Campo rom a Scampia, Gaeta: “basta agitare le piazze, la situazione dei Rom è sotto controllo”

Gaeta: "accogliere temporaneamente e in emergenza i rom sfollati dopo il maxi incendio" In una nota stampa l'assessore Roberta Gaeta interviene nella polemica esplosa in seguito alla decisione di trasferire circa 300 rom nell'ex caserma dei carabinieri Boscariello e sulla manifestazione di protesta organizzata per domani da alcune associazioni, per impedirne il trasferimento: “Ho chiesto ai cittadini di unire le forze per non creare danni al territorio: chi continua ad agitare le acque trascina la popolazione nel fango della strumentalizzazione politica, che poco si addice alla gestione di un'emergenza umanitaria” spiega l'assessore Gaeta. “Nelle ultime 24h ho incontrato delegazioni di cittadini, comitati e associazioni di Scampia e di Miano, cui hanno partecipato anche le Municipalità, nonchè l'associazione dei commercianti di Secondigliano per

Trasferimento dei rom alla caserma Boscariello, Gaeta: “In atto macchina del fango e strumentalizzazione politica”

L'assessore alla politiche sociali del Comune di Napoli, Roberta Gaeta, dopo le proteste dei cittadini: “Il confronto con la comunità locale è stato costante e continuo” Napoli, 5 settembre – “Continuare a soffiare sul fuoco dell'intolleranza in un territorio che, oltretutto, non è interessato dal trasferimento della popolazione rom alla caserma Boscariello, fa pensare ad un mero pretesto per avviare la macchina del fango e della strumentalizzazione politica”. Lo ha affermato l'assessore alle politiche sociali del Comune di Napoli, Roberta Gaeta, in merito alle proteste di questi giorni contro il trasferimento dei rom rimasti senza abitazione a causa dell'incendio del campo in zona Cupa Perillo (vai all'articolo). “Dal giorno dell'incendio – ha aggiunto l'assessore –, il confronto con la comunità locale è

Incendio campo rom, de Magistris: “La città ha diritto di sapere chi sono i responsabili di questo atto criminale”

Il sindaco, nel corso della seduta odierna del Consiglio comunale, intervenendo in Aula sulla vicenda dell’incendio del campo rom di Scampia, ha rivolto un appello a forze dell’ordine e magistratura affinché si trovino al più presto i responsabili Napoli, 4 settembre – “Voglio sapere chi ha ritenuto, in questo preciso momento, di appiccare quell’incendio e sono sicuro che magistratura e forze dell’ordine lavoreranno in questa direzione”. Lo ha affermato il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, intervenendo in Aula durante la seduta odierna del Consiglio comunale, sulla vicenda dell’incendio del campo rom di Scampia (vai all’articolo). “Alle forze dell’ordine e alla magistratura va tutto il mio sostegno – ha affermato –, ma la città deve sapere e comprendere chi ha avuto interesse

Campo rom di Scampia, dopo incendio occupanti trasferiti in ex caserma

Ad accogliere circa 300 rom sarà l'ex caserma Boscariello a Miano. Monta la protesta, Moschetti: "le caserme dismesse avrebbero dovuto ospitare la Cittadella dello Sport" Napoli, 2 settembre - Dopo il vasto incendio che ha devastato il campo rom di via Cupa Perillo (vai all'articolo), nel quartiere Scampia, una parte degli occupanti sarà trasferita nell'ex caserma Boscariello a Miano. Il trasferimento comincerà tra una decina di giorni ed interesserà circa 300 rom, la Protezione sta allestendo lo spazio. Ad dirsi fermamente contrario a questa ipotesi avanzata dal Comune di Napoli è Maurizio Moschetti, presidente della settima Municipalità. "No ai rom nelle caserme Boscariello a Miano", è stato il suo commento. "Ricordiamo - aggiunge Moschetti - che le caserme dismesse avrebbero dovuto ospitare la Cittadella