90 milioni di euro per il Centro storico di Napoli

Il Contratto di sviluppo sarà siglato il 31 maggio in Prefettura Napoli, 15 maggio - Il prossimo 31 maggio sarà siglato nella sede della Prefettura di Napoli il Contratto istituzionale di sviluppo tra Governo, Regione Campania e Comune di Napoli che prevede il finanziamento da parte dell'esecutivo di poco più di 90 milioni di euro per avviare interventi nel Centro storico di Napoli. Lo ha annunciato il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, lasciando la Prefettura dove oggi si è tenuto un incontro con i ministri Lezzi e Bonisoli e con il vicepresidente della Regione Bonavitacola. Le opere riguarderanno l'area che va da Capodimonte al Maan, per proseguire verso i Gerolomini, piazza Carlo III e piazza Cavour e l'area dello Scudillo. Soddisfazione

#CuoreDiNapoli, “Una rivoluzionaria presa di coscienza” ai Quartieri Spagnoli

Sabato 4 maggio dalle ore 17.00 alle ore 21.00 #CuoreDiNapoli, ideata e realizzata dal Corso di Nuove Tecnologie dell’Arte dell’Accademia di Belle Arti di Napoli Il tema di questa nuova edizione, Una rivoluzionaria presa di coscienza, fa riferimento alla riflessione teorica compiuta dal laboratorio di NTA durante i suoi dieci anni di attività e alla necessità di un posizionamento etico e ‘politico’ dell’arte e dell’artista. Quest’ultimo è inteso come soggetto plurale che sviluppa un’indagine culturale attraverso la quale decifra le caratteristiche di un determinato luogo o di uno specifico sistema per individuare, rendere visibili e accelerare le reti di connessioni esistenti, al fine di nutrire il territorio comune. Da gennaio 2019, all'interno di FOQUS - Fondazione Quartieri Spagnoli 150 studenti del Corso di

Capodanno Cinese 2019 si festeggia a Napoli grazie a “Ciao Cina”

Anche quest’anno sul palco il coro Mulan con artisti e performer italo-cinesi il 4 febbraio dalle ore 16.30 alle 21.00 a Piazza del Gesù Sarà un evento ricco e colorato quello che animerà per circa quattro ore il Centro Storico, cuore pulsante della città di Napoli, e che darà vita ai festeggiamenti per il nuovo anno cinese, caratterizzato simbolicamente dal segno del “Maiale” e dai suoi auspici: stabilità, generosità e altruismo. Ad organizzare, come l’anno scorso, la festa per il Capodanno cinese - che si terrà il 4 febbraio 2019 a Piazza del Gesù e che gode del patrocinio morale del Comune di Napoli - l’Associazione di promozione culturale “Ciao Cina” con la direzione artistica del Maestro Giuseppe Schirone dell’Accademia Musicale “Enrico

“Cortili e portoni” a Napoli chiacchiere e caffè a piccoli passi

Tanti gli eventi culturali in città per il “mese della conversazione”. Sabato 2 febbraio e sabato 9 febbraio previste passeggiate nel centro storico di Napoli Sabato 2 e sabato 9 febbraio Econote propone “Napoli Cortili e portoni” un percorso nel centro storico di Napoli fatto di chiacchiere e caffè, inserito all’interno del mese “Napoli città della conversazione” un’iniziativa voluta dall’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli con l’Assessore Nino Daniele Il “mese della conversazione” fino al 17 febbraio sarà, una lunga serie di appuntamenti di cultura e di socialità, occasioni di incontro, di conversazione, di dialogo che si terranno in mille luoghi di Napoli: librerie, caffè, ristoranti, alberghi, sedi istituzionali o di istituti ed associazioni culturali. Econote, associazione culturale attiva da

Dopo oltre 50 anni riapre la Cappella Pignatelli

L’Università Suor Orsola Benincasa restituisce alla città uno dei gioielli del Grande Progetto “Centro Storico di Napoli - Sito Unesco”. Lunedì alle 18 l’inaugurazione con il sindaco de Magistris  Napoli, 23 giugno - Sarà il primo della serie dei gioielli del grande progetto “Centro Storico di Napoli - Sito UNESCO” a ritrovare la luce in versione restaurata. Si tratta della Cappella di Santa Maria dei Pignatelli, uno degli scrigni più rari della Napoli del Rinascimento, che sorge proprio nel cuore del centro antico partenopeo, al Largo Corpo di Napoli, allineata lungo il decumano inferiore della città greco-romana, dove si incrociano piazzetta Nilo e San Biagio dei Librai. Era chiusa al pubblico da oltre cinquant’anni. Sul finire degli anni ’60 era diventata persino un deposito abusivo di sedie. Oggi, grazie al

