Visit Naples in finale ai Web Awards 2018 di Bruxelles

Germania, Grecia ed Italia in sfida per il titolo di miglior portale d'Europa, in palio due mesi di pubblicità presso l'Aeroporto Internazionale di Bruxelles Napoli, 8 Novembre – Nella splendida cornice del Teatro Vaudeville di Bruxelles, si celebrerà il 21 Novembre il Gran Galà riservato ai migliori siti web d'Europa. Il portale di promozione turistica della città visitnaples.eu a luglio era stato nominato da EUregistry per i .eu Web Awards 2018. Superata la fase di selezione grazie alle votazioni online, adesso il team di Marketing Italia, startup titolare del progetto, si prepara per volare a Bruxelles alla conquista del titolo. Da Germania e Grecia gli altri finalisti, in palio per il sito web vincitore, due mesi di pubblicità presso l'Aeroporto Internazionale della capitale belga. "Poter promuovere

Brexit, conto salato per Theresa May

La rude May: pensava di andarsene senza grandi penali Conti sbagliati in casa May, prima ministra di Great Britain nel turbine di un ciclone anti Brexit che l’investe in patria e non solo, con ventate inaspettate anche di parte dei connazionali che hanno detto sì all’esodo dalla Ue. Succede che l’Europa non fa sconti e pretende il pagamento dei debiti che la “perfida Albione” ha contratto con la Comunità. Bruxelles li calcola in cento miliardi di euro, il governo inglese contesta la dimensione del credito avanzato da Ue e la May prova a respingere al mittente le linee guida dell’Europa sul negoziato per il divorzio. Ma a che titolo? Le regole del “gioco” le detta Bruxelles che nella trattativa impugna il

Bruxelles, i numeri di una strage: 32 morti, 270 feriti, 3 kamikaze morti ed uno in fuga. Ma i terroristi volevano colpire le centrali nucleari

Probabile donna italiana tra le vittime, si tratterebbe di Patricia Rizzo scomparsa dopo l'attentato a Malbeek Il bilancio ufficiale delle vittime agli attacchi di martedì a Bruxelles continua a salire e secondo il ministro della Sanità belga, Maggie De Block, il bollettino di sangue è di 32 morti e 300 feriti, di cui 61 in terapia intensiva. Tra i morti sono stati identificati, per ora, solo tre italiani. Attualmente i familiari di una delle vittime, una donna italiana, è assistita dall'ambasciata italiana in Belgio in attesa della fase di identificazione. "E' in corso la fase di riconoscimento - ha aggiunto Maurizio Lupi, capogruppo di Ap - i familiari sono con il console a Bruxelles. Era una donna che prendeva la metropolitana

Strage di Bruxelles: comune di Napoli con bandiere a mezz’asta e piazza del Plebiscito illuminata con i colori del Belgio

De Magistris scrive una lettera al sindaco di Bruxelles Anche palazzo San Giacomo e la sede del Consiglio Comunale in Via Verdi espone, per tutta la giornata di oggi, le bandiere a mezz’asta in segno di sentita partecipazione al dolore che ha colpito il popolo belga per la tragedia dei gravi attentati terroristici all’aeroporto ed alla metro di Bruxelles. Inoltre il sindaco ha disposto che stasera il colonnato di Piazza del Plebiscito sia illuminato con i colori della bandiera belga. De Magistris si è sentito telefonicamente con il Console Onorario del Belgio Giuseppe Genovese ed ha inviato una lettera al Sindaco di Bruxelles, Yvan Mayeur. Questo il testo: “Desidero, a nome della Città di Napoli e mio personale, esprimerLe il profondo cordoglio e la

Terrore all’aeroporto e alla metro di Bruxelles: due bombe, 11 morti

Due esplosioni all'aeroporto di Bruxelles, lo riporta la Bbc online Bruxelles, 22 marzo - Almeno 11 morti. Questo il primo bilancio delle esplosioni all'aeroporto di Bruxelles, secondo alcuni media. Le esplosioni hanno colpito l'area dei check in delle partenze verso gli Stati Uniti. Lo rende noto il sito de Le Soir. Subito dopo le esplosioni nell' aeroporto di Bruxelles, lo scalo è stato chiuso e secondo i media locali per il traffico aereo si sta predisponendo un piano di emergenza per deviare i voli su Charleroi. Interrotti anche i collegamenti ferroviari da e per l'aeroporto. Le autorità belghe hanno lanciato il piano catastrofi per fare fronte alle conseguenze delle due esplosioni che hanno devastato l'area partenze dell'aeroporto Zaventem di Bruxelles. Alcuni media già

Bruxelles: le Universiadi si terranno in Campania, sede l’area ex nato di Bagnoli

