A Napoli i papirologi di tutto il mondo

Alla Biblioteca Nazionale il 6 e 7 agosto per visitare l’Officina dei Papiri Ercolanesi I più importanti papirologi del mondo, studiosi  e scienziati internazionali che si occupano di ricerca, conservazione, studio  di testi antichi su papiro, saranno a Napoli alla Biblioteca Nazionale il 6 e 7 agosto per visitare l’Officina dei Papiri Ercolanesi e osservare da vicino i sorprendenti rotoli carbonizzati ritrovati nella famosa Villa dei Pisoni, che serbano importanti testi  di autori della cultura classica, da Epicuro a Filodemo di Gadara, a Lucio Anneo Seneca. Si tratta di una folta delegazione  proveniente dal Congresso internazionale di Papirologia, che si sta svolgendo  quest’anno in Italia a Lecce  e che ha accolto oltre 400 partecipanti provenienti da tutto il mondo (Stati Uniti, Gran

L’Oriente in mostra a Napoli

Mostra “Oriental manuscripts in Naples“, presentato per la prima volta al pubblico un numero corposo di manoscritti orientali della Biblioteca Nazionale di Napoli Corani splendidamente miniati, libri di preghiere in armeno, la  corrispondenza tra il papato e la Persia del XVII secolo, uno dei Corani più antichi risalente al 1100 ed una copia di una grammatica siriaca compilata a Napoli, in mostra a Napoli  in occasione del 41° MELCom International,  si tratta  di uno straordinario patrimonio di Manoscritti proveniente dalle collezioni orientali della Biblioteca Nazionale di Napoli “Vittorio Emanuele III”, e dell’ Università degli studi di Napoli ‘L’Orientale’ fino ad ora noto solo agli addetti ai lavori ed agli studiosi. La mostra “Oriental manuscripts in Naples“ (curata da Biblioteca Nazionale di Napoli

Incontri, mostre e concerti verso il museo diffuso della canzone classica napoletana alla Biblioteca Nazionale di Napoli

Parte il progetto per un museo diffuso della Canzone napoletana La Biblioteca Nazionale di Napoli con un’ambiziosa iniziativa dal titolo “Le metamorfosi della tradizione. Attorno alla canzone napoletana”, che si svolgerà dal 20 al 24 maggio nel capoluogo campano presso la sua sede a Palazzo Reale, si intende con studi e animazione, ricerca e spettacolo, avviare la narrazione sulla  fase di passaggio agli albori della canzone napoletana, quando personalità eminenti –autori, editori e compositori- si incontrarono con le suggestioni ma anche i suoni e le musiche provenienti da un mondo popolare che, a inizio Ottocento, nella città di Napoli gravitava soprattutto attorno al Molo. Il museo  multimediale sarà allestito nella sala Leopardi della Biblioteca. Il 20 maggio, alle ore 17, nella Sala

Giornate Europee del Patrimonio, visita alle storiche collezioni librarie di Napoli

Visita alle sale monumentali e affrescate della Biblioteca Nazionale di Napoli che ospitano le storiche collezioni librarie La Biblioteca Nazionale di Napoli aderisce con l'apertura straordinaria di domenica 23 settembre (dalle ore 11 alle 17) alle Giornate Europee del Patrimonio 2018 per condividere il proprio patrimonio con un più vasto pubblico. Sarà possibile visitare le sale monumentali e affrescate che ospitano le storiche collezioni librarie: Sezioni Napoletana, Consultazioni, Manoscritti, Periodici. In esposizione pregiati documenti, manoscritti, edizioni a stampa, incisioni di grande interesse in percorsi guidati a tema. - Ore 11. Inaugurazione della mostra: "In viaggio tra libri e manoscritti alla scoperta dei fondi della biblioteca", curata dai volontari del Servizio civile Nazionale con il coordinamento di Maria Gabriella Mansi e Mariolina Rascaglia - Ore

“Il Natale della domenica”, le Illustrazioni di Achille Beltrame in mostra a Napoli

Le illustrazioni realizzate per la Domenica del Corriere dal 1899 al 1913, in mostra in occasione del prossimo Natale e della recente acquisizione da parte della Biblioteca Nazionale di Napoli Napoli - In mostra nelle sale della Sezione Emeroteca dal 20 dicembre al 26 gennaio le illustrazioni sul Natale di Achille Beltrame, apparse su alcuni numeri del giornale dal 1899 al 1913 recente acquisiti dalla Biblioteca nazionale di Napoli. "Il Natale della domenica" è stata inaugurata mercoledì 20 dicembre con il saluto del Direttore della Biblioteca, Francesco Mercurio. La Biblioteca con un notevole sforzo economico ha acquistato le annate complete senza interruzioni  (dal primo numero del 1899 fino al 1942) del periodico che ha segnato la storia del nostro paese. Si tratta di

