Napoli-Genk 4-0. Gli Azzurri si qualificano agli ottavi di Champions ma Ancelotti viene esonerato

Al San Paolo tripletta di Milik e poker di Mertens su rigore. Diverse le occasioni capitate sui piedi degli avversari, ma la formazione belga non è mai riuscita a centrare la porta. Al termine della gara il comunicato della SSC Napoli con il quale si comunica che Carlo Ancelotti viene esonerato. Decisione forse presa per tentare di sanare i rapporti tra la società e alcuni giocatori. Al posto di Ancelotti arriverà Gennaro Gattuso NAPOLI (4-4-2): Meret; Di Lorenzo, Koulibaly, Manolas, Rui; Callejon (34' st Llorente), Allan, Ruiz, Zielinski (27' st Gaetano); Mertens, Milik (33' st Lozano). Allenatore: Ancelotti. GENK (3-4-3): Vandevoordt; Maehle, Dewaest, Lucumi, De Norre; (37' st Neto) Hrosovsky, Berge, Ito; Paintsil, Onuachu, Samatta (18' st Bongonda). Allenatore: Wolf. MARCATORI: 3' pt

Napoli-Genk. Al San Paolo gli Azzurri si giocano l’accesso agli ottavi di Champions

Squadre in campo alle ore 18.55. Al Napoli basta un pari per qualificarsi Questa sera il Napoli affronta in casa al San Paolo il Genk nella sesta e ultima giornata della fase a gironi di Champions League. Agli Azzurri, secondi nel gruppo E con 9 punti, basta il pari per qualificarsi: a quel punto il Salisburgo, che ha attualmente 7 punti, sarebbe fuori dai giochi (gli austriaci affrontano il Liverpool in casa, ndr). La vittoria per la formazione di Ancelotti è ampiamente alla portata e al San Paolo non dovrebbero mancare le emozioni per i tifosi Azzurri. Finora in Champions il Napoli non ha deluso, cosa che invece ha fatto in campionato. Inspiegabile il diverso rendimento che gli Azzurri hanno finora

Liverpool-Napoli 1-1. Azzurri a un passo dagli ottavi di Champions

All'Anfield il Napoli passa in vantaggio con Mertens e si fa riprendere nel secondo tempo dal Liverpool con Lovren. Agli Azzurri per qualificarsi agli ottavi basta un punto con il Genk nell'ultima gara della fase a gironi LIVERPOOL (4-3-3): Alisson; Gomez (12' st Oxlade-Chamberlain), Lovren, Van Dijk, Robertson; Henderson, Fabinho (19' pt Wijnaldum), Milner (33' st Alexander-Arnold); Mané, Firmino, Salah. All. Klopp. NAPOLI (4-4-2): Meret; Maksimovic, Manolas, Koulibaly, Mario Rui; Di Lorenzo, Allan, Zielinski (40' st Younes), Fabian Ruiz; Mertens (36' st Elmas), Lozano (27' st Llorente). All. Ancelotti. MARCATORI: 21' pt Mertens (N), 20' st Lovren (L) ARBITRO: Del Cerro Grande (Spagna) All'Anfield il Napoli pareggia 1-1 con il Liverpool nella penultima giornata della fase a gironi di Champions League. Un punto d'oro quello

Champions League, sfida tra Liverpool e Napoli all’Anfield

Squadre in campo stasera alle ore 21. La gara è importante per entrambe le formazioni ma non è decisiva per il passaggio ai quarti Napoli, 27 novembre – Il Napoli affronterà questa sera il Liverpool in trasferta all'Anfield nella penultima gara del girone E di Champions League. In campo le prime due formazioni in classifica, rispettivamente con 9 e 8 punti. Gara importante, quindi, ma non decisiva per entrambe. Nonostante questo non dovrebbe mancare lo spettacolo, perché il Liverpool davanti al proprio pubblico vorrà vendicare la sconfitta dell'andata, al San Paolo infatti il Napoli si è imposto sui Reds per 2-0: l'unico passo falso della formazione di Klopp, che finora è protagonista di una stagione quasi perfetta e domina in Premier

Napoli-Salisburgo 1-1. Continua il momento difficile degli Azzurri

Discorso qualificazione rimandato per il Napoli. Al San Paolo nella quarta giornata della fase a gironi di Champions League gli austriaci passano in vantaggio con Haaland su rigore, a firmare il pari per gli Azzurri ci pensa Lozano. “Giallo” nel post partita, con i calciatori del Napoli che hanno interrotto il ritiro, contravvenendo a quanto deciso dalla società NAPOLI (4-4-2): Meret; Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly, Rui (46' Luperto); Callejon, Ruiz, Zielinski, Insigne; Mertens (73' Milik), Lozano (86' Llorente). Allenatore: Ancelotti. SALISBURGO (5-3-2): Coronel; Kristensen, Pongracic (46' Mwepu), Onguene, Wober, Ulmer; Minamino (61' Ashimeru), Junuzovic, Szoboszlai; Haaland (75' Daka), Hwang. Allenatore: Marsch. MARCATORI: 11' su rig. Haaland (S), 44' Lozano (N) ARBITRO: Marciniak (Polonia). È terminata 1-1 la gara tra Napoli e Salisburgo valida per la

