La Dda di Napoli chiede l’arresto di Luigi Cesaro

L'ex presidente della Provincia di Napoli è indagato per presunte irregolarità nell'assegnazione di appalti nel Casertano Napoli, 23 luglio - La Dda di Napoli ha inviato alla Camera dei Deputati una richiesta di arresto per il deputato di Forza Italia Luigi Cesaro, ex presidente della Provincia di Napoli. Cesaro è coinvolto in

I Casalesi gestivano la ricostruzione post terremoto de L’Aquila: sette arresti

Rete di imprenditori chiedeva il pizzo agli operai impegnati nei lavori ad abitazioni private "Dirty Job": questo il nome dell'operazione condotta dai finanzieri del nucleo di Polizia tributaria dell'Aquila su disposizione della Direzione Distrettuale Antimafia del capoluogo abruzzese con cui sono state predisposte sette ordinanze di custodia cautelare nei confronti di

Clan dei Casalesi. Iovine confessa: “250 mila euro per aggiustare un processo”

Nuove dichiarazioni depositate dall’ex capo dei Casalesi, ora collaboratore di giustizia Napoli, 18 giugno – Secondo quanto dichiarato da Antonio Iovine, ex capo dei Casalesi, esisterebbe all’interno del Tribunale di Napoli “un articolato sistema di corruzione”. Nel corso di un interrogatorio depositato in giornata dai pm della Dda, è emerso che l’avvocato

Iovine: “Così entrai nel clan dei casalesi”

Parla il pentito Iovine, ogni mese 100mila euro per pagare ”stipendi” Napoli – “Ho iniziato la collaborazione per avere un futuro migliore, per dare una svolta alla mia vita" così ha iniziato la sua testimonianza ai giudici l’ex boss del clan dei casalesi Antonio Iovine, che collabora con la giustizia dallo

Sequestro di beni per 2 milioni di euro al clan dei Casalesi

Il blitz dell'arma dei carabinieri ha interessato Toscana e Campania Caserta -  Nelle prime ore di ieri 29 aprile, un bliz della Guardia di Finanza e dei Carabinieri ha interessato alcune attività illecite riconducibili al clan dei Casalesi. Poste sotto sequestro, cinque società edili nel Valdarno arentino, un bar pasticceria (nella stessa

Scoperto arsenale dei Casalesi in un garage

Le armi sono riconducibili al clan Bidognetti, "Cicciotto di Mezzanotte"  Castel Volturno - L'incessante attività di contrasto al clan "dei casalesi" condotta dalla Squadra Mobile di Caserta. Gli investigatori, a seguito di perquisizione presso l'abitazione di Noviello Emilio, nato a Castel Volturno il 25 settembre del 1961 e residente nel comune domitio,  via

Blitz a Nizza: preso il superlatitante Antonio Lo Russo

Lo Russo è ricordato anche per la presenza al San Paolo nel 2010 contro Parma, Fiorentina e Catania Napoli, 16 aprile – Il latitante Antonio Lo Russo, figlio di Salvatore Lo Russo, boss del clan dei “Capitoni”, è stato catturato a Nizza, dopo una ricerca durata quattro anni. Lo Russo era latitante

Maxi sequestro della DIA, 13 milioni di euro di beni dei Casalesi

Connessioni tra politici di Casal di Principe e clan Napoli, 8 aprile - La Direzione investigativa antimafia di Napoli nella giornata di ieri ha completato un maxi sequestro di tredici milioni di euro. Gli agenti riconducono i beni all'ex-dirigente nonché responsabile dell'ufficio tecnico Nicola Di Caterino di Casal di Principe, che si

Cosentino, nuovo arresto. Estorsione e concorrenza sleale

Arrestati anche i fratelli Giovanni e Antonio oltre a tre  funzionari dell'ufficio tecnico del Comune di Casal di Principe (AGI) - Napoli, 3 apr. - L'ex sottosegretario all'Economia, Nicola Cosentino, i fratelli Giovanni e Antonio, sono stati arrestati sul mandato del gip del Tribunale di Napoli per estorsione, concussione, illecita concorrenza

Nicola Cosentino? Per la Cassazione non è un politico “bruciato”

La Corte suprema di Cassazione dichiara che è ancora da appurare se l'ex sottosegretario all'Economia, Nicola Cosentino, sia un politico "bruciato" per il clan dei casalesi. Roma - Dopo gli arresti eseguiti e le scarcerazioni, Cosentino ha partecipato alla convention di Forza Campania tenutasi nel 2013, tenendo comunque a dichiarare ripetutamente di

Camorra: 11 arresti nel casertano

In manette alcuni latitanti vicini al clan dei Casalesi Caserta, 25 marzo - 11 gli arresti  compiuti nell'hinterland casertano dal Comando dei Carabinieri di Aversa. A finire in manette alcuni latitanti vicini al clan dei Casalesi. Nelle zone di  Casal  di Principe, San Cipriano d’Aversa, Casapesenna e Casagiove, le forze dell'ordine su coordinamento