Funicolari, secondo giorno di stop per malattia del personale

Sospeso il servizio al pubblico con ultima corsa delle ore 14.10. si sono ammalati altri tre capiservizio Napoli, 27 novembre - L'Azienda napoletana mobilità informa che le funicolari di Chiaia e Mergellina oggi hanno dovuto sospendere il servizio al pubblico con ultima corsa delle ore 14.10. Anche oggi, come già accaduto ieri dopo la comunicazione del prolungamento dell'orario di esercizio nel week end della funicolare centrale, i capiservizio delle funicolari di Chiaia e Mergellina hanno infatti comunicato all'Anm di non poter lavorare perché ammalati. Si tratta di tre capiservizio diversi da coloro che si erano ammalati ieri. L'Azienda, si legge in una nota, "ha ricevuto la comunicazione intorno alle 12 e si è subito attivata per trovare dei sostituti: i capiservizio delle

Le funicolari di Napoli si fermano per malattia dei capotreni

Anm, da sindacati no a tavolo su incentivi per prolungamento Napoli, 26 novembre - Le funicolari di Chiaia, Montesanto e Mergellina a Napoli sono ferme dalle 14.30 di oggi. Lo comunica in una nota l'Anm che spiega come "nel giorno - si legge - in cui l'azienda ha redatto i nuovi orari per il prolungamento del week end delle corse della Funicolare Centrale, tre caposervizio delle funicolari hanno comunicato di essere impossibilitati a lavorare per malattia. Questa circostanza ha determinato nel pomeriggio di oggi, a partire dalle ore 14.30, la chiusura delle funicolari di Chiaia, Montesanto e Mergellina". Anm spiega anche che sul tema del prolungamento dell'orario della funicolare "si è svolta - prosegue la nota - questa mattina una riunione dell'azienda con

Movida violenta a Napoli: accoltellati ai baretti di Chiaia, 3 arresti

Una delle vittime dell'aggressione ha dichiarato: "Mentre mi picchiavano, uno di loro gridava di accoltellarmi" Napoli - Due giovani appena ventunenni sono stati arrestati con l'accusa di tentato omicidio di due coetanei. L'aggressione è avvenuta nella notte del 7 gennaio scorso nella zona della movida dei baretti di Chiaia. Tutto è cominciato quando due ragazzi e una ragazza sono stati infastiditi da un ubriaco. La ragazza è stata molestata e uno dei due giovani lo ha colpito con un pugno. A quel punto, i due ragazzi sono stati circondati da circa quindici persone che intimavano loro di allontanarsi. Ma questo non ha evitato l'aggressione in via Carducci. Le vittime sono state colpite con numerose coltellate ed in particolare una delle due

Trekking urbano lungo le scale del Petraio

Per il 25 aprile a Napoli, Econote e Kratere propongono il trekking urbano al Petraio Un evento per i cittadini e i turisti che affollano la città e che desiderano scoprirla attraverso questo percorso alternativo che dal Vomero arriva a Via dei Mille a Chiaia con circa 400 scalini e scorci tutti da fotografare attraverso il trekking urbano. Paesaggi, architetture liberty, storia, teatro, si mescolano lungo questi scalini che hanno tanto da raccontare immersi in una magica calma. Ore 10.30 – Partenza dal Vomero, funicolare di Montesanto (Stazione Morghen), e inizia il percorso attraverso le scale del Petraio che arrivano fino al Corso Vittorio Emanuele. Durante questa suggestiva passeggiata si ammireranno incredibili panorami su Napoli, la villa di Eduardo Scarpetta, le

Spari ai baretti di Chiaia, fermato figlio di camorrista

Sfida tra due gruppi di giovani dopo appuntamento su Facebook Napoli, 29 novembre - Giuseppe Troncone, 20 anni, figlio di un esponente di un clan attivo nella periferia occidentale di Napoli, è stato fermato dalla polizia con l'accusa di tentativo di omicidio nell'ambito delle indagini sulla sparatoria avvenuta nella notte tra il 18 e il 19 novembre scorso davanti ai baretti di Chiaia, luogo della movida napoletana, durante la quale furono feriti quattro ragazzi. Il provvedimento di fermo è stato emesso dai pm della Dda Celeste Carrano e Antonella Fratello. Avrebbe tentato di depistare le indagini quando la notte stessa della sparatoria si recò al pronto soccorso dell'ospedale di Pozzuoli, sostenendo di avere subìto una rapina e inducendo altre persone a riferire

