Camorra, condannate le donne del clan Zagaria

Pene da 3 a 6 anni. Rito abbreviato dopo arresti del 13 dicembre Sono state tutte condannate in primo grado, al termine del giudizio abbreviato tenutosi a Napoli, le quattro donne del clan Zagaria, arrestate il 13 dicembre scorso dalla Dia nell'ambito di un'indagine della Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli. Beatrice

Camorra, arrestato capoclan del rione Sanità

Tre uomini con a capo il boss Savarese avevano fatto irruzione in un bar per un'azione punitiva I Carabinieri di Napoli Stella hanno arrestato tre persone tra cui anche Salvatore Savarese, 65 anni, ritenuto a capo dell'omonimo clan del rione Sanità. A quanto emerso dalle indagini, avrebbe fatto parte del commando

Ponticelli, condanne per tre estorsori: cercarono di creare un nuovo clan ai danni dei commercianti di Napoli Est

Otto commercianti si sono costituiti come parte civile. Condannati per tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso Il Tribunale di Napoli ha condannato tre persone per tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso. Lo scorso Natale questi agirono nei confronti di dieci vittime, tutti commercianti del quartiere Ponticelli, traendo forza dalla nascita di una

Camorra, la polizia sequestra beni per 45 mln tra Caserta e Frosinone

Provvedimento emesso dalla sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere su indagine della Dna Caserta, 6 luglio - Beni mobili e immobili per un valore di 45 milioni di euro sono stati sequestrati dalla Polizia nelle province di Caserta e Frosinone ai fratelli Gaetano e Silvestro Balivo,

Camorra, 10 arresti nel Napoletano

Intimidazioni ad un collaboratore di giustizia per costringerlo a ritrattare Napoli, 29 giugno - Avrebbero intimidito alcuni parenti di un collaboratore di giustizia, che con le sue dichiarazioni aveva colpito i clan degli "Orlando" e dei "Polverino" per spingerlo a rendere all'autorità dichiarazioni false e a ritrattarne quelle già rese. Con queste

Camorra: arrestata Franca Cotugno, reggente del nuovo clan Bidognetti

Dopo l'arresto del marito gestiva le casse "Nuova gerarchia casalese", pagava la retta ai carcerati e gestiva l'aspetto economico del clan Caserta, 23 maggio - Avrebbe assunto la reggenza "economica" del clan dopo l'arresto del marito boss, pagando la retta ai carcerati e garantendo così la sopravvivenza della cosca. É l'accusa

Camorra: boss al 41bis minaccia il pm D’Alessio

Augusto La Torre, intercettato: "D’Alessio deve sapere che se anche se sto al 41bis comando lo stesso e posso sempre far fare una brutta fine alle persone" "D’Alessio deve sapere che se anche se sto al 41bis comando lo stesso e posso sempre far fare una brutta fine alle persone" sono

Agguato di camorra al Rione Conocal: un morto ed un ferito

Nel quartiere di Ponticelli si torna a sparare, muore un 19enne sparato alla schiena Napoli, 27 aprile - Poco prima delle 20 di ieri, in via al Chiaro di Luna, nel Rione Conocal, un giovane diciannovenne è stato ucciso da un colpo di arma da fuoco alla schiena. Emanuele Errico, così

Arrestato il commercialista dei fratelli Cesaro

Accusato di riciclaggio di denaro per conto della camorra Napoli, 5 febbraio - Il commercialista Salvatore Di Nunzio, accusato di riciclaggio di denaro per conto della camorra, è stato arrestato dai carabinieri del Ros. Nei suoi confronti è stata eseguita una ordinanza di custodia cautelare nell'ambito dell'inchiesta su collusioni tra imprenditori

Camorra, blitz della polizia: 45 arresti contro affiliati al clan Moccia

Le accuse vanno dall'associazione mafiosa, alla detenzione di armi comuni e da guerra, estorsioni e riciclaggio di ingenti somme di denaro Agenti della Dia, della squadra mobile di Napoli e carabinieri del Nucleo investigativo di Castello di Cisterna, anche con l'ausilio della GdF, hanno eseguito 45 ordinanze di custodia in carcere

‘Na Luce dint’â Matalèna, seconda edizione del presepe vivente della Maddalena

Contro violenza e abbandono, appuntamento in Via Postica Maddalena e Vico Sopramuro (Napoli) il 28 dicembre dalle ore 17:00 alle 20:00 Dopo la prima edizione, dedicata alla memoria di Maikol Giuseppe Russo (vittima innocente della criminalità, raggiunto da un proiettile vagante durante una stesa), torna il Presepe Vivente della Maddalena “‘Na Luce dint'â Matalèna”. L’idea di base