Coronavirus, salta la sfida tra Napoli e Barcellona. La Uefa impone il rinvio di tutte le gare delle competizioni europee

Il match con i blaugrana in programma per il 18 marzo è rinviato a data da destinarsi, così come le altre di ritorno degli ottavi di finale di Champions, nonché le gare di Europa league e Youth League (competizione delle formazioni giovanili) Barcellona-Napoli, gara valida per il ritorno degli ottavi di finale di Champions League in programma il 18 marzo, non si giocherà: il match è stato rinviato a data da destinarsi per l'emergenza sanitaria legata al Coronavirus (Covid-19). La Uefa ha infatti disposto lo stop a tutte le competizioni internazionali di Club e quindi oltre alle gare di ritorno degli ottavi di finale di Champions, non verranno disputate le gare di Europa League e quelle di Youth League (competizione dedicata

Napoli-Barcellona 1-1. Al gol di Mertens risponde Griezmann

Termina in parità la gara d'andata degli ottavi di finale di Champions League tra Napoli e Barcellona al San Paolo. L'ex Juve Arturo Vidal espulso nel finale salterà il ritorno, così come il diffidato Busquets NAPOLI (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Manolas, Maksimovic, Mario Rui; Ruiz, Demme (34' st Allan), Zielinski; Callejòn (29' st Politano), Mertens (9' st Milik), Insigne. Allenatore: Gattuso BARCELLONA (4-3-1-2): Ter Stegen; Semedo, Piqué (48' st Lenglet), Umtiti, Junior Firpo; De Jong, Busquets, Rakitic (11' st Arthur); Vidal; Griezmann (43' st Ansu Fati), Messi. Allenatore: Setièn MARCATORI: 30' pt Mertens (N), 12' st Griezmann (B) ARBITRO: Brych (Ger) Al San Paolo la gara d'andata degli ottavi di finale tra Napoli e Barcellona termina 1-1. Al gol di Mertens al 30' del primo

Champions League, il Napoli affronta i mostri del Barcellona al San Paolo

Squadre in campo questa sera alle ore 21 per l'andata degli ottavi di finale di Champions League Napoli, 25 febbraio – Sale l'attesa, il giorno di Napoli-Barcellona è finalmente arrivato: questa sera infatti le due formazioni saranno in campo per l'andata degli ottavi di finale di Champions League. È la sfida tra due squadre forti, da una parte il Napoli chiamato all'impresa e che finora ha dimostrato di potersela giocare con tutti (battendo al San Paolo perfino i campioni in carica del Liverpool, ndr), dall'altra parte il Barcellona che dopo un momento no della stagione e il cambio allenatore ha ripreso ad andare forte, conquistando ben quattro successi consecutivi nella Liga. Inutile girarci attorno, il Barcellona parte da favorito ma come

Coronavirus, De Luca: nessun caso in Campania

A Napoli controlli anche a giocatori Barcellona In Campania ad oggi non ci sono contagiati accertati. Non esiste", quindi, "un'emergenza in Campania". Lo ha detto, in conferenza stampa, il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca. Domani, Napoli - Barcellona, gara di Champions, "si gioca regolarmente". "In ogni caso - aggiunge il presidente della Regione - sono in via definizione delle linee guida regionali per Asl e Comuni. Ci vuole grande senso di responsabilità e spirito nazionale. Siamo attentissimi, non distratti, ma sulla base della ragionevolezza". Intanto per la gara Napoli - Barcellona, di Champions sono stati effettuati controlli per il coronavirus anche per Messi e compagni all'arrivo nell'aeroporto di Napoli. La squadra e lo staff del Barcellona sono atterrati all'ora di

Napoli-Genk 4-0. Gli Azzurri si qualificano agli ottavi di Champions ma Ancelotti viene esonerato

Al San Paolo tripletta di Milik e poker di Mertens su rigore. Diverse le occasioni capitate sui piedi degli avversari, ma la formazione belga non è mai riuscita a centrare la porta. Al termine della gara il comunicato della SSC Napoli con il quale si comunica che Carlo Ancelotti viene esonerato. Decisione forse presa per tentare di sanare i rapporti tra la società e alcuni giocatori. Al posto di Ancelotti arriverà Gennaro Gattuso NAPOLI (4-4-2): Meret; Di Lorenzo, Koulibaly, Manolas, Rui; Callejon (34' st Llorente), Allan, Ruiz, Zielinski (27' st Gaetano); Mertens, Milik (33' st Lozano). Allenatore: Ancelotti. GENK (3-4-3): Vandevoordt; Maehle, Dewaest, Lucumi, De Norre; (37' st Neto) Hrosovsky, Berge, Ito; Paintsil, Onuachu, Samatta (18' st Bongonda). Allenatore: Wolf. MARCATORI: 3' pt