Candidatura caldeggiata dal Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca Napoli, 5 marzo - Le Universiadi del 2019 si svolgeranno a Napoli e in Campania. La decisione - si apprende a Napoli - è stata presa oggi a Bruxelles. La candidatura di Napoli e della Campania è stata presentata nelle settimane scorse dal Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, che lo scorso 9 febbraio ha illustrato la candidatura al Presidente del Consiglio Matteo Renzi (vai all'articolo). Sede della manifestazione sportiva sarà l'area ex Nato a Bagnoli. A rappresentare la Campania a Bruxelles c'era Fulvio Bonavitacola, vicepresidente della giunta De Luca. In seguito alla notizia, il presidente della Regione Campania ha annunciato l'immediato sblocco di 20 milioni di euro per organizzare l'evento che

Terrorismo: Europa blindata, allarme rosso a Bruxelles: “stesso rischio che Parigi”

A una settimana dalla strage di Parigi il terrore si sposta trecento chilometri più a Nord e porta il nome di  Salah Abdleslam, che costringe il Belgio a dichiarare l’allerta massima e a chiudere, per paura di una Parigi-bis, tutta la sua capitale. Il rischio è di "attacchi imminenti": si tratta del primo coprifuoco "preventivo" di una città europea, che cerca di difendersi da terroristi che ha cresciuto e fatto lavorare lei stessa, contro cui ora ha liberato tutte le forze di sicurezza che ha disposizione Bruxelles, 22 novembre - "C'è il rischio di attentati simili a Parigi, gli obiettivi potenziali sono centri commerciali, trasporti comuni, grandi eventi, che saranno annullati per consentire di risparmiare forze dell'ordine": è quanto ha affermato il premier belga Charles Michel in conferenza stampa. L’allerta

Napolitano all’Europa: impegno concreto per economia e occupazione perchè non sia “un mostro che detta leggi”

Al Parlamento europeo di Bruxelles Napolitano ripropone un'Europa unita verso la crescita economica e occupazionale 24 ottobre - Napolitano al Parlamento Europeo a Bruxelles: "Dopo anni di politiche restrittive, di austerity, dinanzi alla disoccupazione giovanile dilagata è giusto sollecitare". Il presidente chiede un impegno concreto all'Europa per poter risollevare l'economia e l'occupazione, sempre tenendo in considerazione i valori di integrazione politica che talvolta, trascurati, allontanano sempre di più l'idea di un' Europa unita. L'iniziativa “L’Europa siamo noi”, presentata al Quirinale, è proprio finalizzata a educare i giovani studenti su cosa è l'UE. "E' grave che non si parli più dei valori alti dell'integrazione politica europea ma che ci si accapigli tutti quanti - poco competenti, meno competenti e per nulla competenti - sullo 0,1%,

Aiuti di Stato per la Campania, via libera da Bruxelles

Commissario UE: “promuovere gli investimenti e rilanciare la crescita economica nelle zone meno sviluppate nel periodo 2014-2020” Napoli, 17 settembre – Il via libera di Bruxelles ha definito le zone ammissibili agli aiuti di Stato a finalità regionale per il periodo di luglio 2014-dicembre 2020 mediante la nuova carta dell’Italia, e tra queste vi è pure la Campania. L’obiettivo primario è quello di sostenere lo sviluppo e la ripresa economica in zone particolarmente svantaggiate e con un Pil pro capite inferiore al 75% rispetto alla media europea. In questo modo, le imprese saranno sostenute sia nella realizzazione di nuovi impianti di produzione e sia nella rivalorizzazione di impianti preesistenti. Oltre alla Campania, sono state ammesse per gli aiuti a finalità regionale anche la

Il MIBAC accelera sul Grande Progetto Pompei

Napoli, 5 luglio - È ormai deciso, il ministro dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo, Massimo Bray, e il ministro per la Coesione Territoriale, Carlo Trigilia, in seguito al loro incontro, assicurano l'accelerazione del Grande Progetto Pompei approvato nel marzo 2012 e finanziato con 105 milioni di fondi europei. È quanto si apprende dal comunicato del MIBAC, Ministero per i beni e le attività culturali, emesso il 2 luglio scorso. "La situazione attuale presenta elementi di indubbia criticità, tuttavia occorre ricordare che il Grande Progetto Pompei, approvato nel marzo 2012 e finanziato con fondi europei, ha già avviato una serie di cambiamenti che devono essere fortemente accelerati per realizzare, entro il 2015, gli obiettivi richiesti dall'Unione Europea: mettere

5 Maggio a Roma e Milano, appuntamento per il clima. Il Ministero dell’Ambiente italiano: si alle sabbie bituminose.

A Roma e Milano flashmob per il clima. Il clima sta cambiando. La differenza però la fa l’intervento dell’uomo su tali cambiamenti. A Bruxelles è in corso la trattativa tra gli Stati Membri per stabilire le regole di calcolo della carbon footprint dei carburanti. L’obiettivo della Comunità Europea è quello di rendere trasparente il quantitativo di CO2 associato al greggio e agli altri carburanti di fonte fossile responsabilizzando verso l'obiettivo europeo sui trasporti (ridurre le emissioni derivanti dal settore del trasporto del 6% entro il 2020) le Nazioni, le raffinerie, le compagnie petrolifere a tutto favore delle scelte e la salute dei consumatori. La trattativa però si è arenata a causa dell’azione di lobby sostenute dall’industria del petrolio, in particolar modo quella canadese che possiede