.05. Sulla carta il Dnipro è il miglior avversario che potesse capitare al Napoli fra quelli rimasti, ma Rafa Benitez oltre a parlare di giorno storico per le ragioni precedentemente spiegate e a sottolineare quanto sarebbe ancor

Il Napoli sorride: battuta la Sampdoria per 4-2

Al San Paolo, Napoli-Sampdoria finisce 4-2 per la squadra di casa. Una grande partita dela formazione di Rafa Benitez non lascia scampo ai blucerchiati, che vengono travolti dagli azzurri, autori di una prestazione spettacolare NAPOLI (4-2-3-1): Andujar; Henrique, Albiol, Britos, Ghoulam; Lopez (dal 76' Gargano), Jorginho; Callejon, Gabbiadini (dal 66' Hamsik), Insigne; Higuain (dal 82' Duvan). All.Benitez SAMPDORIA (4-2-3-1): Viviano; De Silvestri, Silvestre, Romagnoli, Mesbah; Obiang, Soriano (dal 76' Bergessio); Palombo (dal 63' Duncan), Eto'o, Okaka; Eder (dal 45' Muriel). All.Mihajlovic ARBITRO: Doveri MARCATORI: 12' Albiol (aut), 31' Gabbiadini, 34' Higuain, 47' Insigne, 81' Higuain, 89' Muriel Non se lo aspetta Mihajlovic, chissà Benitez. E probabilmente non se lo aspettavano nemmeno i tifosi delle rispettive formazioni. Al San Paolo, Napoli-Sampdoria finisce 4-2 per i partenopei.

Cagliari-Napoli 0-3: gli azzurri tornano a vincere in trasferta e sognano il terzo posto

Al Sant'Elia gli azzurri tornano alla vittoria fuori casa grazie ai gol di Callejon, Balzano (autorete) e Gabbiadini. Il Cagliari gioca solo per un tempo, dopo il secondo gol subito getta la spugna. Cori dei tifosi sardi contro Zeman e la squadra CAGLIARI (4-3-3): Brkic; Balzano, Ceppitelli, Rossettini, Avelar; Dessena, Conti, Ekdal (18’ st Joao Pedro); Farias (18’ st Cossu), Sau (1’ st Longo), Mpoku. All. Zeman NAPOLI (4-2-3-1): Andujar; Maggio, Albiol, Koulibaly, Strinic; Jorginho, Gargano; Callejon (23’ st Mesto), Hamsik (11’ st Gabbiadini), Insigne; Higuain (16’ st Zapata). All.Benitez MARCATORI: 23’ Callejon, 45’ Balzano aut., 14’ st Gabbiadini ARBITRO: Valeri di Roma Il Napoli al Sant'Elia si impone per 3-0 sul Cagliari. Importante vittoria per la formazione di Benitez, non solo perchè i partenopei

Cagliari-Napoli. Benitez verso il turnover, ad attendere gli azzurri in Sardegna una sfida impegnativa

Si gioca al Sant'Elia alle ore 18.00. Completamente diversi gli obiettivi delle due formazioni, con i sardi alla disperata ricerca di punti salvezza e i partenopei che vorrebbero raggiungere la Roma Dopo lo straordinario successo di Europa League contro il Wolfsburg (vai all'articolo), il Napoli scende in campo stasera alle 18.00 allo stadio Sant'Elia, dove affronterà il Cagliari. L'incontro si preannuncia molto difficile per la formazione di Benitez, sia perchè i sardi si galvanizzano quando incontrano i partenopei e questo è dovuto in parte alla forte rivalità esistente tra le due tifoserie, sia perchè la squadra di Zeman è penultima a 8 punti dall'Atalanta quartultima e in caso di sconfitta potrebbe veder ridotte al lumicino le possibilità di permanenza nella massima serie.

Coppa Italia: Napoli-Lazio 0-1. Delusione azzurra, Lazio in finale grazie al gol di Lulic

Decide la partita il gol al 79' del bosniaco subentrato dalla panchina a gara in corso. La crisi del Napoli continua e gli obiettivi stagionali sfumano uno dietro l'altro Napoli (4-2-3-1): Andujar; Maggio, Albiol, Britos, Ghoulam; Inler, Gargano (40' st Insigne); Gabbiadini (28' st Callejon), Hamsik, Mertens (23' st De Guzman); Higuain.All. Benitez Lazio (4-3-3): Berisha; Basta, De Vrij, Mauricio, Braafheid (38' st Cavanda); Biglia, Cataldi (10' st Mauri), Parolo; Candreva (23' st Lulic), Klose, F. Anderson. All.Pioli Marcatori: 34' st Lulic (L) Arbitro: Orsato È un altro boccone amaro, quello che sono costretti ad ingoiare i tifosi partenopei. In molti credevano in un buon risultato contro la Lazio e nella possibilità di passare il turno. Invece non è così. La doccia gelata arriva al 79'