Napoli-Genk. Al San Paolo gli Azzurri si giocano l’accesso agli ottavi di Champions

Squadre in campo alle ore 18.55. Al Napoli basta un pari per qualificarsi Questa sera il Napoli affronta in casa al San Paolo il Genk nella sesta e ultima giornata della fase a gironi di Champions League. Agli Azzurri, secondi nel gruppo E con 9 punti, basta il pari per qualificarsi: a quel punto il Salisburgo, che ha attualmente 7 punti, sarebbe fuori dai giochi (gli austriaci affrontano il Liverpool in casa, ndr). La vittoria per la formazione di Ancelotti è ampiamente alla portata e al San Paolo non dovrebbero mancare le emozioni per i tifosi Azzurri. Finora in Champions il Napoli non ha deluso, cosa che invece ha fatto in campionato. Inspiegabile il diverso rendimento che gli Azzurri hanno finora

Liverpool-Napoli 1-1. Azzurri a un passo dagli ottavi di Champions

All'Anfield il Napoli passa in vantaggio con Mertens e si fa riprendere nel secondo tempo dal Liverpool con Lovren. Agli Azzurri per qualificarsi agli ottavi basta un punto con il Genk nell'ultima gara della fase a gironi LIVERPOOL (4-3-3): Alisson; Gomez (12' st Oxlade-Chamberlain), Lovren, Van Dijk, Robertson; Henderson, Fabinho (19' pt Wijnaldum), Milner (33' st Alexander-Arnold); Mané, Firmino, Salah. All. Klopp. NAPOLI (4-4-2): Meret; Maksimovic, Manolas, Koulibaly, Mario Rui; Di Lorenzo, Allan, Zielinski (40' st Younes), Fabian Ruiz; Mertens (36' st Elmas), Lozano (27' st Llorente). All. Ancelotti. MARCATORI: 21' pt Mertens (N), 20' st Lovren (L) ARBITRO: Del Cerro Grande (Spagna) All'Anfield il Napoli pareggia 1-1 con il Liverpool nella penultima giornata della fase a gironi di Champions League. Un punto d'oro quello

Champions League, sfida tra Liverpool e Napoli all’Anfield

Squadre in campo stasera alle ore 21. La gara è importante per entrambe le formazioni ma non è decisiva per il passaggio ai quarti Napoli, 27 novembre – Il Napoli affronterà questa sera il Liverpool in trasferta all'Anfield nella penultima gara del girone E di Champions League. In campo le prime due formazioni in classifica, rispettivamente con 9 e 8 punti. Gara importante, quindi, ma non decisiva per entrambe. Nonostante questo non dovrebbe mancare lo spettacolo, perché il Liverpool davanti al proprio pubblico vorrà vendicare la sconfitta dell'andata, al San Paolo infatti il Napoli si è imposto sui Reds per 2-0: l'unico passo falso della formazione di Klopp, che finora è protagonista di una stagione quasi perfetta e domina in Premier

Napoli-Salisburgo 1-1. Continua il momento difficile degli Azzurri

Discorso qualificazione rimandato per il Napoli. Al San Paolo nella quarta giornata della fase a gironi di Champions League gli austriaci passano in vantaggio con Haaland su rigore, a firmare il pari per gli Azzurri ci pensa Lozano. “Giallo” nel post partita, con i calciatori del Napoli che hanno interrotto il ritiro, contravvenendo a quanto deciso dalla società NAPOLI (4-4-2): Meret; Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly, Rui (46' Luperto); Callejon, Ruiz, Zielinski, Insigne; Mertens (73' Milik), Lozano (86' Llorente). Allenatore: Ancelotti. SALISBURGO (5-3-2): Coronel; Kristensen, Pongracic (46' Mwepu), Onguene, Wober, Ulmer; Minamino (61' Ashimeru), Junuzovic, Szoboszlai; Haaland (75' Daka), Hwang. Allenatore: Marsch. MARCATORI: 11' su rig. Haaland (S), 44' Lozano (N) ARBITRO: Marciniak (Polonia). È terminata 1-1 la gara tra Napoli e Salisburgo valida per la

Champions League, al San Paolo c’è Napoli-Salisburgo. Se gli Azzurri vincono si qualificano con due turni di anticipo