Movida: a Chiaia 200 identificati dalla polizia, controllo nei locali

In azione nella notte Polizia di Stato, Esercito e Vigili urbani Napoli, 26 novembre - Polizia di Stato, Esercito e Polizia Municipale sono stati impegnati la scorsa notte a Napoli nei controlli interforze nella zona di Chiaia per la 'movida' dopo il terzo fine settimana di sangue in due mesi che, nella notte tra il 18 ed il 19 novembre scorsi, ha registrato spari e quattro ragazzi feriti. I controlli sono partiti poco dopo le 21 e terminati alle 4, e hanno visto impegnati trenta poliziotti; tutti i locali hanno chiuso alle 3, nel rispetto dell'ordinanza sindacale. Sono state identificate 200 persone delle quali una trentina con precedenti di polizia; numerose sono state le perquisizioni personali alla ricerca di droga o armi. Decine

Sparatoria a Chiaia, de Magistris: “Più controlli, ma niente militarizzazioni”

Il sindaco: “Serve un punto di equilibrio tra diritto alla mobilità, alla sicurezza e alla quiete pubblica” Napoli, 23 novembre – “Sì a maggiori controlli delle forze dell'ordine, no alla militarizzazione”. Lo ha detto il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, parlando coi cronisti al termine del Comitato per l'ordine e la sicurezza che si è tenuto oggi in Prefettura a seguito della sparatoria di pochi giorni fa a Chiaia tra due gruppi di ragazzi (vai all'articolo). “Sono favorevole alla presenza di maggiori controlli di polizia, lo sto chiedendo da due anni. Però vanno fatte azioni ordinarie, non prove muscolari, perché queste non portano a nulla. Il territorio va militarizzato con la cultura”, ha aggiunto de Magistris. “La gente deve stare tranquilla,

Sparatoria a Chiaia, De Giovanni: “Ordinanza di de Magistris ridicola”. Il sindaco: “Il problema non è l’ordinanza”

Il presidente della Prima Municipalità, Francesco De Giovanni, accusa duramente l'amministrazione de Magistris Napoli, 20 novembre – “La sparatoria in via Bisignano è stato un evento ampiamente annunciato. Da tempo diciamo che ci scapperà il morto, e forse, solo allora gli incompetenti di Palazzo San Giacomo si renderanno conto dei guai enormi che stanno combinando”. A dirlo all'Ansa il presidente della Prima Municipalità, Francesco De Giovanni, in merito alla sparatoria che sabato notte ha coinvolto due gruppi di ragazzi nella zona dei baretti di Chiaia. “Hanno redatto un'ordinanza che abbiamo definito ridicola in ogni punto e che tutela soltanto i gestori dei baretti che continueranno a fare il loro porco comodo – aggiunge De Giovanni –. Abbiamo ricevuto i filmati fatti

Napoli, preso a calci e pugni ed ucciso con una coltellata alla carotide

Vittima un ingegnere napoletano di 51 anni. Gli inquirenti vagliano immagini del sistema di videosorveglianza Napoli, 29 novembre - È stato preso a pugni, colpito con diverse coltellate alle spalle, al torace, e infine con una coltellata alla carotide che è risultata quella fatale. É quanto risulta dall'esame esterno, eseguito dalla scientifica, sul cadavere di Vittorio Matarazzo, l'ingegnere di 51 anni ucciso ieri sera a Napoli. L'omicidio è avvenuto in viale Maria Cristina di Savoia, all'altezza del civico 3 a colpi di coltello. Da una prima ricostruzione l'aggressione sarebbe avvenuta nell'androne dello stabile dove l'uomo abitava. Sangue è stato trovato davanti all'ingresso del palazzo e anche vicino all'ascensore. Sono stati raccolte le immagini riprese da alcuni sistemi di videosorveglianza che potrebbero dare un contributo

Una panchina rossa contro la violenza sulle donne. Iniziativa a Napoli per educare i giovani alle differenze