#RaccontaNapoli: la Cappella Sansevero nel centro storico di Napoli

Oggi sconsacrata, è uno dei musei più visitati della città Che sia grazie al Cristo Velato o per la sua strepitosa bellezza seicentesca, la Cappella Sansevero o Chiesa di Santa Maria della Pietà, è un patrimonio napoletano che ogni giorno attira centinaia di turisti. Situata nel cuore del centro storico e adiacente al Palazzo dei Principi di Sansevero, le sue origini sono legate a una leggenda. "Napoli, 1590. Un uomo viene trascinato in catene verso il carcere e in Piazza San Domenico Maggiore gli appare un'immagine della Madonna. Egli fa allora un voto: qualora l'avessero scarcerato avrebbe donato alla Vergine una lampada d'argento e un'iscrizione. Dichiarato innocente, l'uomo tenne fede alla promessa e da quell'episodio l'immagine sacra divenne meta di pellegrinaggio. Tempo

Da Caravaggio a De Mura: visita guidata al Pio Monte della Misericordia

Un viaggio alla scoperta della storia partenopea e dell'incredibile patrimonio artistico culturale raccolti in uno scrigno nel cuore di Napoli NonsoloArt propone per domenica 3 dicembre alle ore 10:30 una visita guidata al Pio Monte della Misericordia per scoprire uno scrigno d'arte barocco. Il Pio Monte della Misericordia racconta la generosità del popolo napoletano con le tantissime opere raccolte all'interno. I partecipanti alla visita avranno modo di scoprire la storia di questo luogo e di poter ammirare non solo il capolavoro di Caravaggio del 1607 “Le sette opere di Misericordia”, ma anche opere dei più grandi artisti presenti sulla scena napoletana del '600 e infine la splendida quadreria che raccoglie le opere del Maestro Francesco De Mura e tanto altro. La prenotazione è obbligatoria

Decumani: protesta degli ambulanti abusivi, fateci lavorare

Cordone con mogli e figli per intralciare passaggio dei turisti Napoli, 25 novembre - Singolare protesta degli ambulanti abusivi in via dei Tribunali, a Napoli, per rivendicare il diritto a vendere la propria merce malgrado siano sprovvisti di qualsiasi autorizzazione. Insieme con le rispettive mogli e i figli stanno creando disagi ai turisti che affollano uno dei decumani più importanti di Napoli, con lo scopo di attirare l'attenzione dell'opinione pubblica sulla loro situazione. In sostanza hanno creato un cordone, prendendosi per mano, rendendo difficoltoso il passaggio dei pedoni. "Ci hanno detto che non possiamo vendere la nostra merce, - dice uno dei venditori - ma noi così ci guadagniamo da vivere, in maniera onesta, non abbiamo alternative. Occupiamo il suolo pubblico ma

Nuove regole per i dehors del centro storico Unesco: finalmente si cambia

Firmato protocollo d'intesa tra Comune di Napoli, Soprintendenza dei Beni Architettonici, Camera di Commercio e Università Federico II Fra un anno il volto del centro storico di Napoli, grande sito Unesco, potrebbe cambiare radicalmente. C’è bisogno di mettere ordine e ripristinare il decoro, visto che la situazione è sfuggita di mano: parecchi locali espongono qualsiasi cosa, trattando un bene pubblico, il marciapiede, alla stregua di un bene privato. Il Comune di Napoli, che sta cercando di correre ai ripari, nella giornata di mercoledì ha firmato un accordo con la Soprintendenza dei Beni Architettonici, Camera di Commercio e Università Federico II. Il piano è stato illustrato nei dettagli dall’Ufficio Stampa del Comune di Napoli. Grazie a fondi messi a disposizione dalla Camera di

Bimba ferita a Napoli, De Luca: “Episodio intollerabile”

