La contraffazione dei grandi marchi viaggia su Facebook

Si scatena la protesta delle associazioni di categoria del settore imprese e commercio “Facebook alimenta la contraffazione dei prodotti all’interno del suo Market Place”. È la denuncia di Livio Varriale, noto digital blogger, autore del recente saggio “La prigione dell’umanità: dal Deep Web al 4.0. Le nuove carceri digitali” (Minerva Edizioni). Capi di note marche da abbigliamento

Al Vomero scompare un’altra ditta storica

Saracinesca abbassata per la storica ditta di piante e fiori D'Avino, tramandatasi per più di una generazione "Un’altra brutta notizia per gli amanti delle antiche attività, commerciali e artigianali, della tradizione partenopea e vomerese, in particolare – afferma amareggiato Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, che da lustri segue le

Napoli, aumentate del 40% le imprese commerciali regolari

Miglior performance in Italia per il capoluogo partenopeo, seguito da Palermo e Milano Dall’analisi provinciale dei dati del Registro delle Imprese, realizzata da UnionCamere e InfoCamere, emerge che, tra fine 2011 e fine giugno 2015, le imprese del commercio ambulante di Napoli sono aumentate del 40%, registrando una variazione positiva che

Partono i saldi, 250 milioni di potenziale spesa nella nostra regione. Confesercenti Campania: “Si spendano nelle attività commerciali sotto casa, ogni giorno chiudono 16 aziende”

Il presidente Schiavo: "Ne va anche della sicurezza e pulizia dei nostri quartieri. Dal 2011 ad oggi 26 miliardi di euro di incassi in meno" Napoli, 2 gennaio - Giovedì 5 gennaio anche in Campania partono i saldi 2017, che proseguiranno sino al 2 marzo. Confortanti i dati del Cenone di Capodanno: spesa

ConfimpreseItalia, preoccupazione per la frenata del PIL. Perrotta: “Calo dei consumi, a pagare sono le piccole e micro imprese”

I danni per il Commercio e l’Artigianato e il rischio di una nuova stretta fiscale e criteri ulteriormente stringenti per l’accesso al credito La “crescita zero” del PIL, il calo dei consumi e l’impennata del debito pubblico costituiscono un mix micidiale per le piccole e medie imprese, in particolare nei settori dell’artigianato

Allarme di Confesercenti. Ogni giorno chiudono 167 imprese, il 2013 sarà il peggiore degli ultimi 20 anni.

Napoli, 15 marzo 2013 – Confesercenti: “Commercio, crollano le aperture: -50% nei primi due mesi del 2013 rispetto al 2012, è il dato peggiore degli ultimi 20 anni. Ogni giorno spariscono 167 imprese. Disastro anche per i pubblici esercizi.”. I dati diffusi dall’Osservatorio Confesercenti sono allarmanti: nei primi due mesi dell’anno