Coppa Italia: Napoli-Lazio, tutto esaurito al San Paolo nella speranza di allontanare lo spettro della crisi

Il ritorno di semifinale contro i biancocelesti verrà disputato stasera alle 20.45. Dopo il pareggio dell'andata, il match è apertissimo e nulla è ancora deciso San Paolo sold out per la semifinale di ritorno di Coppa Italia tra Napoli e Lazio, grazie ai prezzi popolari decisi dalla società e alla voglia dei tifosi di andare in finale e provare a conquistare un'altra volta il trofeo (il Napoli ne è il detentore). Dopo l'1-1 dell'andata, la qualificazione non è ancora decisa ma tale risultato, sembra favorire i partenopei a cui basta il pareggio per sfidare la Juventus, già qualificata dopo aver battuto 3-0 la Fiorentina. La squadra di Benitez è chiamata a rialzarsi, almeno per una sera, da un lungo periodo di crisi:

Roma-Napoli 1-0. Pasqua amara per i tifosi partenopei: gli azzurri sempre più lontani dalla zona Champions

Decide il gol di Pjanic al 25'. La Roma sale a più 4 sulla Lazio mentre per la squadra di Benitez è sempre più crisi ROMA (4-3-3): De Sanctis; Torosidis, Manolas, Astori, Holebas (25’ st Yanga-Mbiwa); Pjanic (23’ st Paredes), De Rossi, Nainggolan; Florenzi (34’ st Ibarbo), Iturbe, Ljajic. All.Garcia NAPOLI (4-2-3-1): Andujar; Maggio, Albiol, Britos, Ghoulam; D. Lopez, Jorginho; Callejon (16’ st Gabbiadini), Mertens, De Guzman (36’ st Insigne); Higuain (31’ st Zapata). All.Benitez MARCATORI: 24’ Pjanic ARBITRO: Rizzoli Cosa succede al Napoli? Probabilmente ora è ufficiale: gli azzurri sono in crisi. Quella che era a inizio campionato la squadra che avrebbe dovuto puntare allo scudetto, ha visto nel corso della stagione ridimensionare costantemente i suoi obiettivi. Quando si è capito la Juve fosse

Europa League: il Napoli passa ai quarti col “minimo sforzo”, è 0-0 con la Dinamo Mosca

I partenopei provano a vincerla, ma bastano i gol dell'andata per la qualificazione ai quarti. Oggi, i sorteggi a Nyon per conoscere il prossimo avversario della banda Benitez DINAMO MOSCA (4-2-3-1): Gabulov; Kozlov, Samba, Hubocan, Buttner (85' Ionov); Vainqueur, Dzsudzsak; Valbuena, Kokorin, Zhirkov; Kuranyi. Adisp.: Shunin, Douglas, Rotenberg, Danilkin, Yusupov, Tashaev. All. Cherchesov NAPOLI (4-2-3-1): Andujar, Maggio, Albiol, Britos, Ghoulam; Jorginho, D. Lopez; Callejon, Gabbiadini (71' Hamsik), Mertens (63' de Guzman); Higuain (81' Zuniga). A disp.: Rafael, Henrique, Inler, Zapata. All. Benitez ARBITRO: Nijhuis (Olanda) Una trasferta in Russia non è mai facile, dicono. Ma questa Dinamo Mosca era davvero poca cosa e lo si era capito già al San Paolo. Per il Napoli, impossibile sbagliare. Nella partita al Khimki Arena, i partenopei hanno

Europa League: Dinamo Mosca-Napoli. Partenopei con un piede ai quarti

Forte del successo per 3-1 maturato in casa, alla squadra di Benitez basterebbe anche il pareggio per qualificarsi. Ma il tecnico, giustamente carica la squadra: “Proveremo a vincere” Il Napoli torna in campo dopo la scoppola di Verona in campionato, gara che ha lasciato l'amaro in bocca a società e tifosi, oltre a costare il sorpasso in classifica da parte della Lazio (ora terza). I partenopei, si presenteranno allo stadio Khimki Arena con il cospicuo vantaggio maturato in casa al San Paolo, dove hanno battuto la Dinamo Mosca per 3-1. Forti di tale risultato, gli uomini di Benitez hanno praticamente la qualificazione in tasca e potrebbero accontentarsi anche di un pareggio. C'è tuttavia la voglia, da parte loro di far bene.

