Smog, è allarme per inverno senza pioggia

Sconvolti i normali cicli stagionali viole sbocciate nei prati al nord mentre al sud gli alberi di pero A pesare sui livelli di inquinamento è l’alta pressione che staziona sulle regioni del nord in un inverno senza pioggia con l’ultimo mese di dicembre che è risultato il secondo più caldo dal 1800. E’ quanto afferma la Coldiretti sulla base dei dati Isac Cnr, in relazione al nuovo allarme inquinamento nelle principali città italiane dove a partire dalla Capitale sono scattate le misure di limitazione del traffico. Il mese di dicembre – sottolinea la Coldiretti – ha fatto registrare in Italia una temperatura superiore addirittura di 1,9 gradi rispetto alla media del periodo di riferimento 1981-2010 con effetti rilevanti sull’ambiente dove sono stati

Napoli, in arrivo le macchinette mangia-plastica: soldi in cambio di bottiglie

Carta di Napoli, accordo internazionale per la salvaguardia del clima Le macchinette mangia-plastica arriveranno su tutto il territorio nazionale, ad annunciarlo è stato il ministro Sergio Costa, proprio da Napoli, durante l’assemblea Cop21 che ha come obiettivo quello di stilare la Carta di Napoli, un accordo internazionale per la salvaguardia del clima. Costa afferma: "Nel Decreto Clima è prevista la possibilità per i comuni, con fondi appropriati, di installare in tutto il territorio Italiano le macchinette mangia-plastica. Finalmente ci saranno anche in Italia, ma prevediamo una diffusione sistematica affinché la filiera della gestione della plastica sia la più corretta, così da trovare in mare sempre meno plastica. “La riduzione dei rifiuti e il riciclo degli esistenti è la base per il nostro

Cambiamenti climatici: San Giorgio a Cremano scende in campo con Napoli Climate Save

Scongiurare la crisi climatica, agendo capillarmente nei singoli territori: San Giorgio a Cremano si prepara ad accogliere "The Save Movement" San Giorgio a Cremano, 18 aprile - Cambiamenti climatici. La città di San Giorgio a Cremano scende in campo e si prepara ad accogliere e a collaborare con "The Save Movement", il movimento internazionale che lavora per informare in merito alle modalità per scongiurare la crisi climatica, agendo capillarmente nei singoli territori. Nelle scorse ore il sindaco Giorgio Zinno ha incontrato i rappresentanti dei due gruppi che fanno capo al movimento mondiale, "Napoli Climate Save" e "Napoli Animal Save". Un incontro in cui si è discusso delle azioni che è possibile attuare per dare una mano concreta alla crisi del clima,

Cambiamenti climatici: finanziato il progetto Life Desert-Adapt all’Università “Luigi Vanvitelli”

Coordinato dal Dipartimento di scienze e tecnologie ambientali biologiche e farmaceutiche dell'Università degli Studi della Campania "Luigi Vanvitelli" Lunedì 8 gennaio, a Napoli, sono stati registrati 21.5°C che corrispondono alla temperatura massima più elevata degli ultimi 40 anni (precedente record 21.1°C del gennaio 2001). Temperature record hanno riguardato altre città italiane tra cui Roma, Palermo e Milano (con 19.6°C, 24.1°C e 10.4°C). Il caldo anomalo, causato dall'afflusso di aria mite associato ai venti di scirocco, con il passare delle ore verrà gradualmente sostituito da correnti più fresche. Ma a tenere banco in queste ore in tema di studi sui mutamenti climatici è il risultato raggiunto dalla seconda Università di Napoli la "Luigi Vanvitelli" che porta a casa un importante obiettivo. Tra i risultati ufficiali

Predissesto, de Magistris: “Il Governo decida da che parte stare. Ai sindaci viene dato sempre il cerino in mano”

Il sindaco di Napoli: “Hanno dato 5 miliardi e mezzo alle banche. I sindaci non hanno mai osato, pur potendolo fare, chiedere miliardi di euro” Napoli, 11 settembre – “Se vogliamo dare concretezza a parole molto serie del presidente della Repubblica (“la politica rifletta sul clima”, ha detto Mattarella in riferimento ai fatti di Livorno, ndr), evitando che rimangano un monito, il Governo nello scrivere la manovra finanziaria, da qui a 20 giorni, deve decidere se in questo Paese sono più importanti i manager delle banche venete e gli F35, oppure i cittadini, i territori, i beni comuni, i giovani, il lavoro e la solidarietà”. Lo ha dichiarato il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, parlando quest'oggi con i giornalisti a

Volontari Greenpeace accendono il sole in tutta Italia: “Con rinnovabili vantaggi per l’ambiente e le tasche di tutti”