Gli Stati Generali delle Donne e il Liceo Ginnasio Statale Umberto I di Napoli organizzano una giornata di sensibilizzazione e informazione sul tema della violenza di genere Napoli - “Non solo il 25 novembre. Una panchina rossa contro la violenza sulle donne" è in programma lunedì 28 novembre, alle 10, nell’aula magna dello storico liceo del quartiere Chiaia. Intervengono, tra gli altri, Loredana Raia, consigliera regionale della Campania con delega alle Pari opportunità, Daniela Villani, assessore alle Pari opportunità del Comune di Napoli, Luca Stoelcker, consigliere della I Municipalità di Napoli, Maria Lippiello, degli Stati Generali delle Donne. Un’occasione per dialogare con gli studenti e richiedere a gran voce che nessuna istituzione, nessun governo possa più sottrarsi a trovare soluzioni

Movida, nella zona dei “baretti” a Chiaia sanzioni a 6 esercizi commerciali e 27 parcheggiatori abusivi

Elevate sanzioni per 29mila euro. Controlli per occupazione di suolo pubblico e musica senza autorizzazione nel centro di Napoli Napoli, 22 febbraio - Agenti della Unità Operativa Chiaia, coordinati dal Capitano Gaetano Frattini, sono stati impegnati, nello scorso week-end, nella zona denominata dei “Baretti” dove hanno verbalizzato 6 esercizi commerciali che, abusivamente, occupavano con tavolini e sedie il suolo pubblico ai sensi dell’art. 20 C.d.S. Per alcuni di loro sarà fatta anche la comunicazione ai sensi della Legge n. 77 del 1997, poiché dall’inizio dell’anno sono stati già verbalizzati più volte, quindi scatta la sospensione dell’attività. Sono stati verbalizzati 2 esercizi commerciali ai sensi della Legge 447/95 per la diffusione di musica senza autorizzazione o senza rispettare le prescrizioni previste dall’autorizzazione, nello

Sondaggio, sicurezza a Chiaia: allarme droga e criminalità tra i giovani della Napoli “bene”

Presentazione dei risultati della ricerca dei Criminologi del Suor Orsola. Da Scampia a Chiaia come cambia negli studenti delle scuole la percezione della sicurezza e della vivibilità del quartiere. I giovani di Scampia hanno più fiducia nelle forze dell’ordine rispetto a quelli di Chiaia La vita nei quartieri “borghesi” di Napoli è realmente più tranquilla e più sicura rispetto a quella nelle periferie cittadine come Scampia che fanno parte dell’immaginario collettivo della Napoli criminale? A questa domanda risponde con risultati quanto mai sorprendenti il secondo rapporto sulla percezione della sicurezza e della vivibilità del quartiere realizzato dal gruppo di ricerca della cattedra di Criminologia diretta da Silvio Lugnano all’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli, presentato, insieme con l’assessore alle politiche giovanili del

Riapre la funicolare di Chiaia

Chiusa per manutenzione dal 14 agosto Napoli, 1 ottobre - Alle 12 di domani riaprirà la funicolare di Chiaia a Napoli. L'impianto è stato sottoposto dal 14 agosto scorso a lavori di manutenzione straordinaria finalizzata a migliorare la qualità del viaggio. "Tecnologie di ultima generazione e un team di lavoro affidabile e di grande livello - ha detto Alberto Ramaglia, amministratore unico di Anm - ci hanno consentito di portare a termine quest'attività, nel pieno rispetto del crono programma annunciato".

Funicolare di Chiaia chiusa da metà agosto ad ottobre per lavori di manutenzione

La riapertura dell'impianto è fissata per il 2 ottobre. Per i viaggiatori della tratta temporaneamente sospesa, l'Anm ha opportunamente potenziato il servizio alternativo su gomma anche in vista della ripresa della attività scolastiche a settembre Napoli, 31 luglio - L'Anm, la società che gestisce il trasporto pubblico nel capoluogo campano, informa l'utenza che a partire dal 14 agosto fino al 2 ottobre la Funicolare di Chiaia sospenderà il servizio per l'esecuzione di lavori di manutenzione straordinaria finalizzati all'adeguamento tecnico dell'impianto. La tratta Parco Margherita-Via Scarlatti sarà servita dalla linea bus 128, opportunamente potenziata con corse ogni 15/20 minuti mentre sul Corso Vittorio Emanuele è attiva la Linea C16. Per i passeggeri diretti verso Piazza Amedeo, Anm consiglia l'utilizzo della Lina 1 della metropolitana