Il governatore della Campania commenta l'episodio promettendo il mantenimento degli impegni assunti sulla videosorveglianza Napoli, 4 gennaio - “Riteniamo intollerabile e odioso questo episodio che ha colpito anche una bambina nel cuore di Forcella. Un fatto gravissimo, ben oltre le prime rassicuranti notizie che arrivano dall'Ospedale Santobono”. A dirlo è il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, riferendosi al raid contro immigrati avvenuto questa mattina in via Annunziata, nel centro storico di Napoli. Durante il raid, probabilmente avvenuto per il pizzo, sono stati feriti tre extracomunitari e una bimba di 10 anni, che si trovava a passare per caso col papà. Alla bimba, ricoverata all'Ospedale Santobono, è stato estratto il proiettile che l'ha colpita e non è in pericolo di

Spari nel centro storico di Napoli, ferita bimba di 10 anni

Feriti anche tre immigrati, forse una ritorsione per motivi di pizzo Napoli, 4 gennaio - Una bimba di 10 anni è stata ferita accidentalmente al piede da un colpo d'arma da fuoco sparato in via Annunziata, centro storico di Napoli. Ancora incertezza sulla dinamica dei fatti e su chi abbia sparato. La piccola è ricoverata all'ospedale Santobono, dove le hanno estratto il proiettile. Indaga la polizia. Tre extracomunitari sono stati feriti nella stessa circostanza nella quale è stata colpita per errore anche la bambina. Il fatto è accaduto nel mercato della Maddalena dove folta è la presenza di commercianti di colore. I tre sono stati portati all'ospedale Loreto mare mentre la bambina è ricoverata nell'ospedale Santobono per una ferita a un piede.

Sanità Tá Tà, musica e cultura nel cuore della città

Musica dal vivo su cinque palchi, visite guidate ai tesori del quartiere e passeggiate nella ZTL. E poi degustazioni di cibo straordinariamente buono e tanti sorrisi Napoli, 4 dicembre - L’8 dicembre, dalle 10 fino a mezzanotte, è in arrivo Sanità Tà Tà - veloce, come la voglia di crescere e farsi conoscere che si registra in questo periodo- per ammirare subito un quartiere mai visto prima. Sanità Tá Tà è un format promosso da Rete San Gennaro col sostegno della Terza Municipalità di Napoli in collaborazione con associazioni, commercianti e cittadini che vivono e lavorano nella Sanità e nel Borgo Vergini. Col patrocinio morale del Comune di Napoli e della Fondazione San Gennaro. Tanti gli artisti coinvolti: O’ Zulù e Massimo

Al via la pedonalizzazione del Centro storico di Napoli per le festività natalizie, ecco il piano traffico

ZTL nel centro storico dal 1 dicembre all'8 gennaio Napoli - Con una apposita ordinanza è istituito un particolare dispositivo di traffico temporaneo e di limitazione dell'accesso alle strade della zona “Centro antico” fino al giorno 8 gennaio 2017. Il dispositivo entrerà in vigore il prossimo 1 dicembre. In particolare è istituita un'area pedonale urbana in via dei Tribunali (da via Nilo a via Duomo), vico Purgatorio ad Arco, piazza San Gaetano, piazzetta San Gregorio Armeno, piazza Gerolomini, vico Cinquesanti, vico Giganti, vico Gerolomini dalle ore 10,00 alle ore 22,00 tutti i giorni della settimana ricadenti nel periodo dal 1 dicembre 2016 al 8 gennaio 2017; mentre l'area pedonalizzata sarà attiva dalle ore 8,00 alle ore 14,00 di sabato 24 dicembre 2016, domenica 25 dicembre

Agguato al centro storico di Napoli: due morti ed un ferito

L'uomo ferito non è in pericolo di vita. Le tre vittime dell'agguato legati al clan Sequino del Rione Sanità Napoli, 3 agosto - Uccisi due pregiudicati ed un terzo è rimasto ferito in un agguato avvenuto poco fa al Vico delle Nocelle, nel centro storico di Napoli. Una delle due vittime è morta all'ospedale "Cardarelli", dove è stata trasportata. Il ferito, non in pericolo di vita, è stato trasportato all'ospedale "Pellegrini". Sul posto sono giunti i Carabinieri, che indagano sull'agguato. I due pregiudicati uccisi nell'agguato in vico delle Nocelle, nei pressi di via Salvator Rosa, sono Ciro Marfè, 25 anni, e Salvatore Esposito, 32, morto al "Cardarelli". Il ferito è Pasquale Amodio, 43 anni, ricoverato al "Pellegrini", che non viene considerato in pericolo di