Napoli-Genk 4-0. Gli Azzurri si qualificano agli ottavi di Champions ma Ancelotti viene esonerato

Al San Paolo tripletta di Milik e poker di Mertens su rigore. Diverse le occasioni capitate sui piedi degli avversari, ma la formazione belga non è mai riuscita a centrare la porta. Al termine della gara il comunicato della SSC Napoli con il quale si comunica che Carlo Ancelotti viene esonerato. Decisione forse presa per tentare di sanare i rapporti tra la società e alcuni giocatori. Al posto di Ancelotti arriverà Gennaro Gattuso NAPOLI (4-4-2): Meret; Di Lorenzo, Koulibaly, Manolas, Rui; Callejon (34' st Llorente), Allan, Ruiz, Zielinski (27' st Gaetano); Mertens, Milik (33' st Lozano). Allenatore: Ancelotti. GENK (3-4-3): Vandevoordt; Maehle, Dewaest, Lucumi, De Norre; (37' st Neto) Hrosovsky, Berge, Ito; Paintsil, Onuachu, Samatta (18' st Bongonda). Allenatore: Wolf. MARCATORI: 3' pt

Napoli-Genk. Al San Paolo gli Azzurri si giocano l’accesso agli ottavi di Champions

Squadre in campo alle ore 18.55. Al Napoli basta un pari per qualificarsi Questa sera il Napoli affronta in casa al San Paolo il Genk nella sesta e ultima giornata della fase a gironi di Champions League. Agli Azzurri, secondi nel gruppo E con 9 punti, basta il pari per qualificarsi: a quel punto il Salisburgo, che ha attualmente 7 punti, sarebbe fuori dai giochi (gli austriaci affrontano il Liverpool in casa, ndr). La vittoria per la formazione di Ancelotti è ampiamente alla portata e al San Paolo non dovrebbero mancare le emozioni per i tifosi Azzurri. Finora in Champions il Napoli non ha deluso, cosa che invece ha fatto in campionato. Inspiegabile il diverso rendimento che gli Azzurri hanno finora

Udinese-Napoli 1-1. Gli Azzurri non convincono e Ancelotti è sempre più a rischio

Al Dacia Arena l'Udinese va in vantaggio con Lasagna nel primo tempo. Pari del Napoli nella ripresa con Zielinski UDINESE (3-5-2): Musso; De Maio, Ekong, Nuytinck; Stryger, Fofana, Mandragora, De Paul (39' st Barak), Ter Avest (29' st Pussetto); Okaka, Lasagna (45' st Becao). All. Gotti NAPOLI (4-4-2): Meret, Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly Mario Rui, Callejon, Fabian, Zielinski, Insigne (1' st Llorente), Mertens, Lozano (17' st Younes). All. Ancelotti MARCATORI: 32' pt Lasagna (U), 24' st Zielinski (N) ARBITRO: Mariani di Aprilia Al Dacia Arena termina 1-1 la gara tra Udinese e Napoli valida per la 15esima giornata del campionato di Serie A. Al gol dei padroni di casa con Lasagna nel primo tempo risponde Zielinski per il Napoli nella ripresa. Continua quindi il periodo

Udinese-Napoli. Al Dacia Arena per gli Azzurri vietato sbagliare

Squadre in campo questa sera alle ore 18. La formazione di Ancelotti non può permettersi ulteriori passi falsi dopo il ko casalingo con il Bologna Napoli, 7 dicembre – Il Napoli sarà in campo quest'oggi dalle ore 18 al Dacia Arena per la gara con l'Udinese valida per la 15esima giornata del campionato di Serie A. Una partita in cui la formazione di Ancelotti si gioca molto: gli Azzurri, infatti, non vincono dal 23 ottobre e arrivano da 6 pareggi e 2 sconfitte nelle ultime 8 gare. Ben 9 i punti di distanza dalla zona Champions dopo il pari della Roma con l'Inter. Nove punti dai giallorossi non sono pochi, ma in caso di vittoria con l'Udinese per il Napoli diventerebbero

Napoli-Bologna 1-2. Continua la fase negativa del Napoli, ora Ancelotti rischia

Al gol di Llorente del Napoli risponde il Bologna con Olsen e Sansone NAPOLI (4-3-3): Ospina; Maksimovic, Manolas, Koulibaly, Di Lorenzo; Ruiz, Zielinski, Elmas (65' Mertens); Lozano (82' Younes), Llorente, Insigne. Allenatore: Ancelotti. BOLOGNA (4-1-4-1): Skorupski; Tomiyasu, Bani, Danilo, Denswil; Medel; Orsolini (46' Skov Olsen), Poli, Dzemaili, Sansone; Palacio (84' Destro). Allenatore: Tanjga. MARCATORI: 41' Llorente (N), 57' Skov Olsen (B), 80' Sansone (B) ARBITRO: Pasqua di Tivoli Il Bologna batte 2-1 il Napoli al San Paolo nella gara valida per la 14esima giornata di Serie A. Gli Azzurri vanno in vantaggio con Llorente al 41' del primo tempo per poi farsi rimontare dal Bologna a segno con Olsen e Sansone, quest'ultimo firma il vantaggio all'80'. Nel finale annullato il pari a Llorente per fuorigioco

