Chievo-Napoli 1-3. La formazione veneta finisce in B dopo 11 anni consecutivi nel massimo campionato

Al Bentegodi per il Napoli gol di Koulibaly (doppietta) e Milik. Il Chievo risponde nel finale con la rete di Cesar. La formazione di Ancelotti rinvia la festa scudetto della Juve CHIEVO (4-3-1-2): Sorrentino; Depaoli, Andreolli, Cesar, Barba; Hetemaj, Dioussé, Giaccherini; Vignato (22' st Leris); Stepinski (35' st Kiyine), Meggiorini (29' st Grubac). All: Mimmo Di Carlo NAPOLI (4-4-2): Ospina; Hysaj, Chiriches, Koulibaly, Ghoulam; Callejòn (36' st Verdi), Zielinski, Ruiz (28' st Younes), Insigne (22' st Allan); Mertens, Milik. All: Carlo Ancelotti MARCATORI: 15' pt Koulibaly (N), 19' st Milik (N), 36' st Koulibaly (N), 45' st Cesar (C) ARBITRO: La Penna di Roma Dopo le ultime uscite deludenti ci si aspettava un cambio passo dal Napoli e così è stato: 3-1 al Chievo con

Napoli-Chievo 2-1. Grazie a Milik e Diawara il Napoli può continuare a credere nello scudetto

Il Napoli batte il Chievo in rimonta. Al gol di Stepinski rispondono Milik e Diawara negli ultimi minuti della gara. Grazie a questa vittoria gli Azzurri si riportano a -4 dalla Juve NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Tonelli, Koulibaly, Mario Rui; Allan (25’ st Zielinski), Diawara, Hamsik (19’ st Milik); Callejon, Mertens (50’ st Rog), Insigne. Allenatore: Sarri CHIEVO (4-3-1-2): Sorrentino; Depaoli, Tomovic, Bani, Gobbi; Bastien, Radovanovic, Rigoni; Giaccherini (37’ st Leris); Meggiorini (7’ st Stepinski), Inglese. Allenatore: Maran MARCATORI: 28’ st Stepinski (C), 44’ st Milik (N), 48’ st Diawara (N) ARBITRO: Manganiello di Pinerolo Napoli, 8 aprile – La lotta scudetto non è affatto conclusa, il Napoli può ancora crederci. Grazie alla vittoria per 2-1 sul Chievo, firmata in rimonta da Milik e Diawara,

Chievo-Napoli. Al Bentegodi finisce a reti inviolate

Solo un punto conquistato dal Napoli allo stadio Bentegodi nella gara con il Chievo Verona. Gli Azzurri rimangono in testa alla classifica, ma la Juve vincendo col Benevento è a un punto CHIEVO (4-3-1-2): Sorrentino; Cacciatore, Tomovic, Gamberini, Gobbi; Depaoli (76' Bastien), Radovanovic, Hatemaj; Castro; Birsa (61' Meggiorini), Inglese (85' Stepinski). All. Rolando Maran NAPOLI (4-3-3): Sepe; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Mario Rui (66' Maggio); Zielinski (72' Allan), Jorginho, Hamsik; Callejon (79' Ounas), Mertens, Insigne. All. Maurizio Sarri ARBITRO: Davide Massa (Imperia) Verona, 5 novembre – Allo stadio Bentegodi di Verona tra Chievo e Napoli finisce 0-0. Un punto che sa di magra consolazione per il Napoli e fa felice solo i padroni di casa e la Juve. I bianconeri, infatti, vincendo col Benevento sono

Chievo-Napoli. Azzurri impegnati a Verona prima della sosta per le nazionali

Il Napoli è a caccia dei tre punti che servono per rimanere in vetta e tenere a distanza le inseguitrici. Per gli Azzurri è la prima gara del campionato senza Ghoulam, operato nei giorni scorsi al legamento del crociato anteriore del ginocchio destro: a sostituirlo uno tra Hysaj e Mario Rui. Per la formazione di Sarri possibile turnover a centrocampo, mentre Reina e Mertens, entrambi non al meglio, dovrebbero stringere i denti Napoli, 5 novembre – Dopo la sconfitta in Champions con il City, che rischia di compromettere definitivamente il passaggio agli ottavi, il Napoli affronterà quest'oggi alle ore 15 il Chievo nell'ultima gara di campionato prima della sosta per le nazionali. Gara impegnativa per gli Azzurri, che si troveranno di

Per il Napoli un comodo 3 a 1 sul Chievo

Strana gente i tecnici che siedono in panchina o stanno in piedi nel rettangolo di confine che spetta loro Per esempio Maran, allenatore del Chievo. Contro il Napoli di Sarri, reduce dalla débacle del Bernabeu e dagli improvvidi reprimenda di De Laurentiis, che farebbe bene a tenere  per sé considerazioni che non gli spettano, soprattutto se amplificate dai media, contro questo Napoli vendicativo, Maran ha progettato un Chievo rinunciatario, contratto nella propria metà campo a difendere lo zero a zero. Sotto di tre gol ha poi cancellato tutto e ha restituito ai suoi il piacere di giocare con l’ambizione di segnare gol. Il Napoli, indisturbato dominatore del match per due terzi dei novanta minuti, ha perso la bussola, cioè lucidità, organizzazione di

