Facevano prostituire 14enne, due arresti

Indagini partite dalla denuncia della madre Facevano prostituire un ragazzo di 14 anni due uomini di Casamicciola Terme, Comune dell' isola d' Ischia (Napoli), arrestati dai Carabinieri. Il ragazzo veniva indotto a prostituirsi in cambio di piccole somme di denaro. I fatti - secondo quanto emerso dalle indagini dei militari della Compagnia di Ischia - risalgono all' anno scorso e l' attività dei due uomini, uno di 37 ed uno di 52 anni, entrambi residenti sull' isola, è proseguita fino a dicembre. Le indagini sono partite da una denuncia della madre della vittima e sono state eseguite con intercettazioni telefoniche e ambientali, perquisizioni, sequestri e consulenze tecniche. Nello smartphone del 37 enne è stato trovato un ingente quantitativo di materiale pedopornografico. L' uomo

Capodanno a Ischia: 3 piazze, 11 artisti, una grande festa

Un cielo stellato, un'atmosfera unica nel suo genere e tanta ottima musica da ascoltare in compagnia di familiari e amici. Saranno questi alcuni degli elementi caratterizzanti le feste in piazza organizzate sull'isola d'Ischia per salutare, nel migliore dei modi, l'arrivo del nuovo anno Saranno ben tre, infatti, le piazze che, in vari punti dell'isola, offriranno imperdibili spettacoli e musica live, per ballare tutta la notte. Iniziamo con la bellissima Piazza Marina di Casamicciola Terme. Qui, a partire dalle ore 22.30, si susseguiranno tanti artisti alla consolle e vocalist che accompagneranno i presenti in una particolare serata danzante fino allo scoccare della mezzanotte, per poi continuare, ancora, con musica e balli. La particolare piazza, che si trova a ridosso del lungomare del comune termale,

Terremoto di Ischia, in 450 hanno perso il posto di lavoro. Appello per sostenere il settore turistico dell’isola

Il consigliere regionale Nicola Marrazzo, presidente della Terza Commissione consiliare Attività produttive, ha lanciato un appello per mettere in campo tutte le misure necessarie a sostenere il settore turistico. Secondo la Uiltucs Campania 450 stagionali hanno perso il posto di lavoro Ci vuole un “impegno congiunto da parte di Regione e Governo per sostenere le attività imprenditoriali e commerciali ormai al collasso. Il settore turistico dell'isola d'Ischia, dopo la tragedia del terremoto e dopo il panico collettivo condizionato da cattiva informazione e quindi dannosa pubblicità, sta subendo delle gravi perdite sia occupazionali sia in termini di fatturato. Non possiamo lasciare che chi si occupa di turismo da generazioni, chi gestisce attività alberghiero-ricettive, spesso a conduzione familiare, rischi di chiudere i battenti”.

De Magistris su Facebook: “Orgoglioso di essere napoletano. L’Italia arranca perché non è coesa”

Il sindaco ha affermato che in questi anni “Napoli è diventata insieme più città-comunità e più città-stato” e si è ridotta la distanza “rappresentati e rappresentanti” Napoli, 28 agosto – “Lavoreremo da settembre perché possa crescere sempre di più la coesione sociale nella nostra amata Napoli. L’Italia arranca perché non è coesa. Troppo divisa. Scenario a tratti davvero desolante”. Lo ha affermato il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, in un post sulla sua pagina Facebook. “Basta vedere il dibattito pseudo-politico sull'abusivismo che si è scatenato su Ischia dopo il terremoto e l'inconsistenza politica con tutte le gravi responsabilità emerse a Roma dopo la pessima storia di abitanti della città sgomberati con violenza con il sostanziale assenso delle istituzioni tutte – ha

Terremoto Ischia, De Luca: “Governo all’insegna della demagogia”

Duro sfogo del governatore della Campania su Facebook. De Luca se la prende con chi nel Governo parla di abusivismo, (come hanno fatto i mass media italiani, ndr), in riferimento al terremoto di Ischia Napoli, 26 agosto – “Continuano le esternazioni e prese di posizione da parte del Governo nazionale all'insegna della demagogia, dell'ignoranza e della mistificazione della realtà”. Lo scrive il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, in un post pubblicato sulla sua pagina Facebook, prendendosela con chi nel Governo parla di abusivismo – come hanno fatto i mass media italiani, ndr – in riferimento al terremoto di Ischia. Sull'edizione odierna del quotidiano La Repubblica, il ministro Orlando ha criticato la legge della Regione Campania che il Governo ha impugnato

Terremoto a Ischia, dalla Regione Campania 2,5 milioni per l’emergenza

Lo stanziamento è stato deliberato dalla Giunta regionale nella seduta odierna Napoli, 23 agosto – La Giunta regionale della Campania, nella seduta odierna, ha deliberato lo stanziamento di 2,5 milioni di euro per far fronte ai primi interventi di emergenza per il terremoto a Ischia (vai all'articolo). Inoltre, la Giunta ha dato mandato al presidente Vincenzo De Luca di presentare la richiesta dello stato di emergenza, dopo l'evento sismico che lunedì sera ha colpito l'Isola Verde. Con un primo decreto firmato dal presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, è stato previsto che sia il Capo del Dipartimento della Protezione civile, Angelo Borrelli, a coordinare le forze impegnate nelle operazioni di assistenza e soccorso alla popolazione. Con la dichiarazione dello stato di emergenza Borrelli

Ischia, de Magistris: “Vicini agli abitanti colpiti dal terremoto”

Il sindaco di Napoli e sindaco metropolitano esprime vicinanza agli abitanti di Ischia, spiegando che Città Metropolitana e Comune di Napoli si sono subito attivati per fornire assistenza a favore delle persone e dei Comuni interessati dal terremoto. Il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, punta il dito contro l'abusivismo Napoli, 22 agosto – “La Città Metropolitana di Napoli ed il Comune di Napoli sin dai primi minuti successivi alla violenta scossa di terremoto che ha colpito ieri l’isola d’Ischia e l’area flegrea napoletana hanno messo in atto ogni azione per contribuire a sostenere l’attività di emergenza, soccorso e assistenza in favore delle persone e dei Comuni così duramente colpiti. Tutti uniti per stare vicini agli abitanti dell’isola e a chi

Ischia, navetta portuale soppressa. I sindaci: “Urge soluzione, ci faremo sentire”

Mercoledì 25 gennaio audizione alla Commissione regionale: “Si assicuri la continuità tra Calata Porta di Massa e Beverello”. Pronti ad iniziative di protesta "plateali" “Riteniamo intollerabile la soppressione di un servizio fondamentale per l’utenza dei trasporti marittimi, residenti sulle isole del Golfo di Napoli e turisti, e chiederemo con forza una soluzione che soddisfi in pieno le loro e nostre esigenze, con il ripristino immediato del servizio di navetta all’interno del Porto di Napoli”. Così i sei sindaci dell’isola d’Ischia alla vigilia dell’audizione congiunta convocata, su richiesta dei primi cittadini, dalla III e IV Commissione Consiliare Permanente della Regione Campania e in programma mercoledì 25 gennaio alle 12. I sindaci di Ischia, Barano d’Ischia, Serrara Fontana, Forio, Lacco Ameno e Casamicciola