Genk-Napoli 0-0. Gli Azzurri in terra belga non vanno oltre il pari

Così come con il Cagliari in campionato continua la “saga degli errori” sottoporta da parte dei giocatori del Napoli anche in Champions. La formazione di Ancelotti, apparsa senza idee, colleziona traverse e manca diverse occasioni per portare a casa i tre punti. Il Genk, mai domo, ha invece il merito di provare a rispondere colpo su colpo e dimostra, se mai ce ne fosse bisogno, che in Champions non esistono “squadrette”. Per il Napoli, che nonostante il pari è ancora al comando del girone E, la qualificazione ora si fa in salita GENK (4-3-3): Coucke; Maele, Lucumì, Cuesta, Uronen; Berge, Hagi (47' st Heynen), Hrsovvsky; Bongonda (44' st Paintsil), Samatta, Ito. All: Mazzù NAPOLI (4-4-2): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui

Liverpool-Napoli 1-0. Azzurri fuori dalla Champions, una situazione che sa di beffa

Ad Anfield il Liverpool batte il Napoli con un gol di Salah al 34' del primo tempo. In virtù di due gol segnati in meno dagli Azzurri passano agli ottavi di Champions i Reds di Klopp LIVERPOOL (4-3-3): Alisson; Alexander-Arnold (dal 45' s.t. Lovren), Matip,Van Dijk, Robertson; Wijnaldum, Henderson, Milner (dal 40' s.t.Fabinho); Salah, Firmino (dal 34' s.t. Keita), Mané. All. Klopp NAPOLI (4-4-2): Ospina; Maksimovic, Albiol, Koulibaly, Mario Rui (Ghoulam al 25' s.t.); Callejon, Allan, Hamsik, Fabian Ruiz (dal 17' s.t. Zielinski); Mertens (dal 23' s.t. Milik), Insigne. All. Ancelotti MARCATORI: 34' p.t. Salah (L) ARBITRO: Skomina (Slovenia). Ad Anfield il Liverpool batte 1-0 il Napoli con un gol di Salah nell'ultima gara della fase a gironi di Champions League. Tre punti che permettono agli inglesi di agganciare gli

Champions League, Il Napoli si gioca la qualificazione con il Liverpool

Squadre in campo alle ore 21. Match da dentro o fuori per la qualificazione agli ottavi di Champions League. Gli Azzurri, avanti in classifica, sono chiamati a fare una grande prestazione ad Anfield Napoli, 11 dicembre – Il Napoli affronterà questa sera il Liverpool ad Anfield per l'ultima gara della fase a gironi di Champions League. La formazione di Ancelotti, prima nella classifica del gruppo C con 9 punti, in 90 minuti si giocherà il passaggio del turno. Diversi i risultati che permetterebbero al Napoli di qualificarsi, mentre gli inglesi (a quota 6 punti) per qualificarsi sono costretti a vincere con più gol di scarto. Dando per scontata una vittoria del Psg (a quota 8 punti, ndr) con la

Napoli-Stella Rossa Belgrado 3-1. Qualificazione vicina ma si deciderà a Liverpool

Nella penultima gara della fase a gironi di Champions League gli Azzurri passeggiano con i serbi della Stella Rossa Belgrado, andando a segno con Hamsik e Mertens (doppietta). Per la formazione di Milojevic gol di Ben Nabouhane NAPOLI (4-4-2): Ospina; Maksimovic, Albiol (1’ st Hysaj), Koulibaly, Rui; Callejon (42' st Rog), Allan, Hamsik, Fabian; Mertens, Insigne (32’ st Zielinski). All. Ancelotti. STELLA ROSSA (4-5-1): Borjan; Gobeljic, Babic Degenek, Rodic; Srnic (19’ st Jovancic), Ben, Krsticic, Marin, Simic (32’ st Ebecilio); Stoiljkovic (1’ st Jovelijc). All. Milojevic. MARCATORI: Hamsik 11', Mertens 34' p.t. e 6' s.t., Ben Nabouhane (S) 12' s.t. ARBITRO: Gil Manzano (Spagna) Al San Paolo il Napoli batte 3-1 la Stella Rossa Belgrado grazie ai gol di Hamsik e Mertens e si avvicina

