Saldi estivi al via in Campania

Le famiglie che acquisteranno in saldo sono 15,6 milioni su 26 milioni Napoli, 29 giugno - Saldi estivi al via: oggi partono in Campania, lunedì sarà la volta della Sicilia, martedì della Basilicata e da sabato 6 luglio lo shopping scontato sarà possibile anche nelle restanti Regioni. Secondo le stime dell'Ufficio Studi di Confcommercio, quest'anno per l'acquisto di capi scontati ogni famiglia spenderà in media poco meno di 230 euro - circa 100 euro pro capite - per un valore complessivo intorno ai 3,5 miliardi di euro. Altre previsioni per Federconsumatori che stima una spesa media sarà di 134 euro a famiglia, per un giro di affari complessivo di 1,28 miliardi. Le famiglie che acquisteranno in saldo sono 15,6 milioni su 26

Confesercenti/Assotabaccai e Fenagi: stato di agitazione, stop alla vendita dei titoli di viaggio

Presidente Schiavo: "Decisione obbligata". Adesione, con le altre sigle, allo stato di agitazione: sospesa la commercializzazione dei biglietti a causa della irrisolta questione della riduzione dell’aggio Confesercenti/Assotabaccai e FeNaGi di Napoli aderiscono allo stato di agitazione proclamato per venerdì 7, sabato 8 e domenica 9 sospendendo la vendita dei titoli di viaggio. Una decisione sottoscritta da tutte le sigle (anche da Federazione Italiana Tabaccai/Confcommercio, S.N.A.G/Confcommercio e SiNaGi/Cgil) e comunicata con una lettera congiunta a tutte le Istituzioni, dal Prefetto di Napoli, al Governatore della Campania e al Sindaco di Napoli e alle società interessate, ovvero al Consorzio Unico Campania, alla Scrl Giraservice, a ANM e all’EAV. Il provvedimento è diretta conseguenza della decisione di Giraservice di ridurre, unilateralmente, l’aggio previsto per la vendita di biglietti

Torna “Napoli è donna. Premio Lydia Cottone” a cura di Terziario Donna Confcommercio Napoli

La terza edizione dell’evento vede tra le premiate, la chef stellata Marianna Vitale, la paralimpica Imma Cerasuolo, la direttrice generale di Smau Valentina Sorgato e la consegna del premio alla carriera all’attrice Isa Danieli. Venerdì 16 febbraio 2018 ore 11 presso la sala del Consiglio area metropolitana di Napoli Complesso Monumentale Santa Maria La Nova Napoli, 11 febbraio - “Napoli è donna. Premio Lydia Cottone” è il riconoscimento dedicato all’artista partenopea scomparsa alla fine degli anni 90’ autrice, tra l’altro, della scultura dedicata a Salvo D’Acquisto in Piazza Carità a Napoli. La terza edizione del premio, organizzato e curato da Terziario Donna Confcommercio Napoli, intende premiare tutte quelle donne, giornaliste, attrici, medico, ricercatrici, scrittrici, artiste, imprenditrici che lavorano con dedizione e successo dando lustro

Sicurezza, Confcommercio chiede al governo una legge speciale per Napoli

“La città non può essere ostaggio di pochi delinquenti”, ha spiegato Pietro Russo, presidente di Confcommercio della Provincia di Napoli Napoli, 8 agosto - “Una legge speciale per Napoli, affinché vengano tutelati i turisti e gli abitanti di una città che sta cercando di risollevarsi in un momento delicatissimo per la propria economia”. È la richiesta formulata al governo da Pietro Russo, presidente di Confcommercio della Provincia Napoli. La richiesta, che sa un po' di provocazione, giunge all'esecutivo Renzi dopo gli ultimi episodi di criminalità che hanno interessato il capoluogo partenopeo. “La città non può essere ostaggio di pochi delinquenti – ha spiegato Russo – e noi non resteremo silenti di fronte a tale emergenza. Siamo arrivati a 44 omicidi dall’inizio dell’anno.

