Napoli al 94° posto nella classifica delle città dove si vive meglio

Il sindaco De Magistris: "la comunità combatte sofferenza e degrado con solidarietà e fratellanza. Sono orgoglioso" È Milano la provincia d'Italia dove si vive meglio. Secondo la tradizionale classifica redatta dal Sole 24 Ore, giunta quest'anno alla sua ventinovesima edizione, Napoli fa un piccolo salto in avanti anche se rimane nelle

Buon futuro a un immenso Napoli, 4 a 2 alla Samp

Ventotto gol Mertens, 18 Insigne, 14 Callejon, 12 Hamsik. Totale settantadue. Il campionato del Napoli Rabbia, rimpianto, incredulità: sulle meraviglie dello spettacolo del Napoli, costruito dalle magie di un genio del calcio, al secolo Maurizio Sarri, viene giù il sipario con una conclusione beffarda, ingiusta, immeritata Per novanta minuti lo stadio Luigi

De Magistris tra i sindaci “più amati” d’Italia nella classifica del Sole 24 ore. Vincenzo De Luca è decimo nella classifica dei presidenti di Regione

I dati di Governance Poll (Ipr Marketing) danno de Magistris al quarto posto con il 60% (-6,8% rispetto al giorno dell'elezione) dei consensi nella classifica dei sindaci “più amati” del Sole 24 ore. In quella riguardante i presidenti di Regione, De Luca è decimo al 42% dei consensi (+0,9% rispetto

Qualità della vita? Napoli sprofonda al 101esimo posto. Ecco la classifica de Il Sole 24 ore: Bolzano, Milano e Trento le città in cui si vive meglio

Il Sole 24 ore ha stilato la sua classifica annuale sulla qualità di vita delle province italiane tenendo conto di 6 indicatori specifici. Continua il gap tra Nord e Sud Su 110 province esaminate, Napoli sprofonda al 101esimo posto nella speciale Classifica sulla qualità della vita nelle province italiane stilata da "Il

La provincia di Napoli al 150° posto per qualità della vita

Napoli - Lo studio sulla qualità della vita 2013 nelle 110 province italiane, realizzato dall'Università "La Sapienza" di Roma, classifica il Settentrione tra i primi posti e il Meridione tra gli ultimi. La frontiera del benessere squarcia a metà l'Italia, e pone ai suoi estremi il Nord e il Sud evidenziando