Mascherine in dono dalla Comunità cinese a Napoli

Direttore generale ASL Ciro Verdoliva, sono gesti concreti, sentire sostegno comunità aiuta Napoli, 21 marzo - Questa mattina la comunità cinese della Campania ha voluto far sentire la sua vicinanza a tutti i cittadini di Napoli, medici, infermieri e operatori sociosanitari in primis, e lo ha fatto con un gesto concreto. "Ci hanno donato 1.000 mascherine FFp2, 3.000 mascherine chirurgiche e 20 taniche da 5 litri ciascuna di gel disinfettante", rende noto il direttore generale ASL Ciro Verdoliva. "Al Loreto Mare, oggi deputato in maniera specifica all'emergenza Covid-19, la comunità Cinese della Campania ha inoltre donato 500 mascherine FFp2, 2.000 mascherine chirurgiche e 15 taniche da 5 litri ognuna di gel disinfettante - aggiunge - Sono gesti molto concreti, e questo è

Sabotati i bagni del San Giovanni Bosco

Forzate tre porte, Commissario Asl ha presentato una denuncia Napoli, 4 luglio - Un atto vandalico è stato compiuto nel pomeriggio di oggi all'interno dell'ospedale "San Giovanni Bosco" di Napoli. Sconosciuti si sono introdotti all'interno di un'area al secondo piano e dopo aver forzato tre porte antincendio hanno intasato i servizi igienici con un'enorme quantità di carta igienica e ha poi aperto i rubinetti. L'area si è allagata sino a creare infiltrazioni nell'area sottostante che hanno allarmato il personale in servizio. Per i tecnici della struttura commissariale dell'Asl Napoli 1 Centro, giunti sul posto, non si è trattato di un fatto accidentale. "Un gesto - dice il commissario straordinario Ciro Verdoliva - che qualifica gli autori, ma che non scalfisce minimamente la nostra

Appalti Romeo, l’ex direttore generale dell’ospedale Cardarelli Verdoliva torna libero

Disposti 4 mesi sospensione da direttore tecnico e provveditore Napoli, 24 novembre - Il gip del Tribunale di Napoli Mario Morra ha revocato gli arresti domiciliari emessi nei confronti dell'ex direttore generale dell'ospedale Cardarelli di Napoli, Ciro Verdoliva, sostituendo il provvedimento con la sospensione per 4 mesi dai ruoli di direttore tecnico e provveditore dell'azienda ospedaliera. La decisione è motivata con l'attenuazione delle esigenze cautelari. Sulla sostituzione della misura avevano espresso parere favorevole i pm titolari dell'inchiesta sugli appalti Romeo, Henry John Woodcook, Celeste Carrano e Francesco Raffaele. La sospensione riguarda i ruoli rivestiti da Verdoliva all'epoca dei fatti contestati, e non quello attuale di manager.

Inchiesta appalti al Cardarelli di Napoli, De Luca sostituisce Verdoliva con Paradiso

Il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha espresso “piena fiducia nell'iniziativa dell'Autorità Giudiziaria” e ha affidato la guida del Cardarelli al direttore sanitario Franco Paradiso Napoli, 9 novembre – Dopo l'arresto del manager Ciro Verdoliva, finito ai domiciliari nell'inchiesta riguardante gli appalti per le pulizie all'ospedale Cardarelli di Napoli (vai all'articolo), il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha affidato così come previsto dalla legge, la guida del nosocomio al direttore sanitario Franco Paradiso ed espresso piena fiducia nell'operato della magistratura. La vicenda giudiziaria, ricorda in una nota De Luca, è “relativa a un appalto di servizi per la pulizia dell’ospedale Cardarelli avviata nel 2013 e conclusa nel 2014”. “Si esprime piena fiducia – prosegue De Luca – nell'iniziativa

Arresto del manager Ciro Verdoliva, Ciarambino (M5s): “De Luca si assuma le responsabilità di quanto accaduto”

“De Luca dichiarò che si sarebbe assunto la responsabilità piena di tutte le nomine”, ricorda Valeria Ciarambino, capogruppo del Movimento 5 Stelle del Consiglio regionale della Campania, commentando l'arresto del direttore generale dell'ospedale Cardarelli Ciro Verdoliva Napoli, 8 novembre – L'arresto del direttore generale dell'ospedale Cardarelli di Napoli Ciro Verdoliva (vai all'articolo), è “l'ennesimo schiaffo alla sanità campana”. A dirlo Valeria Ciarambino, capogruppo regionale del Movimento 5 Stelle e presidente della commissione Trasparenza. “Alla luce delle vicende odierne, come presidente della commissione Trasparenza – aggiunge – voglio denunciare il gravissimo atteggiamento ostruzionistico della maggioranza di De Luca, che ha ostacolato il lavoro della Commissione impedendoci di fare luce sugli appalti per i servizi di pulizie del Cardarelli. Oggi sappiamo perché”. “A marzo

Appalti truccati, arrestato il direttore generale del “Cardarelli”

Agli arresti domiciliari, oltre a Ciro Verdoliva, anche l'imprenditore Alfredo Romeo Napoli, 8 novembre - Una ordinanza di arresti domiciliari è stata eseguita nei confronti di Ciro Verdoliva, direttore generale dell'ospedale Cardarelli di Napoli. Al manager è contestata, secondo quanto si è appreso, l'accusa di corruzione. La misura eseguita oggi dovrebbe rientrare nell'ambito di uno dei filoni dell'inchiesta sugli appalti Romeo. Con Verdoliva è stato arrestato, ai domiciliari, anche l'imprenditore Alfredo Romeo. L'inchiesta - condotta congiuntamente dalla Dda di Napoli e dalla sezione reati contro il patrimonio della procura partenopea - ruota intorno alla figura dell'imprenditore Alfredo Romeo e riguarda tre filoni di ipotesi corruttive relativi agli appalti riconducibili all'ospedale Cardarelli di Napoli, al Comune di Napoli e alla Soprintendenza per i beni culturali di Roma. Complessivamente sono 16 le persone