Convegno dragaggio, occasione per parlare del porto di Napoli per il rilancio dell’economia regionale

"Dragaggio dei porti, requisito essenziale per la competitività del sistema marittimo" è il nome del convegno svoltosi a Roma che il 19 febbraio scorso ha consentito di riportare all'attenzione dell'opinione pubblica anche la situazione del porto di Napoli Promosso da Federazione del mare, Assoporti e Federagenti ha visto la partecipazione di Stefano Tibaldi, Presidente di AssoArpa e di Silvia Velo, sottosegretario di Stato del Ministero dell'Ambiente. I temi trattati sono stati i dragaggi portuali e loro criticità ed il recupero di competitività dell'inetro comparto. Sensazione "ragionevolmente positiva" dovuta all'attenzione a livello nazionale nei confronti dei dragaggi da effettuare al Porto di Napoli è stata espressa da Umberto Masucci, vicepresidente di Federazione del Mare e del Propeller Club del porto di Napoli. L'operazione

Pressione fiscale a livelli record. Allarme della Confcommercio: promesse del Governo insostenibili

9 gennaio - Il 2013 ha conosciuto un nuovo record nella pressione fiscale attestatasi al 44,3%, e secondo i dati elaborati da Confcommercio, ci sarebbe già una riconferma di un livello stabile oltre il 44% anche per tutto il 2014. Di conseguenza, il taglio fiscale promesso negli ultimi giorni dal ministro dell’economia Fabrizio Saccomanni, sarebbe soltanto un’illusione di fatto non applicabile. Confcommercio sottolinea infatti che “riavviare il processo di crescita, richiede più coraggio e più incisività nei tagli alla spesa pubblica e, soprattutto, politiche fiscali dal lato dell'offerta, a cominciare da una incisiva riduzione degli oneri fiscali che gravano sui fattori produttivi, primo fra tutti il lavoro''. Al fine di rilanciare la produttività del paese, nei prossimi mesi il governo

Legge di Stabilità, critiche dal mondo politico e sindacale. Monti si dimette da SC

Roma, 17 ottobre - Approvata dal governo Letta la nuova legge di stabilità, l' entusiasmo che è stato mostrato da premier e vicepremier nell' annunciare la manovra, non è però stato condiviso da tutta la maggioranza di Governo, e per nulla dalle parti sociali. Per quanto riguarda il Pd, il segretario Epifani afferma la sua sostanziale approvazione nei confronti della manovra, anche se crede si possa migliorare durante l'iter di approvazione da parte delle Camere e riconosce che alcune delle promesse non sono state mantenute. Dello stesso avviso sono anche Fassino e Cuperlo. Sembrano invece essere più scettici i "renziani". Luca Lotti, uno dei fedelissimi del sindaco di Firenze, ha infatti espresso preoccupazioni riguardo al fatto che la nuova legge di

Cresce la fiducia sul rilancio dell’economia. Intanto è polemica su IMU e IVA

Roma, 29 agosto - Ad agosto cresce la fiducia di imprese e famiglie italiane sulle prospettive di rilancio dell'economia. Ad affermarlo è l’Istituto Nazionale di Statistica, Istat. L'andamento dell'indice complessivo relativo alla fiducia delle aziende, riguarda principalmente l'attività manifatturiera e in modo più significativo i servizi di mercato e il commercio al dettaglio. Ancora in calo il senso di sicurezza delle imprese di costruzione. Riferendosi alla fiducia dei consumatori, secondo l’Istat, migliorano sia il quadro personale, sia quello economico. La fotografia positiva fotografata dall’Istat, sull’aumento della fiducia delle imprese, secondo quanto affermato dalla Coldiretti, è dovuto principalmente all'aumento delle esportazioni che, per quanto riguarda il settore agroalimentare, ha registrato il record storico di 34 miliardi nel 2013 con un aumento stimato del 7%. Sono le esportazioni

Crisi, in continuo calo i consumi di beni e servizi, male le telecomunicazioni

6 giugno -  Ennesima brutta notizia della Confcommercio. Dati negativi per i consumi nel mese di aprile con una forte flessione registrata nel primo quadrimestre del 2013. I consumi calano a picco e su base annuale la flessione sarebbe pari al 3,9 %. La situazione economica italiana continua a preoccupare e mai prima d'ora si erano registrati record cosi negativi per il nostro Paese. Alla luce della diciassettesima variazione negativa, in poco meno di due anni, continuano a preoccupare i consumi legati ai servizi di telecomunicazione, dove il trend negativo giunge al 2,5% su base mensile, e allo 0,1% su basse annuale. Per Confcommercio, che da anni è impegnata a rappresentare migliaia di imprese in Italia, la situazione economica attuale è addirittura peggiore rispetto allo

