Renzi presenta il suo nuovo libro ad Agerola, scontro con Davide Casaleggio

Il segretario del Pd, Matteo Renzi, ha attaccato il M5s sulla gestione dell'Atac di Roma: “Dovevano fare la rivoluzione, invece fanno come gli altri, anzi peggio, raccomandano gli amici degli amici”. Renzi è entrato anche in polemica a distanza con Casaleggio Junior, per alcune affermazioni attribuite al padre di quest'ultimo Napoli, 29 luglio – “Non bisogna avere paura della scienza, ci sono persone che vanno su Facebook e seminano il panico. Raccontano cose che spesso non sono vere, ma il circuito della condivisione provoca una diffusione virale. Casaleggio diceva che ciò che è virale diventa vero, ma non è così”. Lo ha affermato il segretario del Partito Democratico, Matteo Renzi, durante la presentazione del suo libro Avanti ad Agerola. “Questo meccanismo

“Il Grillo Mannaro”, Stefano Montanari e il bavaglio alla ricerca.

Questa è la storia di una speranza negata; di un sogno infranto; di un microscopio elettronico, comprato grazie a una raccolta fondi organizzata da Beppe Grillo, e poi inspiegabilmente sottratto alla ricerca. Questo è il punto di vista di Stefano Montanari, bolognese classe 1949, modenese di adozione. Laureato in Farmacia nel 1972 con una tesi in Microchimica, ha cominciato fin dai tempi dell’università ad occuparsi di ricerca applicata al campo della medicina. E’ autore di brevetti nel campo della cardiochirurgia, della chirurgia vascolare e della pneumologia. Dal 1979 collabora con la moglie Antonietta Morena Gatti in numerose ricerche sui biomateriali e dal 2004 ha la direzione scientifica del laboratorio Nanodiagnostics di Modena dove svolgono ricerche e offrono consulenze di altissimo

M5S prima forza politica del Paese? Gli USA bocciano la politica estera di Grillo. L’Europa e l’Italia sull’attenti.

Il Movimento 5 Stelle è sotto attacco, da più fronti, su due livelli, uno nazionale e uno internazionale. Le cause sono indubbiamente da ricercare nell’opera degli attivisti del movimento stesso e nell’ingenua politica estera del suo leader carismatico, Beppe Grillo. La struttura orizzontale del Movimento ha mostrato il fianco agli avversari politici italiani e questi hanno colpito duramente, lì dove c’è lacuna di trasparenza e democrazia interna, un vuoto di risposte poste dalla base del Movimento ai vertici (Giovanni Favia, Consigliere Regionale Emilia-Romagna per il M5S, nonché ex uomo di fiducia di Grillo, si lascia andare in un discusso fuorionda registrato a Maggio, ma stranamente reso pubblico solo a Settembre, durante una trasmissione televisiva. I grillini gli contestano di aver concordato

Intervista a Michele Di Salvo, autore del libro inchiesta Chi e cosa c’è dietro Grillo e il M5S.

Esistono informazioni importanti riguardo la politica italiana che trovano poco spazio sul web, censurate inconsciamente dal popolo di internet facendo finta di non vedere o per non incassare l’ennesima delusione. Altre vengono invece nascoste. Perché anche internet ha la sua dittatura, una specie di tirannia virtuale creata in poco più di un decennio da menti raffinatissime che non rendono accessibili informazioni, che non rispondono alle domande, che non rispondono a nessuno. Una struttura nata prima che il web diventasse ciò che è ora, e per questo padrona delle sue potenzialità. Ne discutiamo con Michele Di Salvo, autore del libro inchiesta "Chi e cosa c’è dietro Grillo e al movimento 5 stelle". Tra le pagine virtuali del suo blog (micheledisalvo.com) si trattano argomenti di