Chievo-Napoli 1-3. Il Napoli dopo la sconfitta in Champions riparte da Insigne e torna momentaneamente secondo in classifica

Al Bentegodi nel Napoli a segno Insigne, Hamsik e Zielinski. Gol della bandiera del Chievo firmato da Meggiorini CHIEVO (4-3-2-1): Sorrentino; Cacciatore, Gamberini, Spolli, Gobbi; Izco, Radovanovic (1' st Meggiorini), Hetemaj; Castro (18' st De Guzman), Birsa; Inglese (26' st Gakpè). All. Maran. NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Maksimovic, Koulibaly, Ghoulam; Allan (42' pt Zielinski), Jorginho, Hamsik; Callejon, Pavoletti (26' st Milik), Insigne (34' st Giaccherini). All. Sarri. MARCATORI: 31' pt Insigne (N), 38' pt Hamsik (N), 13' st Zielinski (N), 27' st Meggiorini (C). ARBITRO: Irrati di Pistoia. Verona, 19 febbraio – La sconfitta del Bernabeu in Champions con il Real Madrid non lascia strascichi nel Napoli, autore di una bella gara con il Chievo al Bentegodi di Verona. Gli azzurri vincono 3-1 grazie ai

Serie A, il Napoli a Verona per una prova di maturità con il Chievo

Squadre in campo domenica alle ore 15. Sarri starebbe pensando a un turnover importante, con almeno 4 cambi da effettuare rispetto alla formazione titolare. Unico assente nel Chievo sarà Pellissier Napoli, 18 febbraio – Dimenticare in fretta il Bernabeu e la sconfitta in Champions con il Real Madrid, ma soprattutto dimenticare le annesse polemiche del post partita (vai all'articolo) tra il presidente Aurelio De Laurentiis e il tecnico Maurizio Sarri: è questa la prova che attende il Napoli, chiamato con il Chievo a riprendere subito il suo entusiasmante cammino in campionato, restando in scia della Roma e allontanando Inter e Lazio, entrambe con il fiato sul collo degli azzurri. Di fronte al Napoli un avversario storicamente ostico come i clivensi, che

Il Napoli ospita il Chievo al San Paolo. Sarri pensa a 4 cambi rispetto alla formazione titolare

Squadre in campo stasera alle ore 20.45. Probabile turnover anche nelle fila del Chievo Napoli, 24 settembre – Il Napoli, dopo il pareggio contro il Genoa e le polemiche per gli errori arbitrali, ospita il Chievo al San Paolo. Gli azzurri sono a un punto di distanza dalla capolista Juve, che giocherà quest'oggi alle 18 al Barbera di Palermo. Difficile un passo falso dei bianconeri, pertanto il Napoli è chiamato a battere il Chievo, lasciandosi alle spalle le polemiche di questi giorni. Le statistiche sono dalla parte della banda Sarri. Lo scorso anno, infatti, dopo i pari con Carpi, Genoa e Roma per 0-0, il Napoli aveva battuto Juventus, Udinese e Atalanta sul proprio campo. La gara dello scorso anno con

Napoli-Chievo 3-1. Gli azzurri ritrovano la vittoria dopo un mese e per ora riagganciano la Juve

Per il Chievo a segno Rigoni al 1' minuto di gioco. Risponde Higuain al 6'. Poi i gol di Chiriches e Callejon NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Chiriches, Koulibaly, Ghoulam; David Lopez (dal 22' s.t. Allan), Jorginho, Hamsik (dal 41' s.t. Chalobah); Callejon, Higuain, Insigne (dal 26' s.t. Mertens).All. Sarri CHIEVO (4-3-1-2): Bizzarri; Cacciatore, Dainelli, Cesar, Frey; Rigoni (dal 23' s.t. Hetemaj), Radovanovic, Castro; Birsa (dal 19' s.t. Meggiorini); Mpoku, Pellissier (dal 10' s.t. Floro Flores). All. Maran MARCATORI: Rigoni (C) al 2', Higuain (N) al 6', Chiriches (N) al 38' p.t.; Callejon (N) al 25' s.t. ARBITRO: Di Bello di Brindisi Napoli, 5 marzo – Al San Paolo il Napoli si impone col risultato di 3-1 sul Chievo Verona. Gli azzurri ritrovano la vittoria dopo

Serie A, il Napoli ospita il Chievo. Gli azzurri cercano l’occasione per tornare alla vittoria

