Sanità campana, ok dalla conferenza Stato-Regioni a fine commissariamento

La conferenza Stato-Regioni ha approvato la richiesta della Campania di uscita dal commissariamento della sanità. Ora manca solo il via libera del Governo La conferenza Stato-Regioni ha dato parere favorevole alla richiesta della Regione Campania di uscita dal commissariamento della sanità. Ora manca solo il via libera del Governo, che potrebbe avvenire nel primo Consiglio dei ministri utile. “Per noi è un obiettivo di immenso valore. Dopo 10 anni di commissariamento rientriamo nella gestione ordinaria”, è il commento del presidente della Regione Vincenzo De Luca. “Abbiamo fatto – prosegue De Luca – un lavoro straordinario di risanamento finanziario e di avanzamento dei livelli essenziali di assistenza. La caratteristica fondamentale di questo lavoro è che abbiamo risanato i bilanci delle Asl senza tagliare,

Bagnoli, il nuovo commissario è Francesco Floro Flores

L'annuncio è arrivato con un post su Facebook del ministro per il Sud Barbara Lezzi Napoli, 10 ottobre – L'ingegnere Francesco Floro Flores è il nuovo commissario governativo per la bonifica di Bagnoli. A darne l'annuncio con un post su Facebook è stato il ministro per il Sud Barbara Lezzi. “Ciao a tutti – ha scritto il ministro – sono davvero lieta di presentarvi il nuovo commissario per Bagnoli, l'ingegner Francesco Floro Flores”. “Sono certa – ha aggiunto – che con lui lavoreremo bene, con in mente un unico obiettivo: restituire finalmente quest'area ai cittadini bagnolesi e di tutta la Napoli”. “Ho accettato questo incarico con molto orgoglio: è la madre di tutte le battaglie per la nostra città e Napoli. Sono

Comunali 2017, 88 i Comuni al voto in Campania

Si vota dalle 7 alle 23 di domenica 11 giugno. Eventuali ballottaggi si terranno domenica 25 giugno Napoli, 10 giugno – Ben ottantotto Comuni della Campania (su 1005 al voto a livello nazionale, ndr) sono chiamati a rinnovare le proprie amministrazioni, nel turno elettorale che avrà inizio domani 11 giugno alle ore 7 e si concluderà alle ore 23, quando inizieranno gli spogli. Per votare è necessario recarsi al proprio seggio muniti di tessera elettorale e di un documento d'identità. In caso di smarrimento della tessera elettorale o esaurimento dello spazio per il timbro, questa può essere richiesta presso gli uffici comunali, che domenica saranno aperti per tutta la durata delle operazioni di voto. Non si può votare per corrispondenza: chi

Sanità, De Luca: “Il risanamento fatto è solo contabile, siamo ultimi in assistenza sanitaria”

Il governatore: “Fatta un'operazione truffa sul risanamento generale della sanità” Napoli, 29 Napoli – Quello fatto dai vari commissari di governo alla sanità campana durante 8 anni di commissariamento, “è un risanamento contabile a discapito delle prestazioni e dei livelli di assistenza, tant'è che siamo ultimi nella griglia dei Lea (Livelli essenziali di assistenza, ndr)”. Lo ha affermato il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, durante la conferenza stampa di presentazione di adeguamento strutturale del presidio ospedaliero veterinario del Frullone. Per il presidente della Giunta regionale si è trattato di “un'operazione truffa”, ma nel giro di due anni “dobbiamo essere primi, la Campania deve essere la prima in Italia anche per i Lea” e per questo “siamo tutti chiamati a

De Luca e i commissari alla sanità litigano. I cittadini campani ci rimettono la salute e spesso rischiano la vita

Il presidente della Regione Campania torna ad attaccare i commissari alla sanità campana. A rimetterci per ora sono solo i cittadini, come dimostra la cronaca giornaliera proveniente dagli ospedali campani Napoli, 26 gennaio – La luce in fondo al tunnel nella sanità campana, purtroppo per i cittadini di questa martoriata Regione, ancora non si vede. La ricetta del commissariamento non sembra aver funzionato, forse era sbagliata la cura. La sanità campana è commissariata da 8 anni e se è vero che i debiti sono stati tagliati, va raccontato che l'assistenza sanitaria è scadente, come testimoniano i Lea (i Livelli essenziali di assistenza) e la cronaca giornaliera proveniente dagli ospedali campani. Questa è la situazione mentre il presidente della Regione Campania, Vincenzo De