Fischio d'inizio alle ore 21. La formazione di Ancelotti vincendo salirebbe a 10 punti in classifica, a più 7 sugli avversari di stasera. E avrebbe la matematica qualificazione agli ottavi di Champions Napoli, 5 novembre – Il Napoli affronterà questa sera al San Paolo il Salisburgo per la quarta giornata della fase a gironi di Champions League. Gli Azzurri, che nella gara di andata hanno battuto la formazione di Marsch per 3-2, arrivano all'appuntamento da primi nel girone e vincendo salirebbero a 10 punti in classifica, qualificandosi agli ottavi con due turni di anticipo con più 7 punti sugli avversari di stasera. L'appuntamento di questa sera, alla luce di quanto detto, è di quelli da non fallire. La vittoria è alla

Salisburgo-Napoli 2-3. Una doppietta di Mertens e il gol nel finale di Insigne regalano agli Azzurri la vittoria

Al Red Bull Arena il Napoli non brilla ma ha il merito di crederci sempre e riesce a portare comunque a casa i tre punti grazie ai gol di Mertens (che supera Maradona nella classifica dei marcatori del Napoli, ndr) e Insigne. Qualificazione agli ottavi più vicina per la formazione di Ancelotti SALISBURGO (4-4-2): Stankovic (33' pt Carlos); Kristensen, Ramalho, Wober, Ulmer; Daka (23' st Ashimeru), Mwepu (44' st Koita), Junuzovic, Minamino; Hwang, Haaland. A disposizione: Vallci, Onguene, Szosboszlai, Okugawa. All. Marsch. NAPOLI (4-4-2): Meret; Malcuit, Koulibaly, Luperto, Di Lorenzo; Callejon (35' st Elmas), Allan, Fabian Ruiz, Zielinski; Lozano (20' st Insigne), Mertens (31' st Llorente). A disposizione: Ospina, Gaetano, Milik, Younes. All. Ancelotti. MARCATORI: 17' pt Mertens (N), 40' pt Haaland (S,

Champions League, il Napoli affronta il Salisburgo al Red Bull Arena

Squadre in campo quest'oggi alle ore 21. La gara appare fondamentale per entrambe le formazioni: la vincente tra Napoli e Salisburgo vedrà più vicino il passaggio agli ottavi Napoli, 23 ottobre – Dopo essere tornato alla vittoria in campionato con il successo sull'Hellas Verona, il Napoli sarà in campo questa sera per la gara di Champions League con il Salisburgo. Le squadre si affronteranno al Red Bull Arena in un match che appare importantissimo per entrambe: la vincente tra Napoli e Salisburgo vedrà più vicino il passaggio agli ottavi. Per gli Azzurri la gara è tutt'altro che semplice, gli austriaci hanno rifilato ben 6 gol al Genk nella prima gara della fase a gironi e, nonostante la sconfitta per 4-3, hanno

Genk-Napoli 0-0. Gli Azzurri in terra belga non vanno oltre il pari

Così come con il Cagliari in campionato continua la “saga degli errori” sottoporta da parte dei giocatori del Napoli anche in Champions. La formazione di Ancelotti, apparsa senza idee, colleziona traverse e manca diverse occasioni per portare a casa i tre punti. Il Genk, mai domo, ha invece il merito di provare a rispondere colpo su colpo e dimostra, se mai ce ne fosse bisogno, che in Champions non esistono “squadrette”. Per il Napoli, che nonostante il pari è ancora al comando del girone E, la qualificazione ora si fa in salita GENK (4-3-3): Coucke; Maele, Lucumì, Cuesta, Uronen; Berge, Hagi (47' st Heynen), Hrsovvsky; Bongonda (44' st Paintsil), Samatta, Ito. All: Mazzù NAPOLI (4-4-2): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui

Champions League, il Napoli vola in Belgio per la gara col Genk

Squadre in campo alla Luminus Arena stasera alle ore 18.55. La vittoria per il Napoli potrebbe rivelarsi molto importante ai fini del passaggio del turno Dopo la sofferta vittoria in campionato con il Brescia per il Napoli è già tempo di tornare sul terreno di gioco: la formazione di Ancelotti è impegnata questa sera alla Luminus Arena per la gara col Genk, valida per la seconda giornata del girone E di Champions League. Il Genk vuole riscattarsi dal pesantissimo 6-2 subito all'esordio con il Salisburgo, mentre il Napoli punta a dare seguito al successo della prima giornata con i campioni in carica del Liverpool. Per la formazione di Ancelotti la vittoria potrebbe essere fondamentale in chiave qualificazione agli ottavi. Il risultato