Fischio d'inizio alle ore 20.45. Gli azzurri hanno bisogno di lasciarsi alle spalle un mese sfortunato. Non vincono dalla gara casalinga contro il Carpi del 7 febbraio Napoli, 5 marzo – Il Napoli prova a lasciarsi alle spalle un mese decisamente sfortunato. Gli azzurri non vincono dalla gara casalinga contro il Carpi del 7 febbraio scorso. Contro gli emiliani finì 1-0 con gol di Higuain dal dischetto di rigore. Dopo quella partita, nonostante le ottime prestazioni, tre i turni di campionato senza vittorie. Febbraio diventa ancora più amaro se si pensa all'eliminazione in Europa League per mano del Villareal, che gli azzurri non sono riusciti a battere neanche al San Paolo. La formazione di Maurizio Sarri questa sera ospiterà un avversario da

Chievo-Napoli finisce 0-1 e gli azzurri volano al secondo posto

Decide Higuain, dopo tante occasioni sprecate e due pali. La banda Sarri non si ferma più e continua a correre verso la testa della classifica CHIEVO (4-3-1-2): Bizzarri; Cacciatore, Gamberini, Cesar, Gobbi; Pinzi (18’ st Birsa), Rigoni, Castro; Pepe (26’ st Pellissier); Meggiorini, Paloschi (36’ st Inglese). All. Maran NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho, Hamsik (31’ st David Lopez); Callejon, Higuain (37’ st Gabbiadini), Insigne (24’ st Mertens). All Sarri MARCATORI: 59’ Higuain ARBITRO: Massa di Imperia Verona, 26 ottobre – Niente da fare. Questa volta agli scaligeri non riesce lo sgambetto. Il Napoli conquista i tre punti, anche se con un risultato striminzito. Sicuramente non giusto per quanto Higuain e compagni hanno fatto vedere durante i 90 minuti. Due sono

Chievo-Napoli: gli azzurri tentano l’assalto alla testa della classifica

Il Napoli, quarto in classifica, scenderà in campo al Bentegodi contro il Chievo. Avversario ostico, che negli ultimi anni ha spesso messo in difficoltà i partenopei. Fischio d'inizio alle ore 20.45 Verona, 25 ottobre – Nona giornata di serie A. Il Napoli è chiamato a superare l'ostacolo Chievo, squadra ostica che negli ultimi anni ha spesso messo in difficoltà i partenopei. Sette le vittorie per questi ultimi e sei quelle degli scaligeri, se guardiamo le statistiche relative agli ultimi quattordici incontri di serie A tra le due squadre. Il Napoli ha vinto in entrambe le ultime due trasferte a Verona contro il Chievo, segnando sei gol totali, dopo che aveva perso le precedenti tre senza mai trovare la rete. La squadra di

Chievo-Napoli finisce 1-2. Gli azzurri domano i veneti e consolidano il terzo posto in classifica

La squadra di Benitez, contro un Chievo Verona per nulla arrendevole, ottiene una sofferta vittoria al Bentegodi. Tre punti che permettono al Napoli di avvicinarsi alla Roma, distanziando Lazio e Sampdoria Chievo (3-5-2): Bizzarri; Cesar (Christiansen, dal 35° s.t.), Gamberini, Zukanovic; Schelotto, Birsa (Botta, dal 16° s.t.), Radovanovic, Izco, Hetemaj; Paloschi (Meggiorini, dal 26° s.t.), Pellissier. All.Maran Napoli (4-2-3-1): Rafael; Maggio, Albiol, Britos, Strinic; Jorginho (Gargano, dal 23° s.t.), David Lopez; Gabbiadini (Callejon, dal 19° s.t.), Mertens (Hamsik, dal 32° s.t.), 6 De Guzman; Higuain. All.Benitez Marcatori: Reti: autogol di Cesar al 17° p.t., autogol di Britos al 25° p.t., Gabbiadini (N) al 17° s.t. Arbitro: Banti Al Bentegodi di Verona, tra Chievo e Napoli finisce 1-2. Gli azzurri riescono nell'impresa e ottengono una sofferta

Chievo-Napoli, la terzultima in campionato che impensierisce gli azzurri

Il Napoli affronta al Bentegodi il Chievo, la sua “bestia nera”. Benitez invoca continuità di risultati ma l'addio a fine campionato è più vicino Oggi alle 15.00, allo stadio Bentegodi di Verona, c'è Chievo-Napoli. Per i partenopei, gli scaligeri sono una vera e propria bestia nera. Sia con la gestione Mazzarri che con quella Benitez, il Napoli contro di loro, è andato in contro a inaspettate sconfitte. Stessa cosa è successa quest'anno a inizio campionato, quando il Chievo ha trovato la vittoria nel finale, grazie a un gol di Maxi Lopez. Per l'argentino, unico gol segnato con la maglia del Chievo in 13 presenze, prima del recente trasferimento al Torino. Altri uomini anche in panchina, visto l'esonero dell'allenatore Eugenio Corini, il