Sit-in a Roma contro il commissariamento di Bagnoli. Presente anche de Magistris: “A Bagnoli non decide il Governo, ma i cittadini napoletani”

“La democrazia non si commissaria”, ha spiegato il primo cittadino Roma, 23 settembre – “Siamo qui in difesa della città. Questa mobilitazione popolare si fermerà solo quando si fermeranno gli abusi. La democrazia non si commissaria. A Napoli decidono i cittadini napoletani”. Lo ha detto il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, nel suo intervento al sit-in organizzato a Roma dall'associazione Bagnoli Libera per protestare contro il commissariamento di una vasta aria del quartiere. “C'è un'agorà di cittadini di Napoli qui a Roma. Napoli – ha aggiunto – è una città che si mobilita in modo pacifico e democratico per dire no al commissariamento. Napoli è una città che si sta riprendendo solo grazie ai propri cittadini e noi libereremo la città

Tribunale respinge l’istanza di dissequestro dell’area di Bagnoli

Richiesta formulata dal Commissariato straordinario. Avviata la procedura di nomina di un perito Napoli - Il Tribunale di Napoli ha respinto l'istanza di dissequestro dell'area di Bagnoli che era stata avanzata dal Commissariato straordinario nell'ambito del processo in corso a Napoli per la mancata bonifica. I giudici hanno motivato la decisione ritenendo che in questa fase, ovvero prima di una nomina di un perito, non sia opportuno adottare provvedimenti. L'incarico al perito dovrà essere formalizzato il prossimo 8 settembre dalla sesta sezione del Tribunale davanti al quale si celebra il processo (sospeso appunto per la pausa estiva). La sezione feriale ha anche respinto la richiesta di accesso all'area che era stata formulata dal Commissariato straordinario in subordine all'istanza di dissequestro. Il perito

Porto di Napoli, Delrio: “Entro l’estate nomineremo il presidente dell’Autorità portuale”

Il ministro delle Infrastrutture ha rassicurato sulla fine del commissariamento, chiesta a gran voce dal presidente della Regione Campania, De Luca, nei giorni scorsi Napoli, 1 luglio – “Il presidente dell'Autorità portuale di Napoli sarà nominato entro l'estate”. Lo ha affermato il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, a Napoli per un incontro sulla guardia costiera. In pole ci sarebbe Andrea Annunziata, politico di lungo corso il cui nome mette d'accordo le principali aziende del mondo del mare. Annunziata, attualmente presidente dell'autorità portuale di Salerno, potrebbe quindi ben presto diventare presidente dell'Autorità portuale di sistema della Campania, istituzione destinata a sostituire le authority di Napoli e Salerno per effetto del decreto di “Riorganizzazione, razionalizzazione e semplificazione delle autorità portuali”. Il

De Luca si scaglia contro il commissariamento del Porto di Napoli: “ora basta”

“Tre anni di commissariamento e solo 1,8 milioni di fondi europei investiti a fronte di una dotazione disponibile di 150 milioni”. Così il presidente della Giunta regionale della Campania, Vincenzo De Luca Napoli, 23 giugno – “Ai tedeschi o agli inglesi mi riesce difficile spiegare quello che sta accadendo al Porto di Napoli: tre anni di commissariamento e solo 1,8 milioni di fondi europei investiti a fronte di una dotazione disponibile di 150 milioni”. Lo ha affermato il presidente della Giunta regionale della Campania, Vincenzo De Luca, durante la presentazione del terzo rapporto annuale di Srm (Studi e ricerche per il Mezzogiorno) sull'economia marittima italiana, tenutosi stamane nella sede del Banco di Napoli. “Sul Porto – ha sottolineato De Luca – si

Pd Napoli commissariato, proposta “molto forte” di Renzi alla direzione nazionale

A Napoli il peggiore risultato alle amministrative Roma, 6 giugno - "Il risultato peggiore del Pd è a Napoli, è un risultato che riguarda la città di Napoli dove il Pd non riesce ad esprimersi al meglio. Napoli è città meravigliosa ma è un baco per il Pd". Così Matteo Renzi aggiungendo che alla prossima direzione proporrà "una soluzione commissariale molto forte".

