Shanna Waterstown aprirà la quinta edizione del Baronissi Blues Festival

Con Inside My Blues, pubblico ed addetti ai lavori l’hanno consacrata come la voce più autorevole della nuova scena mondiale Baronissi (Salerno) - Una voce calda, sensuale, potente e autentica. Appassionata e ispirata, riconosciuta come una vera "Blueswoman": direttamente dagli Stati Uniti, Shanna Waterstown è la prima guest star internazionale che aprirà la quinta edizione del Baronissi Blues Festival. Dagli Usa a Parigi, dall’UK all’Italia: 3 serate di musica ad ingresso gratuito in un giro ipnotico e travolgente intorno al mondo, in un crossover tra il blues dei puristi, dal classicismo di Chicago, alle influenze più funk, all’R,n,B, alle incursioni fusion nell’universo jazz, alla sonorità più electro. La Irno Valley diventerà patria del Blues con un denso cartellone internazionale dal 23 al 25 luglio per

Il Baronissi Blues Festival sostiene il progetto “Siria, Ospedali Aperti”

Blues & Solidarietà. Musica è incontro di popoli, culture, dialogo, ma anche beneficenza con il Baronissi Blues Festival Baronissi (Salerno), 12 luglio - L'intrattenimento e la cultura si fondono alla missione sociale che accompagna dalla sua fondazione il Baronissi Blues Festival. Per il quinto anno consecutivo si rinnova, infatti, la partnership con la Fondazione Avsi (www.avsi.org), onlus impegnata in progetti di cooperazione per promuovere la dignità della persona, con particolare attenzione all’educazione dei bambini. Dopo il “sostegno a distanza” a favore degli ospedali della Siria e dei bambini dei campi profughi, l’edizione 2019, in sinergia con Musicateneo e i volontari presenti sul territorio campano, sostiene ancora una volta il progetto “Ospedali Aperti in Siria”  che, ad oggi, ha garantito cure mediche gratuite

Baronissi Blues Festival, il cartellone della 4^ edizione

Dal 17 al 19 luglio presso l'Anfiteatro Comunale “Pino Daniele” Baronissi (Salerno). Tutti i concerti sono ad Ingresso gratuito Baronissi (Salerno) - Da New Orleans a Los Angeles, dalla Svizzera a Belgrado, in un viaggio ai confini del mondo, alle radici del blues, ma con ampi slanci sulle nuove avanguardie, tra sperimentazioni e contaminazioni. Il suono potente del Baronissi Blues Festival sta per esplodere con un cartellone straordinario, che spinge oltre i propri limiti, superando le precedenti edizioni e qualsiasi aspettativa nei cultori del genere, ospitando grandi protagonisti della scena musicale internazionale. On stage, in esclusiva per l’Italia Joe Colombo Trio (martedì 17 luglio), in esclusiva per il Sud Italia Ana Popovic in full band (mercoledì 18 luglio) e gran finale con Andy J Forest in full band (giovedì 19 luglio). Le aperture

Mr Blue apre il Baronissi Blues Festival

Domenica 16 luglio ore 21 Anfiteatro Pino Daniele di Baronissi (Sa) - Ingresso Gratuito Baronissi (Salerno), 16 luglio - “Il Blues è facile da suonare, ma difficile da provare”, affermava Jimi Hendrix. Blues che “è poesia, amore, dolore”, secondo Eric Burdon. Anima della musica e fonte di ogni ispirazione, quindi, che rivive nei tre giorni di concerti del Baronissi Blues Festival 2017, che si muove dalle origini alle sperimentazioni più contemporanee, in un viaggio che dagli States si allarga al sud dell’Italia per poi aprirsi nuovamente ai suoni del mondo, dall’armonica all’ukulele elettrico agli strumenti percussivi. Ad aprire la terza edizione di un festival che si connota sempre di più per il suo appeal internazionale, oggi 16 luglio alle ore 21 nella meravigliosa cornice sotto le stelle dell’anfiteatro

Al via il Baronissi Blues Festival II^ edizione, il programma degli eventi

Laurence Jones “miglior chitarrista Blues 2015” e Roland Tchakountè: il BBF 2016 tra star di fama internazionale e solidarietà. Dal 17 al 19 luglio all'Anfiteatro Comunale “Pino Daniele” Baronissi (Sa) Baronissi (Salerno). Da Laurence Jones, “miglior chitarrista blues 2015” a Roland Tchakountè (in foto): sarà un’edizione tutta internazionale il Baronissi Blues Festival 2016. Tre concerti strepitosi, in programma dal 17 al 19 luglio, rigorosamente ad ingresso gratuito, che proietteranno il centro della Valle dell’Irno all’attenzione di tutto il sud Italia, con la presenza di star di fama mondiale: veri “poeti blues” che travolgeranno la platea dell’anfiteatro comunale di Baronissi, dedicato al grande Pino Daniele. E ancora Massimiliano D’Alessandro, talento tutto salernitano riconosciuto a livello nazionale attraverso X Factor, i Blues Brothers Reloaded Band,