Campagna Clima ed Energia di Greenpeace Italia Napoli, 17 settembre - Oggi centinaia di volontari di Greenpeace Italia hanno simbolicamente installato la riproduzione di pannelli fotovoltaici in 20 diverse città italiane, per sensibilizzare i cittadini sui vantaggi dell’energia solare e chiedere contemporaneamente al governo un impegno concreto in fatto di rinnovabili. Anche a Napoli i volontari dell’organizzazione ambientalista sono scesi in strada per parlare di energia pulita nell’ambito della campagna “Accendiamo il sole”, lanciata lo scorso giugno in occasione dei 30 anni di attività di Greenpeace in Italia. Proprio grazie al crowdfunding legato a questa campagna in appena due settimane si è raccolto quanto necessario a regalare all’isola di Lampedusa un impianto fotovoltaico da 40 kW. Questo impianto - che verrà consegnato nelle

Clima tropicale e caldo straordinario, Fedagri Campania chiede lo stato di calamità

Frutta di stagione e mais soggetti a bruciature, costi per l'irrigazione aumentati a dismisura. Come se tutto questo non bastasse, numerosi incendi mettono a dura prova gli imprenditori agricoltori campani Il caldo degli ultimi giorni, prima con Flegeonte, poi Caronte e ora con Acheronte, sta mettendo a dura prova i raccolti degli imprenditori agricoli. È per tale motivo che Fedagri Confcooperative Campania ha deciso di rivolgere un appello alla Regione, chiedendo che venga dichiarato al più presto lo stato di calamità e siano stanziate risorse economiche adeguate a supportare gli agricoltori campani. “La tropicalizzazione del clima e le temperature eccessive – ha dichiarato Alfonso Di Massa, presidente di Fedagri Confcooperative Campania – stanno causando anomalie e danni ai nostri produttori. Il pomodoro

L’Italia saluta la “storm line”, caldo africano in arrivo

Da fine giugno giornate caldissime su tutta la penisola La linea temporalesca storm line oggi raggiungerà gran parte del centro e alcune regioni del sud. Possibili grandinate e forti temporali in Puglia, Lucania, Toscana, Molise, Abruzzo e parte della Campania, da giovedì invece l'aumento dell'alta pressione riporterà il sole in tutte le regioni. Il direttore di IlMeteo.it, Antonio Sanò afferma che "il caldo aumenterà giorno dopo giorno, da fine giugno l'anticiclone delle Azzorre verrà sostituito da quello africano con il caldo che diverrà più intenso fino a raggiungere temperature vicinissime, se non superiori, ai 40° in molte città italiane".

Il pianeta che consegneremo alle future generazioni: nasce il think tank sull’equità intergenerazionale

“I giovani per il clima” iniziativa di Italian Climate Network (Icn) e Wwf Italia 29 maggio - L’equità intergenerazionale, principio secondo cui il pianeta debba essere consegnato alle generazioni future in condizioni non peggiori rispetto a quelle in cui l’abbiamo ereditato, deve essere posto al centro del nuovo accordo globale per la riduzione delle emissioni di gas serra, che dal 2020 dovrebbe subentrare al Protocollo di Kyoto. Per catalizzare questo processo Italian Climate Network (Icn) e Wwf Italia presentano “I giovani per il clima”, il think thank dedicato all’equità intergenerazionale, domani a Roma, presso la sede del Wwf Italia. I partecipanti lavoreranno per redigere un pacchetto di proposte per declinare il principio in cinque aree d’interesse: ambiente, economia, diritto, salute e politiche giovanili.

Il rapporto delle Nazioni Unite: il Pianeta si surriscalda, in aumento malattie respiratorie

Il riscaldamento globale è un fenomeno irreversibile e presto le conseguenze si manifesteranno anche sugli esseri umani: questo il risultato del nuovo rapporto delle Nazioni Unite. Aumenteranno nei prossimi anni le malattie tropicali e respiratorie Roma - L'Ipcc (Intergovernmental panel on climate change), gruppo di studio delle Nazioni Unite che si occupa del cambiamento del clima, ha il 31 marzo divulgato un nuovo rapporto sulle conseguenze del riscaldamento globale. Il documento è stato il frutto di una settimana di lavori svoltisi a Yokohama, in Giappone,  e rappresenta la seconda parte del quinto rapporto che servirà come base di discussione per la conferenza di Parigi del 2015, in cui si dovrebbe raggiungere un nuovo accordo sulle misure per frenare, contrastare ed adattarsi al

5 Maggio a Roma e Milano, appuntamento per il clima. Il Ministero dell’Ambiente italiano: si alle sabbie bituminose.

A Roma e Milano flashmob per il clima. Il clima sta cambiando. La differenza però la fa l’intervento dell’uomo su tali cambiamenti. A Bruxelles è in corso la trattativa tra gli Stati Membri per stabilire le regole di calcolo della carbon footprint dei carburanti. L’obiettivo della Comunità Europea è quello di rendere trasparente il quantitativo di CO2 associato al greggio e agli altri carburanti di fonte fossile responsabilizzando verso l'obiettivo europeo sui trasporti (ridurre le emissioni derivanti dal settore del trasporto del 6% entro il 2020) le Nazioni, le raffinerie, le compagnie petrolifere a tutto favore delle scelte e la salute dei consumatori. La trattativa però si è arenata a causa dell’azione di lobby sostenute dall’industria del petrolio, in particolar modo quella canadese che possiede