Serie A, al San Paolo c’è Napoli-Bologna

Squadre in campo alle ore 18. Napoli chiamato alla svolta anche in campionato per recuperare punti rispetto alle altre formazioni che lottano per qualificarsi alla prossima edizione della Champions League Il Napoli, dopo il pari in casa del Liverpool e il quasi ipotecato accesso agli ottavi di finale di Champions League, è chiamato alla svolta in campionato per interrompere una striscia di risultati piuttosto negativi. Gli Azzurri, che quest'oggi alle ore 18 scenderanno in campo al San Paolo con il Bologna nella gara valida per la 14esima giornata del campionato di Serie A, sono reduci da cinque partite senza successi (1 sconfitta e 4 pareggi, ndr) e per questo non possono permettersi altri falsi se vogliono sperare di recuperare punti rispetto

Liverpool-Napoli 1-1. Azzurri a un passo dagli ottavi di Champions

All'Anfield il Napoli passa in vantaggio con Mertens e si fa riprendere nel secondo tempo dal Liverpool con Lovren. Agli Azzurri per qualificarsi agli ottavi basta un punto con il Genk nell'ultima gara della fase a gironi LIVERPOOL (4-3-3): Alisson; Gomez (12' st Oxlade-Chamberlain), Lovren, Van Dijk, Robertson; Henderson, Fabinho (19' pt Wijnaldum), Milner (33' st Alexander-Arnold); Mané, Firmino, Salah. All. Klopp. NAPOLI (4-4-2): Meret; Maksimovic, Manolas, Koulibaly, Mario Rui; Di Lorenzo, Allan, Zielinski (40' st Younes), Fabian Ruiz; Mertens (36' st Elmas), Lozano (27' st Llorente). All. Ancelotti. MARCATORI: 21' pt Mertens (N), 20' st Lovren (L) ARBITRO: Del Cerro Grande (Spagna) All'Anfield il Napoli pareggia 1-1 con il Liverpool nella penultima giornata della fase a gironi di Champions League. Un punto d'oro quello

Champions League, sfida tra Liverpool e Napoli all’Anfield

Squadre in campo stasera alle ore 21. La gara è importante per entrambe le formazioni ma non è decisiva per il passaggio ai quarti Napoli, 27 novembre – Il Napoli affronterà questa sera il Liverpool in trasferta all'Anfield nella penultima gara del girone E di Champions League. In campo le prime due formazioni in classifica, rispettivamente con 9 e 8 punti. Gara importante, quindi, ma non decisiva per entrambe. Nonostante questo non dovrebbe mancare lo spettacolo, perché il Liverpool davanti al proprio pubblico vorrà vendicare la sconfitta dell'andata, al San Paolo infatti il Napoli si è imposto sui Reds per 2-0: l'unico passo falso della formazione di Klopp, che finora è protagonista di una stagione quasi perfetta e domina in Premier

Milan-Napoli 1-1. Al Meazza un pari che non serve a nessuno

Nell'anticipo della tredicesima giornata il Napoli passa in vantaggio con Lozano e si fa riprendere poco dopo dal Milan, a segno con Bonaventura. La formazione di Ancelotti sempre più lontana dalle prime due in classifica e anche la qualificazione alla prossima Champions League (in caso di vittoria di Lazio e Roma) rischia di essere compromessa MILAN (4-3-3): G.Donnarumma; Conti, Musacchio, Romagnoli, Hernandez; Paquetà, Biglia (73' Calabria), Krunic; Rebic (1'st Kessie), Piatek (85' Leao), Bonaventura. Allenatore: Pioli. NAPOLI (4-4-2): Meret; Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly, Hysaj; Callejon (58' Mertens), Allan, Zielinski, Elmas; Insigne (64' Younes), Lozano (83' Llorente). Allenatore: Ancelotti. MARCATORI: 24' Lozano (N), 29' Bonaventura (M) ARBITRO: Orsato di Schio. Nel secondo anticipo della tredicesima giornata del campionato di Serie A la gara al Meazza tra

