Apre a San Giovanni a Teduccio Art33, centro delle Arti per la comunità

Nella periferia est di Napoli, ha aperto le porte un innovativo hub culturale, uno dei primi in Italia Domenica 30 settembre è stato inaugurato Art33, Centro delle Arti per la Comunità, in via Bernardino Martirano 17 a San Giovanni a Teduccio, presso gli spazi riqualificati dell’ex edificio scolastico Giotto-Monti. Con la sua sala teatro, le sale prova, gli spazi espositivi e dedicati al coworking, Art33 rappresenta il primo hub culturale della città, un luogo di sperimentazione, di innovazione e di creazione, capace di favorire l’incontro dei giovani, del loro potenziale creativo e della loro voglia di investire nell’arte. La storia del centro nasce ormai nel 2010 quando la Compagnia Nest individua negli spazi della palestra non più utilizzata della ex scuola media Giotto-Monti, un luogo da trasformare in una sala

La commissione “Qualità della Vita” lavora per l’elezione di un cittadino extracomunitario in Consiglio Comunale

Avviato il confronto con i rappresentanti delle comunità straniere La commissione Qualità della Vita, presieduta da Francesco Vernetti, che ha delega anche per il diritto all’integrazione, ha incontrato oggi l’assessora competente Alessandra Sardu ed i rappresentanti di alcune comunità straniere per discutere della delibera per la partecipazione al Consiglio Comunale di un cittadino extra-comunitario.

De Magistris su Facebook: “Orgoglioso di essere napoletano. L’Italia arranca perché non è coesa”

Il sindaco ha affermato che in questi anni “Napoli è diventata insieme più città-comunità e più città-stato” e si è ridotta la distanza “rappresentati e rappresentanti” Napoli, 28 agosto – “Lavoreremo da settembre perché possa crescere sempre di più la coesione sociale nella nostra amata Napoli. L’Italia arranca perché non è coesa. Troppo divisa. Scenario a tratti davvero desolante”. Lo ha affermato il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, in un post sulla sua pagina Facebook. “Basta vedere il dibattito pseudo-politico sull'abusivismo che si è scatenato su Ischia dopo il terremoto e l'inconsistenza politica con tutte le gravi responsabilità emerse a Roma dopo la pessima storia di abitanti della città sgomberati con violenza con il sostanziale assenso delle istituzioni tutte – ha

“Aspettando San Gennaro”, i detenuti di Arienzo in scena per i ragazzi della comunità di Leo Amici

Sabato 25 un evento teatrale per dare una speranza ai ragazzi con i problemi di tossico dipendenza Sabato 25 marzo alle 18.30, presso la Fondazione Leo Amici, i ristretti della Casa Circondariale di Arienzo ritornano a calcare il palcoscenico, questa volta a Valle di Maddaloni. Lo spettacolo teatrale “Aspettando San Gennaro” prosegue il tour per la provincia di Caserta e fa tappa presso la comunità di Valle di Maddaloni per regalare un’ora di risate agli ospiti con problematiche legate alla tossico dipendenza. È un abbraccio simbolico tra chi vive ai margini della società, ovvero, tra chi è recluso per aver commesso delle illegalità e tra chi è ospite in comunità per risolvere il propri problemi legati alla droga. Non è casuale

Il discorso di fine anno di Mattarella: “Il senso di comunità è la forza principale del Paese”

Il presidente della Repubblica: “Il problema numero uno è il lavoro”   “Il senso di comunità è la forza principale dell'Italia rispetto alle tante difficoltà che abbiamo di fronte”. Lo ha detto il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, durante il suo discorso di fine anno agli italiani. “Il tessuto sociale del nostro Paese – ha aggiunto – è pieno di energie positive. Far crescere la coesione vuol dire renderlo più forte. Essere comunità vuol dire condividere alcuni valori fondamentali”. Il presidente ha parlato di lavoro e si è rivolto ai giovani. “Il problema numero uno è il lavoro, specie per i giovani. Molti di voi studiano o lavorano in altri Paesi d’Europa. Questa, spesso, è una grande opportunità. Ma deve essere una scelta