Ad Agnano la chiesa dell’Ippodromo diventa un luogo di inclusione per i ragazzi disabili

Dall'ippoterapia all'orto urbano: ad Agnano apre "l'Isola che c'è", un luogo di gioco, scambio e integrazione per bambini disabili e normodotati Ad Agnano (Napoli) in via Ruggiero sabato 11 maggio apre i battenti "L'Isola che c'è", progetto che ha già ottenuto il patrocinio morale dell’Unicef e del Garante dei diritti dell’Infanzia. L'associazione opererà in una sede suggestiva: la chiesa di Maria dell'Ippodromo di Agnano, voluta da Raffaele Ruggiero e sua moglie Ortensia per dare un luogo di preghiera e comunione alle maestranze che lavoravano a inizio secolo scorso all'interno della struttura. Alla morte dei coniugi, la Chiesa e le attinenze sono state donate alla Diocesi di Pozzuoli che nel 2017 le ha affidate alla neonata associazione onlus (incluse canonica, spazi all'aria