Hellas Verona-Napoli 2-0. Per gli azzurri è la terza sconfitta consecutiva

Bruttissima prestazione dei partenopei e Benitez in panchina va su tutte le furie. Ma il Verona è sembrato avere più fame ed è riuscito a giocare come voleva HELLAS VERONA (4-3-3): Benussi; Sala, Rodriguez, Moras, Pisano; Obbadi (71’ Christodoulopoulos), Tachtsidis, Hallfredsson; J. Gomez (66’ Greco), Toni, Jankovic (86’ Martic). All.Mandorlini. NAPOLI (4-2-3-1): Andujar; Mesto (67’ Higuain), Albiol, Britos, Ghoulam; Inler, David Lopez; Mertens, Hamsik (82’ Gabbiadini), De Guzman (61’ Callejon); Duvan. All.Benitez. MARCATORI: 7’ 52’ Toni (V) ARBITRO: Banti di Livorno Al Bentegodi finisce 2-0 per il Verona. Irriconoscibile il Napoli, che non entra mai veramente in partita. Squadra lenta e macchinosa quella di Benitez, che forse accusa le fatiche dell'Europa, se non dal punto di vista fisico almeno da quello mentale. Ma intanto, per

Hellas Verona-Napoli. Dopo la batosta del 6-2 dell’andata, Benitez suona la carica

Si gioca stasera alle 18.00 al Bentegodi, Rafa Benitez “A Verona per vincere” mentre la squadra di Mandorlini è reduce da risultati altalenanti Dopo aver battuto per 3-1 la Dinamo Mosca in Europa League, il Napoli scende in campo questa sera contro l'Hellas Verona per la 27a giornata del campionato di serie A. Entrambe le squadre vogliono conquistare i tre punti ma per motivi del tutto diversi. Il Napoli per tentare di seminare la Lazio a pari punti e continuare la rincorsa alla Roma e al secondo posto che vale la qualificazione Champions. Il Verona perchè nelle ultime tre partite, ha ottenuto solo una vittoria contro un Cagliari allo sbando ed è reduce da un periodo di risultati altalenanti. Inoltre, a

Europa League: il Napoli batte 3-1 la Dinamo Mosca

I partenopei, trascinati da un super Higuain, sono protagonisti di una buona prestazione e mostrano tutta la loro superiorità tecnica ma non riescono a calare il poker. Contro i russi, discorso qualificazione ancora aperto e a Mosca ci sarà da lottare NAPOLI (4-2-3-1): Andujar; Henrique, Koulibaly (9' Albiol), Britos, Ghoulam; Inler, Jorginho; Callejon (82' Zuniga), de Guzman (70' Hamsik), Mertens; Higuain. All.Benitez DINAMO MOSCA (4-4-2): Gabulov; Zoklov, Hubocan Samba, Zhirkov; Valbuena (72' Ionov), Zobnin, Vainqueur, Dzsudzsák (91' Tashaev); Kokorin, Kuranyi (62' Buttner). All.Cherchesov MARCATORI: 2' Kuranyi, 25', 31' rig. e 55' Higuain ARBITRO: Tasos Sidiropoulos Per gli uomini di Benitez, era importante vincere e farlo con un risultato abbastanza largo: così è stato. Al San Paolo, il Napoli batte 3-1 la Dinamo Mosca. Peccato solo

Europa League: il Napoli ospita la Dinamo Mosca e punta ai quarti

Stasera al San Paolo, gara d'andata degli ottavi e tappa importante per il cammino europeo dei partenopei. Benitez: “Proveremo a far risultato” Dopo la parziale delusione in campionato contro l'Inter, per il pari arrivato nel finale di secondo tempo di una partita dominata da Higuain e compagni, fino al gol del 2-0 firmato proprio dal Pipita, il Napoli torna in campo per la gara d'andata degli ottavi di Europa League e affronta i russi della Dinamo Mosca, secondo quanto decretato dal sorteggio di Nyon. La squadra moscovita allenata da Stanislav Cherchesov, non è esattamente quella che si definirebbe una formazione irresistibile ma sappiamo comunque quanto siano imprevedibili le squadre dell'est europa, specialmente in trasferta a causa delle particolari condizioni climatiche. Va