Milan-Napoli. Al Meazza sfida tra due squadre in crisi

Squadre in campo alle ore 18. Ancelotti verso la conferma del modulo 4-4-2, ma con una mediana inedita per avere maggiore solidità nella zona centrale del campo Napoli, 23 novembre – Dopo due settimane di pausa dovuta alle soste per le nazionali torna la Serie A. In gara valida per la tredicesima giornata il Napoli è chiamato ad affrontare il Milan allo stadio Meazza. Una sfida, quella di stasera, che si può tranquillamente definire tra due squadre in crisi, per questo dura per entrambe e dagli esiti molto incerti. La formazione di Ancelotti nelle ultime quattro partite di campionato ha portato a casa solo tre punti, distanziandosi non solo dalle prime due della classe, Juventus e Inter, ma anche dalla zona

Napoli-Genoa 0-0. Prosegue la crisi degli Azzurri e al San Paolo la gara termina tra i fischi

Solo un pari per il Napoli nella partita con il Genoa. La formazione di Ancelotti non riesce a rialzarsi neanche davanti al pubblico del San Paolo, che non risparmia fischi a Insigne e compagni NAPOLI (4-4-2): Ospina; Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly, Hysaj (39' st Luperto); Callejon (15' st Llorente), Ruiz, Zielinski, Insigne (21' st Elmas), Lozano, Mertens. All: Ancelotti GENOA (4-3-1-2): Radu; Ankersen, Zapata, Romero, Pajac; Schone, Lerager, Agudelo (50' st Ghiglione); Cassata (43' st Radovanovic); Pandev (35' st Cleonise), Pinamonti. All: Thiago Motta ARBITRO: Calvarese di Teramo Il Napoli non riesce ad andare oltre lo 0-0 nella partita al San Paolo con il Genoa valida per la dodicesima giornata del campionato di Serie A. Poteva e doveva essere la partita della svolta, quella

Serie A, al San Paolo c’è Napoli-Genoa. Gli Azzurri sperano di tornare alla vittoria e uscire dalla crisi

Il Napoli non vince in campionato dalla gara con l'Hellas Verona e stasera dovrà assolutamente cercare di conquistare i tre punti, anche per tranquillizzare una parte di tifoseria a cui non piace il comportamento tenuto dai giocatori nei confronti della società Il Napoli affronta questa sera il Genoa al San Paolo in gara valida per la dodicesima giornata del campionato di Serie A. La formazione di Ancelotti arriva all'appuntamento dopo una bella partita disputata in Champions con il Salisburgo, ma anche tante polemiche per la scelta dei calciatori Azzurri di non tornare in ritiro al termine della gara, così com'era invece programmato. La SSC Napoli ha annunciato in un comunicato che ricorrerà alle vie legali nei confronti dei propri tesserati, mentre

Napoli-Salisburgo 1-1. Continua il momento difficile degli Azzurri

Discorso qualificazione rimandato per il Napoli. Al San Paolo nella quarta giornata della fase a gironi di Champions League gli austriaci passano in vantaggio con Haaland su rigore, a firmare il pari per gli Azzurri ci pensa Lozano. “Giallo” nel post partita, con i calciatori del Napoli che hanno interrotto il ritiro, contravvenendo a quanto deciso dalla società NAPOLI (4-4-2): Meret; Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly, Rui (46' Luperto); Callejon, Ruiz, Zielinski, Insigne; Mertens (73' Milik), Lozano (86' Llorente). Allenatore: Ancelotti. SALISBURGO (5-3-2): Coronel; Kristensen, Pongracic (46' Mwepu), Onguene, Wober, Ulmer; Minamino (61' Ashimeru), Junuzovic, Szoboszlai; Haaland (75' Daka), Hwang. Allenatore: Marsch. MARCATORI: 11' su rig. Haaland (S), 44' Lozano (N) ARBITRO: Marciniak (Polonia). È terminata 1-1 la gara tra Napoli e Salisburgo valida per la

Champions League, al San Paolo c’è Napoli-Salisburgo. Se gli Azzurri vincono si qualificano con due turni di anticipo

Fischio d'inizio alle ore 21. La formazione di Ancelotti vincendo salirebbe a 10 punti in classifica, a più 7 sugli avversari di stasera. E avrebbe la matematica qualificazione agli ottavi di Champions Napoli, 5 novembre – Il Napoli affronterà questa sera al San Paolo il Salisburgo per la quarta giornata della fase a gironi di Champions League. Gli Azzurri, che nella gara di andata hanno battuto la formazione di Marsch per 3-2, arrivano all'appuntamento da primi nel girone e vincendo salirebbero a 10 punti in classifica, qualificandosi agli ottavi con due turni di anticipo con più 7 punti sugli avversari di stasera. L'appuntamento di questa sera, alla luce di quanto detto, è di quelli da non fallire. La vittoria è alla