Nuovo botta e risposta Renzi-de Magistris. Il presidente del Consiglio: “parole indegne di un uomo pubblico”

Il sindaco si difende: “quando si parla con il cuore con la testa si possono usare toni forti” Napoli, 10 maggio – Nuovo scontro tra Renzi e de Magistris, dopo che quest'ultimo dal palco del Palapartenope alla serata di presentazione di liste e candidati che lo appoggiano alle Elezioni Comunali, aveva detto: “Renzi vai a casa, devi avere paura, ti devi cagare sotto” (vai all'articolo). Parole dettate da astio accumulato nei mesi, da quando il presidente del Consiglio ha deciso di commissariare Bagnoli ed estromettere il Comune da scelte in materia urbanistica. Già lo scorso agosto il sindaco aveva parlato su Facebook di “città derenzizzata”, con tanto di foto dell'area dove sorgeva l'ex Italsider. Area attualmente sotto il controllo del commissario

Bagnoli, de Magistris: “Se Renzi mantiene le promesse fatte avremo ottenuto un grande risultato”

Il sindaco ha parlato in conferenza stampa a Palazzo San Giacomo della giornata di ieri: “La bonifica doveva e deve farla lo Stato, non noi. Noi abbiamo fatto tutto quello che era nelle nostre possibilità” Napoli, 7 aprile – “Sono molto soddisfatto e molto carico dopo la giornata di ieri. Se Renzi mantiene le promesse fatte, e non credo voglia fare il contrario, avremo ottenuto un grande risultato, dopo anni di lotta. Il fatto che Renzi abbia detto ciò che noi diciamo da tempo, rappresenta una vittoria per il Comune”. Così il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, in conferenza stampa a Palazzo San Giacomo insieme al vicesindaco Del Giudice e agli assessori Piscopo e Fucito, ha commentato la giornata di

Sanità, la denuncia di De Luca: “Alcuni primari arrivano a guadagnare anche un milione di euro”

Per il presidente della Giunta regionale la sensazione è che qualche primario “faccia il lavoro privato nell'ospedale pubblico, facendo allungare le liste d'attesa” “Ho la sensazione che qualcuno faccia il lavoro privato nell'ospedale pubblico, facendo allungare le liste d'attesa”. A dirlo è il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, durante “Campania a testa alta”, trasmissione in onda sull'emittente casertana Tv Luna. “Ci sono primari – ha aggiunto De Luca – che guadagnano anche un milione di euro con attività intra moenia, cioè un'attività privata svolta nelle strutture pubbliche”. De Luca ha sottolineato la volontà della sua Giunta di superare l'attuale commissariamento della sanità regionale. Per questo, secondo il presidente della Campania, la prima cosa da fare è “far approvare il nuovo

Bagnoli, manifestanti espongono striscioni sul Maschio Angioino. La richiesta è “bonifica, lavoro e servizi sociali”

Continua così la mobilitazione contro il presidente del Consiglio Matteo Renzi, che sarà in città il 6 aprile per prendere parte alla cabina di regia su Bagnoli Napoli, 31 marzo – Dopo l'assemblea pubblica che si è svolta ieri pomeriggio a Villa Medusa, allo scopo di organizzare il comitato di “benvenuto” in città al presidente del Consiglio Matteo Renzi (vai all'articolo), continua la mobilitazione dei comitati e movimenti flegrei, che come il Comune di Napoli sono contrari al commissariamento di Bagnoli, voluto proprio dallo stesso Renzi. Quest'ultimo arriverà in città mercoledì 6 aprile e, salvo ripensamenti dell'ultima ora, si recherà in Prefettura per prendere parte alla cabina di regia su Bagnoli. Allo scopo di farsi sentire, questa mattina uno striscione enorme è