“T’aggio voluto bene”, cantate, arie e sonate in lengua napoletana tra Seicento e Settecento

Atmosfere e suoni di una Napoli barocca, ma anche classica, blues, gitana, folk o rivisitata con strumenti antichi Un vero e proprio focus sulla musica Napoletana, storica e di tradizione, patrimonio culturale inestimabile della nostra città, che si ripropone con le sue melodie e le sue cantate in lingua napoletana, dal ‘600 ai nostri giorni, nella rassegna Convivio armonico - Musica antica nel corpo di Napoli, alla sua XV edizione. Dal 23 aprile fino a giugno grandi artisti ed interpreti di un repertorio antico e moderno, accompagneranno il pubblico in un programma di concerti, tra chiese (Basilica di San Francesco di Paola e Sant’Angelo a Nilo) e luoghi di cultura (Museum), tutti i fine settimana, alla riscoperta di questa grande tradizione partenopea. La

“Note di Natale”, viaggio musicale tra i più bei temi del jazz, blues e gospel

Soul, Jazz, Gospel, Blues, Swing, Lyric Theatre, da Giacomo Puccini ai Beatles Sabato 12 dicembre ore 21.00 al Teatro Ricciardi di Capua vi attende un viaggio musicale tra i più bei temi del jazz, blues, della lirica, un tocco di gospel, fino a brani più raffinati del soul moderno e del pop. Giò Vescovi e la sua Blues Project eseguiranno alcuni brani tratti dal suo ultimo album "Don't Look Black". Ad accompagnarlo sul palco, entrambi legati da amicizia e collaborazione con Giò Vescovi, ci saranno Antonio Onorato, musicista con una carriera artistica ventennale di grande rilievo nel mondo del Jazz, la cui esperienza musicale lo vede affacciarsi anche nell'ambito della world music e l’interpretazione della calda voce di Sherrita Duran. A connotare questo

Baronissi Blues Festival, tra musica e street art

Il rock-blues di Sue Foley e Peter Karp Band chiude la I^ edizione dedicata a B.B.King e Pino Daniele Baronissi (Salerno), 21 luglio - Gran finale con il rock blues di Sue Foley & Peter Karp Band che chiuderanno la prima edizione del Baronissi Blues Festival, martedì 21 luglio alle ore 21.30, con un live strepitoso, in cui protagonista indiscussa sarà la chitarra, con un rock blues che spazia attraverso il folk, ma ricco di destrutturazioni e contrapposizioni. La kermesse, promossa dall’associazione culturale Sorapis con la direzione artistica di Fabio Clarizia e il patrocinio del Comune di Baronissi, si inserisce nel più ampio cartellone estivo del BaronissiFest. Nella suggestiva ed avvolgente cornice dell’anfiteatro comunale, a far vibrare le corde3 emotive concorreranno le slide

Alburni Jazz & Blues Festival XXIᵃ Edizione

Giuseppe Bassi e Mission Formosa Jazz 4et, special guest Gegè Telesforo Serre (Salerno) – L’universalità del linguaggio jazz in scena per la prima serata della XXIᵃ edizione dell’Alburni Jazz & Blues Festival, la kermesse in cartellone dal 7 al 10 agosto a Serre, con la direzione artistica dei fratelli Tommaso e Daniele Scannapieco. La magia della musica che oltrepassa i confini ed esce fuori dagli esclusivi jazz club, per rivivere nel borgo storico di Serre, mentre lo sguardo si perde lontano, tra l’imponenza dei monti Alburni che tagliano l’orizzonte, alla riscoperta di un ambiente naturale, immerso nel verde degli uliveti, tra cultura e tradizione. Per la prima serata del festival, giovedì 7 agosto alle ore 21, i grandi artisti del panorama jazz nazionale

Lo scrittore Ken Follett in chiave blues ospite a Positano

Domenica 30 giugno si aprirà la XXI edizione della rassegna letteraria “Positano, mare, sole e cultura”, ospite d’onore lo scrittore Ken Follett nelle vesti di bassista con la sua band rock-blues Damn Right I Got Blues. Follet, di origini gallesi, laureato in filosofia all’University College di Londra, prima di essere scrittore di successo mondiale è stato giornalista, prima al South Wales Echo poi all’Evening News e anche attivista laburista, di recente al seguito di Gordon Brown. Ha iniziato a scrivere romanzi come hobby fino alla pubblicazione de La cruna dell’ago (1978), primo best-seller che insieme ai seguenti Triplo (1979), L’uomo di Pietroburgo (1980), Il codice Rebecca (1982), Sulle ali delle aquile (1983), Un letto di leoni (1986)fa parte del genere thriller-spionaggio. Ma raggiunge