Nati per leggere, a Palazzo Reale l’inaugurazione del nuovo Punto Lettura

A Napoli una nuova Casa delle Storie di tutti i bambini: appuntamento il 22 novembre, ore 16,00, alla Biblioteca Nazionale Vittorio Emanuele III Riapre il Punto Lettura Nati per Leggere di Napoli, fino allo scorso anno presso il Pan, ora  ad ospitarlo è la Biblioteca Nazionale Vittorio Emanuele III, una  biblioteca considerata per il patrimonio conservato al terza biblioteca  d’Italia,  che copre in una città come Napoli un variegato pubblico oltre a quello tradizionale di studiosi e studenti. Il Punto Lettura Nati per Leggere - Biblioteca Nazionale Napoli, pubblico e gratuito, dal 22 novembre si riempirà di voci e di storie dei volontari NpL che aspettano come sempre “a libro aperto e cuore spalancato” piccoli e grandi, l'appuntamento è  tutti i mercoledì dalle 10,30

1° Maggio alla Biblioteca Nazionale di Napoli

Eccezionalmente è visitabile anche la sezione museale Elena D'Aosta Napoli - Il 1° maggio 2017 dalle ore 9,30 alle 18,00 la Biblioteca Nazionale di Napoli apre le sue porte a visitatori e turisti per far conoscere i luoghi della memoria ed il patrimonio in essi contenuto; si potranno ammirare le sale monumentali, alcune mirabilmente affrescate, di Palazzo Reale che ospitano la Biblioteca. Eccezionalmente è visitabile anche la sezione museale Elena D'Aosta, con le raccolte etnologiche della Sala Africa. Si inaugura nella sezione Lucchesi Palli un percorso espositivo su "Pirandello ed i De Filippo", allestito in occasione dei 150 anni dalla nascita di Pirandello e visitabile fino al 31 maggio. L’esposizione documenta attraverso testimonianze dall’Archivio De Filippo e della Biblioteca i richiami e le

“Roma 1957” alla Biblioteca Nazionale peri i 60 anni dei Trattati

In occasione del 60° anniversario dei “Trattati di Roma” si inaugura il 29 marzo ore 17 alla Biblioteca nazionale di Napoli la mostra “Roma 1957“, interventi di Guido D’Agostino, Presidente dell'Ist. per la Storia della Resistenza, e Francesco Mercurio, direttore della Biblioteca). In esposizione giornali dell’epoca, testi, documenti originali e foto" "Il 60° anniversario - commenta Francesco Mercurio - cade in uno dei momenti più difficili del processo di integrazione europea, aggredito da contrapposte spinte, che guardano più a risultati immediati che a prospettive di più lungo periodo. In qualche modo sembra che abbiamo smarrito quelle idealità che erano alla base della costruzione dell'integrazione europea." "La mostra documenta - spiega Francesco Mercurio - la memoria del lungo processo per costruire l'integrazione, racconta

Francesco Mercurio è il nuovo direttore della Biblioteca Nazionale di Napoli

Laureato in Filosofia presso l’Università di Salerno, storico di formazione, autore di numerosi saggi di carattere storico, politico e sociale, dal 1999 fino ad oggi è stato direttore di una importante realtà meridionale: la Biblioteca provinciale di Foggia, l'Archivio Storico provinciale e il Sistema Museale Provinciale La lunga esperienza sviluppata a livello regionale e nazionale nella gestione e nella tutela dei beni culturali e la profonda conoscenza della storia e della cultura del Mezzogiorno, hanno permesso a Mercurio di accostarsi con entusiasmo alla sfida di dirigere la biblioteca napoletana, conosciuta come importante presidio scientifico nel contesto accademico e di studi internazionale. Mercurio è già al lavoro per rilanciare il dialogo permanente e partecipato della Biblioteca con la città, con il

Napoli: “Domenica di Carta” alla scoperta dell’Officina dei Papiri Ercolanesi

Alla Biblioteca Nazionale di Napoli l'eccezionale la visita delle sale dove sono custoditi i famosi rotoli carbonizzati Napoli, 3 ottobre - In occasione della Domenica di Carta il 9 ottobre, dalle ore 11.00 alle ore 17,00, la Biblioteca Nazionale di Napoli consentirà eccezionalmente la visita all’Officina dei Papiri Ercolanesi, dove sono custoditi i famosi rotoli carbonizzati. Si tratta del più antico fondo librario posseduto dalle biblioteche italiane e straniere, di enorme interesse filologico in quanto ci ha restituito l’opera cardine di Epicuro "Sulla natura", il corpus delle opere di Filodemo di Gadara, e di altri filosofi epicurei. Per il particolare pregio e l'estrema fragilità dei papiri l’ingresso sarà consentito in gruppi (max 30 persone ogni 30 minuti). In Sala Rari è prevista