L’IVA passa dal 21 al 22%. Preoccupati Cgia, Confcommercio e le famiglie

20 maggio - A partire dal 1° luglio prossimo, l'IVA aumenterà di ben 2 punti percentuali. L'Imposta sul Valore Aggiunto passerà infatti dal 21 al 22%, regalando al Paese l'ennesima grande stangata. Per quanto riguarda rincari, crescita economica e tassi di produzione, la Confcommercio ha cercato di fare luce su tante questioni ancora irrisolte e ha lasciato trasparire le grandi difficoltà economiche che il Paese sta attraversando negli ultimi periodi. Tanto per cominciare l' aumento dell'Iva rischia di preoccupare decine di milioni di famiglie le quali - ritrovandosi ancora una volta a sopportare il peso dei troppi fardelli economici che il Paese porta da anni su di sé - arriveranno a versare nelle tasche dello Stato fino a 135 euro all'anno. Oltre alle

Il punto sulla crisi economica italiana. Il nuovo governo ci salverà?

Dal 2008 una grave crisi economica attanaglia il mondo ed in particolare l’Europa. Si sperava che da lì a pochi anni i Paesi coinvolti riuscissero a risolvere i loro problemi, ma a distanza di 5 anni si comincia a capire che la gravità della situazione era stata decisamente sottovalutata e che non è e non sarà facile uscirne. In modo particolare in Italia abbiamo 3 grandi problemi che non favoriscono la risalita: il debito dello Stato, il rallentamento della crescita economica e la credibilità o inesistenza del governo. Il governo tecnico guidato da Mario Monti ha impostato la propria politica economica esclusivamente sull’austerità, aumentando le tasse ed inserendone di nuove, non favorendo, in questo modo, la crescita del Paese che è

Un 2012 con netto calo dei consumi. Allarme della Confcommercio.

Confcommercio, lo scorso mese di gennaio, ha affermato che, “il 2012 sarà ricordato come l’anno più difficile per i consumi, dal secondo dopoguerra”. L’indicatore dei consumi Confcommercio, lo scorso novembre, ha registrato un calo del 2,9% su base annua rispetto allo stesso periodo del 2011. La riduzione è la più elevata registrata dall’inizio delle serie storiche ed ha interessato anche il consumo alimentare che ha registrato un calo annuo del 2,6%. Secondo il Rapporto consumi, redatto dall’Ufficio Studi di Confcommercio, l’Italia è in una grave fase di recessione contrassegnata da flessioni congiunturali crescenti del PIL reale; il 2012 si è chiuso con una contrazione produttiva del 2,3-2,4%. I motivi di questa grave situazione, per Confcommercio, vanno ricercati nelle difficoltà del mercato

Napoli città ‘calda’. Ma la Campania perde il 40% di bagnanti.

Impressionante calo di presenze registrato nei mesi di Giugno e Luglio lungo le coste italiane. La regione più colpita dalla crisi turistica risulta essere la Campania con una perdita secca di bagnanti che sfiora il 40% (dati Sindacato Italiano Balneari). La crisi economica colpisce tutti settori commerciali, tutte le categorie. Confcommercio, in una nota sull’andamento dei consumi, dichiara: “mai così male dal dopoguerra”. Molte persone trascorreranno questa estate in casa, trasformando le assenze turistiche in presenze cittadine. Potenzialmente i loro consumi e quindi il fatturato dei commercianti, ad Agosto, potrebbe crescere di circa il 30%. Ciononostante, troppi negozi in città sembrano aver deciso per un lungo periodo di vacanza, sottovalutando questo aspetto. Ma non tutti i napoletani hanno preferito il mare a Monti.

Ecco la nuova ZTL che fa “impazzire” tutti i napoletani. Una pianificazione inesistente rischia di mettere in ginocchio una città. Dove sono i mezzi di trasporto pubblico alternativi?

Traffico in tilt ieri a Napoli. La ZTL attorno a Chiaia per la Coppa America è stata un delirio. Via Caracciolo rimarrà chiusa al traffico durante tutto il mese di aprile per dare la possibilità agli operatori del settore di lavorare agilmente per l'evento. Sembra che ieri la città si sia svegliata da un incanto. Da giorni, il Comune di Napoli, ha diffuso avvisi ed apposto divieti. Ma ieri molti cittadini sembravano stati presi alla sprovvista. Alcuni non ne sapevano nulla ed hanno intasato i varchi d'accesso alla zona pedonale nella speranza di passare lo stesso. Altri, per fare i furbi, hanno cercato scuse molto più banali ed hanno causato non poche difficoltà alle forze dell'ordine appostate ad ogni accesso alla zona di Chiaia. Questo ha