Champions League, al San Paolo Napoli-Stella Rossa Belgrado

Squadre in campo questa sera alle ore 21. Per gli Azzurri, in caso di pari del Psg, la vittoria può valere la qualificazione. All'andata finì 0-0 Napoli, 28 novembre – Dopo il brutto pari con il Chievo Verona al San Paolo arriva la Stella Rossa Belgrado per la penultima gara della fase a gironi di Champions League. Il Napoli, primo nel gruppo C insieme al Liverpool, ha l'occasione di qualificarsi con un turno di anticipo. Per riuscirci gli Azzurri devono assolutamente vincere e sperare che il Liverpool non perda al Parco dei Principi con il Psg (i francesi sono a quota 5 punti, ndr). Sulla carta non dovrebbe esserci partita ma all'andata finì 0-0 e anche nell'ultima di campionato con il

Napoli-Psg 1-1. Insigne risponde a Bernat

Al vantaggio del Psg col gol di Bernat nei minuti di recupero del primo tempo risponde Insigne dal dischetto nella ripresa. Azzurri primi nel gruppo C insieme al Liverpool. Ora la qualificazione agli ottavi di Champions per la formazione di Ancelotti è più vicina NAPOLI (4-4-2): Ospina; Maksimovic (31' st Hysaj), Albiol, Koulibaly, Mario Rui; Callejon, Allan, Hamsik, Ruiz (20' st Zielinski); Mertens (37' st Ounas), Insigne. All. Ancelotti PSG (3-4-2-1): Buffon; Marquinhos, Thiago Silva, Kehrer (45' st Choupo-Moting); Meunier (27' st Kimpembe), Draxler, Verratti, Bernat; Di Maria (31' st Cavani), Neymar; Mbappé. All. Tuchel MARCATORI: 46' Bernat (P), 17' st rig. Insigne (N) ARBITRO: Kuipers (Olanda) Al San Paolo la gara di Champions tra Napoli e Paris Saint Germain termina 1-1 dopo oltre 90

Champions League, al San Paolo c’è Napoli-Psg

La gara è importantissima ai fini della qualificazione agli ottavi. I francesi ritrovano Buffon ma potrebbero essere costretti a rinunciare all'ex di turno Cavani, non al meglio della condizione fisica. Nel Napoli Ancelotti va verso la riconferma della squadra scesa in campo col Psg al Parco dei Principi Napoli, 6 novembre – Grande notte di Champions al San Paolo, dove questa sera il Napoli affronterà il Paris Saint Germain nella prima gara di ritorno dei gironi della massima competizione europea. Le due squadre sono a un bivio, e pur non trattandosi di una gara da dentro o fuori, stasera si capirà chi ha più possibilità di qualificarsi agli ottavi. La classifica del gruppo C vede il Liverpool primo con 6 punti,

Psg-Napoli 2-2, un risultato che agli Azzurri sta stretto

Al Parco dei Principi il Napoli domina per lunghi tratti la gara. La formazione di Ancelotti passa in vantaggio con Insigne ma subisce il pari nel primo quarto d'ora del secondo tempo con un'autorete di Mario Rui. Al 2-1 firmato da Mertens risponde Di Maria nei minuti di recupero PSG (4-2-3-1): Areola; Meunier, Marquinhos, Kimpembe, Bernat (dal 46’ Kehrer); Verratti (dal 83’ Diaby), Rabiot; Mbappé, Di Maria, Neymar; Cavani (dal 76’ Draxler). All. Tuchel NAPOLI (4-4-2): Ospina; Maksimovic, Albiol, Koulibaly, Mario Rui; Callejon (dal 87’ Rog), Allan, Hamsik, Fabian; Insigne (dal 53’ Zielinski), Mertens (dal 84’ Milik). All. Ancelotti. MARCATORI: 29’ Insigne (N), 61’ Aut. Mario Rui (P), 77’ Mertens (N), 93’ Di Maria (P). ARBITRO: Zwayer (Germania). Finisce 2-2 la sfida di Champions tra

Champions League, il Napoli affronta la corazzata Psg al Parco dei Principi

Squadre in campo alle ore 21 per la gara di andata della fase a gironi di Champions League. Francesi costretti a fare a meno di Thiago Silva, Buffon, Kurzawa e Dani Alves. Il Napoli recupera Insigne, con lui in attacco dovrebbe esserci Mertens Napoli, 24 ottobre – Dopo la grande vittoria con il Liverpool per il Napoli è arrivato il momento di affrontare un'altra corazzata di questa Champions League 2018/2019: il Paris Saint Germain. Le due formazioni si troveranno una di fronte all'altra questa sera a partire dalle ore 21 allo stadio Parco dei Principi per la gara di andata della fase a gironi della massima competizione europea. I francesi, allenati dal tedesco Thomas Tuchel, hanno numeri strepitosi: in campionato hanno